Le convenzioni contro le doppie imposizioni sul reddito e/o sul patrimonio firmate dall’Italia con gli Stati delle AMERICHE
America del nord

Canada
Convenzione firmata a Toronto il 17 novembre 1977 e ratificata con legge n. 912 del 21 dicembre 1978 - in vigore dal 24 dicembre 1980. (Con legge n. 194 del 7 giugno 1993 è stato ratificato il Protocollo aggiuntivo alla Convenzione – in vigore dal 22 febbraio 1994).
La nuova convenzione tra i due Paesi è stata firmata a Ottawa il 3 giugno 2002 e ratificata con legge n. 42 del 24 marzo 2011. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 14 aprile 2011 è stata pubblicata la legge di ratifica ed esecuzione del nuovo accordo.

Stati Uniti d'America
Convenzione firmata a Roma il 17 luglio 1984 e ratificata con legge n. 763 dell’11 dicembre 1985. In vigore dal 30 dicembre 1985.
Con la legge n. 20 del 3 marzo 2009 è stata ratificata la nuova convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia fiscale. La nuova convenzione, allegata alla legge n. 20 del 3 marzo 2009 di ratifica ed esecuzione dell'accordo, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 64 del 18 marzo 2009, sostituisce la precedente.
L'intervento si è reso necessario per disciplinare in maniera più equilibrata i rapporti tra i due Paesi anche alla luce delle rilevanti modifiche intervenute nei rispettivi sistemi fiscali. Alla Convenzione, che si compone di 29 articoli, sono allegati un protocollo e un verbale d'intesa.
Il 1° gennaio 2010 l'accordo è entrato ufficialmente in vigore.

Messico
Convenzione firmata a Roma l’8 luglio 1991 e ratificata con legge n. 710 del 14 dicembre 1994. In vigore dal 12 marzo 1995. Con la legge n. 203 del 29 dicembre 2014, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 28 gennaio 2015, è stato ratificato ed è stata data esecuzione al protocollo di modifica alla Convenzione tra il Governo italiano e quello degli Stati Uniti messicani contro le doppie imposizioni in materia di imposte sui redditi e per la lotta alla evasione fiscale di cui al protocollo del 23 giugno 2011.

Groenlandia

Bermuda

Saint Pierre e Miquelon

Caraibi. 
Nell'area geografica dei Caraibi figurano i seguenti Stati:
  • Antigua e Barbuda
  • Bahamas
  • Barbados
  • Cuba
  • Dominica
  • Repubblica Dominicana
  • Giamaica
  • Grenada
  • Haiti
  • Saint Kitts e Nevis
  • Saint Vincent e Grenadine
  • Santa Lucia

Trinidad e Tobago
Convenzione firmata a Port of Spain il 26 marzo 1971 e ratificata con legge n. 167 del 20 marzo 1973. In vigore dal 19 aprile 1974


America centrale

Belize

Costa Rica

El Salvador

Guatemala

Honduras

Nicaragua

Panama


America del Sud

Argentina
Convenzione firmata a Roma il 15 novembre 1979 e ratificata con legge n. 282 del 27 aprile 1982. In vigore dal 15 dicembre 1983

Bolivia

Brasile
Convenzione firmata a Roma il 3 ottobre 1978 e ratificata con legge n. 844 del 29 novembre 1980

Cile
Convenzione firmata a Santiago il 23 settembre 2015 e ratificata con legge n. 212 del 3 novembre 2016

Colombia

Ecuador 
Convenzione firmata a Quito il 23 maggio 1984 e ratificata con legge n. 377 del 31 ottobre 1989

Guiana

Guyana Francese

Isola di Pasqua

Isole Falkland

Paraguay

Perù

Suriname

Uruguay

Venezuela
Convenzione firmata a Roma il 5 giugno 1990 e ratificata con legge n. 200 del 10 febbraio 1992. In vigore dal 14 settembre 1993








aggiornamento: gennaio 2017




Fonte: MEF
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino