Archivio Analisi e commenti

immagine generica illustrativa
La classificazione tra le passività o nel capitale determina la conseguenziale contabilizzazione delle remunerazioni a esso collegate nel conto economico ovvero nel patrimonio netto
Lo Ias 32 classifica lo strumento finanziario tra le passività qualora esista, per l'emittente, un'obbligazione contrattuale a consegnare disponibilità liquide. Per applicare correttamente tale principio - e, quindi, per la giusta classificazione in bilancio - va analizzato il contenuto sostanziale del contratto, piuttosto che la sua forma giuridica. [...]
Per la loro corretta contabilizzazione, è necessario preliminarmente classificarli nella categoria di quelli rappresentativi di capitale ovvero nella categoria delle passività
Il principio contabile Ias 32 disciplina il trattamento degli strumenti finanziari, dettando i criteri per classificarli tra le passività o tra gli strumenti rappresentativi di capitale. La disciplina “guarda” al bilancio dell’emittente e va integrata con quella dei principi Ias 39 e Ifrs 9, che fissano i princìpi per la presentazione in bilancio di tali strumenti. [...]
Il raffronto delle informazioni contenute nei diversi archivi pubblici e privati può validamente aiutare le amministrazioni dello Stato nell’individuare e ostacolare comportamenti criminali
immagine generica con grafico di dati informatici
Un obiettivo strategico per la Pa è massimizzare la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per adempiere ai propri compiti e per svolgere le relative attività. Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’enorme patrimonio di dati raccolti, è fondamentale superare la “logica a silos” in favore di una visione sempre più sistemica. [...]
Analisi e commenti
Il Dlgs 117/2017 riconosce esplicitamente il valore e la funzione sociale degli enti non profit, chiamati a perseguire finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale
Le disposizioni di ordine generale del nuovo Codice delineano l’identità giuridica di fondo degli enti rientranti nel perimetro del Terzo settore attraverso la loro precisa...
Analisi e commenti
immagine generica illustrativa
A conclusione del procedimento, la pubblica amministrazione coinvolta deve comunicare all'Autorità quali atti intenda adottare per adempiere agli obblighi di pubblicazione ed entro quale data
Verificata l'affidabilità della segnalazione, il regolamento stabilisce modalità e tempistica del procedimento di vigilanza. Il documento, per garantire una imparziale e opportuna...
Analisi e commenti
Il testo riscrive la disciplina degli enti non profit con riguardo sia agli aspetti organizzativi interni sia alla fase dei controlli. Lo stesso decreto ha riformato anche lo statuto fiscale
Elencazione e regolamentazione dettagliata delle varie tipologie di enti del Terzo settore, istituzione del Registro unico nazionale, nuove forme di finanziamento, promozione e...
Analisi e commenti
immagine generica illustrativa
Definite le modalità con cui è possibile comunicare le irregolarità riscontrate, specificati i casi in cui le "soffiate" non vengono prese in considerazione e le procedure di archiviazione
Partecipazione attiva di tutti gli stakeholder attraverso l'invio di segnalazioni: è quanto prevede il regolamento dell'Autorità nazionale anticorruzione, che disciplina i...
Analisi e commenti
L’adozione di un testo normativo organico e unitario è stata specificamente prevista dalla legge delega 106/2016 nel quadro della riforma complessiva del settore non profit
Il Codice del Terzo settore, adottato con il Dlgs 117/2017, supera l’approccio occasionale e contingente della previgente disciplina e provvede al riordino sistematico e alla...
Analisi e commenti
L’intervento normativo accorda al Fisco maggiori opportunità di intercettare gli illeciti trasferimenti di capitali all’estero o di accertare ipotesi di residenze fittizie
Si amplia la platea degli intermediari finanziari e altri operatori tenuti a segnalare all’Agenzia delle entrate i flussi di denaro provenienti o destinati fuori dai confini...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino