Archivio Analisi e commenti

immagine generica illustrativa
La classificazione tra le passività o nel capitale determina la conseguenziale contabilizzazione delle remunerazioni a esso collegate nel conto economico ovvero nel patrimonio netto
Lo Ias 32 classifica lo strumento finanziario tra le passività qualora esista, per l'emittente, un'obbligazione contrattuale a consegnare disponibilità liquide. Per applicare correttamente tale principio - e, quindi, per la giusta classificazione in bilancio - va analizzato il contenuto sostanziale del contratto, piuttosto che la sua forma giuridica. [...]
Per la loro corretta contabilizzazione, è necessario preliminarmente classificarli nella categoria di quelli rappresentativi di capitale ovvero nella categoria delle passività
Il principio contabile Ias 32 disciplina il trattamento degli strumenti finanziari, dettando i criteri per classificarli tra le passività o tra gli strumenti rappresentativi di capitale. La disciplina “guarda” al bilancio dell’emittente e va integrata con quella dei principi Ias 39 e Ifrs 9, che fissano i princìpi per la presentazione in bilancio di tali strumenti. [...]
Il raffronto delle informazioni contenute nei diversi archivi pubblici e privati può validamente aiutare le amministrazioni dello Stato nell’individuare e ostacolare comportamenti criminali
immagine generica con grafico di dati informatici
Un obiettivo strategico per la Pa è massimizzare la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per adempiere ai propri compiti e per svolgere le relative attività. Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’enorme patrimonio di dati raccolti, è fondamentale superare la “logica a silos” in favore di una visione sempre più sistemica. [...]
Analisi e commenti
Debutto assoluto per lo “sport bonus” relativo alle erogazioni in denaro finalizzate al sostegno degli interventi di restauro o di ristrutturazione degli impianti sportivi pubblici
Inoltre, a favore delle società di calcio appartenenti alla Lega di serie B, alla Lega Pro e alla Lega nazionale dilettanti, è riconosciuto un credito d’imposta del 12%, sino a un...
Analisi e commenti
Debuttano due nuove agevolazioni: una per gli operatori che acquistano plastiche provenienti da raccolta differenziata e una per coloro che vendono libri al dettaglio, anche di seconda mano
Con la previsione dei due nuovi crediti d’imposta il legislatore intende incentivare, rispettivamente, il riciclaggio delle plastiche miste e degli scarti non pericolosi dei...
Analisi e commenti
Introdotto un nuovo beneficio connesso ai costi sostenuti dalle aziende del settore per lo sviluppo di prodotti e servizi culturali. Più risorse per il bonus investimenti nel Mezzogiorno
Tra debutti, conferme e rimodulazioni si presenta molto ricco e articolato il ventaglio dei crediti d’imposta a favore delle imprese contenuto nella legge di bilancio 2018. Nella...
Analisi e commenti
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Nel super ammortamento, la percentuale di maggiorazione del costo di acquisizione diventa del 30% e vengono esclusi dall’agevolazione gli investimenti in veicoli e in altri mezzi...
Analisi e commenti
A beneficiarne saranno le imprese che nel 2018 sosterranno spese per l’acquisizione o il consolidamento, da parte dei propri addetti, di conoscenze nel settore delle tecnologie
Il credito d’imposta, introdotto dalla legge di bilancio 2018 è pari al 40% (fino a un importo massimo di 300mila euro), non concorre alla formazione del reddito e della base...
Analisi e commenti
La nuova detrazione, introdotta dalla recente legge di bilancio, ammonta al 36% delle spese, nel limite massimo di 5mila euro; sono inclusi i costi di progettazione e manutenzione
Gli interventi agevolabili sono quelli di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino