Archivio Avviso ai litiganti

immagine
Le regole che disciplinano l’imputazione temporale delle componenti negative del reddito d’impresa ai fini del l recupero dei costi non ammettono deroghe
I paletti normativi sono ben definiti e invalicabili, il contribuente, come previsto dall’articolo 75 del Tuir, non può scegliere di detrarre costi, dal reddito d’impresa, in un esercizio di competenza diverso da quello individuato secondo le indicazioni della legge: ne scaturirebbe una dichiarazione viziata. Il criterio non determina la doppia imposizione, in quanto, è possibile richiedere la restituzione della maggiore imposta dalla data della sentenza che stabilisce legittimo il recupero dei costi in relazione alla annualità non di competenza. [...]
Se il legislatore lo avesse voluto imporre per ogni circostanza, prima dell’iscrizione a ruolo derivante dalla liquidazione dei tributi, non avrebbe posto delle condizioni
testo alternativo per immagine
Lo Statuto del contribuente (articolo 6, comma 5) lo dispone soltanto “qualora sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione”, situazione che non ricorre necessariamente nei casi soggetti all’articolo 36-bis del Dpr 600/1973, nei quali è implicato un controllo di tipo documentale sui dati contabili riportati nella dichiarazione. [...]
La proroga della scadenza del pagamento iniziale non implica lo scivolo dei successivi termini, perché è inadempimento sopravvenuto e non originario
 immagine
Per non perdere i benefici previsti dalla sanatoria che facilita la chiusura delle liti pendenti con Fisco, in occasione del versamento della prima rata utile slittata al 16 aprile 2004 (articolo 16, legge 289/2002) il contribuente doveva versare, contestualmente, in un unico versamento, anche tutte le rate trimestrali decorrenti dal 16 maggio 2003 già scadute. Tali quote, infatti, non devono essere considerate rate successive da trattare separatamente equiparandole alla prima. [...]
Avviso ai litiganti
Tra il fatto noto e quello ignoto non deve obbligatoriamente sussistere un legame di assoluta ed esclusiva necessità causale
E’ legittimo dedurre elementi e presunzioni in ordine all’esatta entità della materia imponibile anche dai movimenti di cassa che non trovano giustificazione...
Avviso ai litiganti
Il rinvenimento, presso il figlio dell’imprenditore, di un’agenda con appunti aziendali sposta sul contribuente l’onere probatorio
La contabilità parallela in nero fa scattare la prova presuntiva mediante l’accertamento induttivo a carico del soggetto verificato, che può semmai solo...
Avviso ai litiganti
Dovuta la penalità per infedele dichiarazione a prescindere dalla circostanza che l’imposta non versata sia pareggiata da perdite fiscali precedenti
La disciplina dettata dal D.Lgs. n. 471 del 1997, art. 1, è intesa a prevenire la presentazione da parte dei contribuenti di dichiarazioni infedeli; conseguentemente le...
Avviso ai litiganti
L’invito al contribuente a fornire chiarimenti o documenti prima del recupero è obbligatorio solo per incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione
Anche dopo l’entrata in vigore della legge n. 212 del 2000 (Statuto del contribuente), allo stato attuale della legislazione non può ritenersi esistente un principio...
Avviso ai litiganti
Al contribuente la prova delle valide motivazioni economiche che giustificano il ricorso a operazioni “irragionevoli” in una normale logica di mercato
Il DPR n. 600 del 1973, art. 37, comma 3, prevede che gli uffici competenti, al fine di accertare la manovra elusiva del contribuente, possano avvalersi della prova per...
Avviso ai litiganti
Il contribuente che aderisce al condono perde ogni possibilità di recuperare le imposte asseritamente inapplicabili per assenza del relativo presupposto
In tema di Irap la domanda di condono, presentata dal contribuente ai sensi degli artt. 7 e 9 della legge cit., esclude qualsiasi diritto al rimborso di somme già versate....
Avviso ai litiganti
La disponibilità di beni compresi tra gli indici di capacità contributiva, anche se concessi in uso a terzi, giustifica il redditometro
Il DM 10 settembre 1992 individua la disponibilità dei beni indicati come indici e coefficienti presuntivi di capacità contributiva ai fini dell’applicazione...
Avviso ai litiganti
Il principio si applica anche se i fatti accertati nella sentenza definitiva sono gli stessi per i quali l’ufficio ha sindacato l’operato del contribuente
Nessuna automatica autorità di cosa giudicata può attribuirsi, nel separato giudizio tributario, alla sentenza penale irrevocabile, di condanna o di assoluzione,...
Avviso ai litiganti
Il principio della compensazione civilistica è applicabile ai tributi solo se espressamente regolato e definito dalle norme fiscali di dettaglio
Secondo consolidati principi espressi da questa Corte (Cass. n. 15128/2006, n. 14579/2001), in materia di IVA l’analitica regolamentazione della “solutio”, in...
Avviso ai litiganti
La Ctr deve valutare tutti gli elementi forniti dall’ufficio fiscale per decidere se applicare o meno l’imposta in funzione dell’autonoma organizzazione
Le SS.UU. di questa Corte hanno affermato che, in tema di IRAP, l’esercizio dell’attività di agente di commercio di cui alla legge n. 204 del 1985, art. 1,...
Avviso ai litiganti
Per tutte le operazioni, il contribuente deve fornire prova specifica e analitica tale da dimostrarne l’estraneità a fatti imponibili
Secondo la giurisprudenza di questo giudice di legittimità, qualora l’amministrazione proceda ad accertamento induttivo utilizzando, ai sensi del DPR n. 633 del 1972...
Avviso ai litiganti
L’accertamento del requisito che comporta l’applicazione del tributo regionale è insindacabile in sede di legittimità
A norma del combinato disposto del Dlgs 446/1997, art. 2, primo periodo, e art. 3, comma 1, lett. c), l’esercizio delle attività di lavoro autonomo è escluso...
Avviso ai litiganti
Viziata la sentenza della Ctr che, senza spiegarne le ragioni, afferma che il contribuente aveva dimostrato esistenza ed inerenza dei costi dell’esercizio
Il vizio di omessa motivazione, denunciabile in cassazione ai sensi dell’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 5, ricorre, nella duplice manifestazione di difetto assoluto o di...
Avviso ai litiganti
Non è possibile procedere ad altro avviso di rettifica in presenza di diversa o più approfondita valutazione del materiale probatorio già acquisito
Come più volte affermato da questa Suprema Corte non vi è dubbio che in tema di IVA, requisito di legittimità per l’esercizio del potere integrativo o...
Avviso ai litiganti
Quando il limite viene superato, il divieto riguarda l’intero ammontare, non esclusivamente la parte della somma eccedente la soglia di tolleranza
Il regime “de minimis” in materia di aiuti di Stato comporta che entro una certa soglia si ritiene che l’agevolazione non sia lesiva dell’equilibrio della...
Avviso ai litiganti
Negata la spettanza del credito se non c’è stato alcun investimento, ma il semplice trasferimento dal patrimonio-merci ai beni strumentali
La fruizione del credito d’imposta per l’acquisizione di nuovi beni strumentali ai sensi dell’art. 8 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, richiede quale...
Avviso ai litiganti
Ai fini dell’accertamento sintetico, rileva soltanto il fatto che il contribuente dispone del bene e ne trae una qualche utilità economica
L’accertamento c.d. sintetico fondato sulla disponibilità di determinati beni-indice di cui ai decreti ministeriali 10 settembre 1992 e 19 novembre 1992 prescinde...