Archivio Avviso ai litiganti

In caso di ritenute alla fonte, parte dal versamento del saldo solo se il diritto deriva da un’eccedenza di quanto corrisposto in anticipo rispetto al tributo complessivo
Il termine di decadenza per la presentazione delle istanze dei rimborsi fiscali non può che decorrere dal giorno dei singoli versamenti in acconto quando questi, già all’atto della loro effettuazione, risultino parzialmente o totalmente non dovuti, poiché, in tale ipotesi, l’interesse e la possibilità di richiedere il rimborso sussistono sin dall’inizio del rapporto tributario. [...]
Il contribuente, per dimostrare il corretto comportamento fiscale, deve dare riscontro concreto dell’entità dei redditi accertati e della durata del loro possesso
L’accertamento sintetico non impedisce al contribuente di dimostrare che il maggior reddito è costituito in tutto o in parte da redditi esenti o soggetti a ritenute alla fonte a titolo di imposta, ma la norma richiede espressamente altresì una prova documentale relativa a circostanze sintomatiche del fatto che gli ulteriori redditi sono stati utilizzati per coprire le spese contestate. [...]
Deve effettuarsi una qualificazione oggettiva della causa concreta del negozio complessivo; non è di ostacolo che il tributo sia formalmente un’imposta d’atto
Ai fini dell’imposta di registro, se ravvisato un collegamento negoziale, l’articolo 20 del Dpr 131/1986 va interpretato alla luce dei principi di ragionevolezza e di capacità contributiva, nel senso che il tributo deve essere commisurato alla complessiva operazione economica oggettivamente realizzata, dal punto di vista civilistico, dal contribuente. [...]
Avviso ai litiganti
Il credito tributario vantato nei confronti dell’amministrazione finanziaria deve essere dimostrato con documenti e certificazioni, non bastano le dichiarazioni
In caso di impugnazione del rigetto dell’istanza di rimborso di un tributo, il contribuente è attore in senso non solo formale ma anche sostanziale, con la duplice conseguenza che...
Avviso ai litiganti
Il contribuente, messo a conoscenza dei risultati della verifica, può dimostrare che il reddito presunto non esiste o esiste in misura inferiore
In tema di accertamento in rettifica delle imposte sui redditi delle persone fisiche, la determinazione effettuata con metodo sintetico, sulla base dell’esistenza dei fattori-...
Avviso ai litiganti
Con opportunità di dimostrare, ricorrendo, che la deduzione era per acquisti di soggetto passivo d’imposta, assoggettati a Iva e per operazioni imponibili
È consentita l’iscrizione a ruolo dell’importo detratto e la consequenziale emissione di cartella, potendo il Fisco procedere al controllo formale automatizzato, senza profili...
Avviso ai litiganti
Questo quando è obbligatorio sporgere denuncia del crimine, anche nel caso in cui fosse archiviata o non considerata perché presentata fuori tempo
Il raddoppio dei termini, in ipotesi di reato, non è escluso dalla configurabilità di una causa di estinzione del reato stesso, come la prescrizione, né dalla intervenuta...
Avviso ai litiganti
È un sistema agevolativo, facoltativo e derogatorio, la cui disciplina deve essere interpretata restrittivamente e applicata in termini rigorosi
In tema di Iva, qualora l’amministrazione contesti, in base a elementi oggettivi e specifici, che il cessionario abbia indebitamente fruito del regime del margine, spetta a quest’...
Avviso ai litiganti
Le disposizioni non consentono la disapplicazione delle norme tributarie in asserito contrasto con le stesse né hanno rango superiore alla legge ordinaria
Le norme della legge 212/2000, emanate in attuazione degli articoli 3, 23, 53 e 97 della Costituzione, e qualificate espressamente come principi generali dell’ordinamento...
Avviso ai litiganti
Irrilevante l’esito negativo della verifica eseguita presso la sede del contribuente se quest’ultimo non riesce a confutare l’esistenza delle operazioni contestate
Legittimo l’accertamento fondato su “contabilità in nero”, seppur rinvenuta presso terzi e costituita da appunti ed informazioni dell’imprenditore, in quanto integra un valido...
Avviso ai litiganti
Nel caso di documento fiscale non conforme a quanto stabilito per legge l’amministrazione può contestare l’effettività delle operazioni in esso indicate
In tema di imposte sui redditi, l’irregolarità della fattura, non redatta in conformità ai requisiti di forma e contenuto prescritti dall’articolo 21 del Dpr n. 633/1972, fa venir...
Avviso ai litiganti
Solo così il documento ha piena validità ai fini tributari, altrimenti rientra nel novero dei documenti di liberalità fiscalmente indeducibili
La disciplina della perdita su crediti stabilisce che l’inesigibilità del credito deve risultare da “elementi certi e precisi”, sicché, se la perdita deriva da rinuncia al...
Avviso ai litiganti
La suprema Corte precisa il logico spostamento dell’onere, in quanto solo il titolare dei beni strumentali può dimostrare di averli sfruttati più del normale
In tema di determinazione del reddito d’impresa, per la deducibilità delle maggiori quote di ammortamento “accelerato” del costo dei beni strumentali, è richiesta la prova, a...
Avviso ai litiganti
L’istanza di definizione del “perdono” diviene inefficace e si perde anche la possibilità di avvalersi della definizione anticipata
La non applicazione delle sanzioni si verifica solo se si provvede al pagamento (in un’unica soluzione o in modo rateale) delle imposte, nei termini e nei modi previsti, con la...
Avviso ai litiganti
Quella prevista dal codice di procedura penale non costituisce, quindi, necessariamente la stessa cosa per il codice tributario
La Cassazione ribadisce il proprio orientamento sulla differenza tra processo penale e tributario, affermando che non si può estendere l’efficacia di una norma processuale penale...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino