Archivio Giurisprudenza

Le somme corrisposte ai collaboratori congiunti non rilevano come componenti negativi e non sono deducibili dal reddito d’impresa, non ricorrendo il requisito dell’inerenza
L’esborso che il titolare dell’impresa familiare effettua in favore del familiare, a titolo di liquidazione per la cessazione del rapporto partecipativo, non è deducibile dal reddito d’impresa, non trattandosi di un costo da cui derivi un pur potenziale ricavo. È quanto stabilito dalla Corte di cassazione, con la sentenza 6721/2017. [...]
La presunzione di cessione in nero opera, inoltre, anche con differenze inventariali negative minime, non vigendo una soglia minima del potere accertativo da parte del Fisco
immagine generica illustrativa con una calcolatrice che indica "zero"
Affinché le singole spese integrino il requisito dell'inerenza, necessario alla conseguente deducibilità fiscale, non è sufficiente che il relativo costo sia collegato in senso generico all'attività d'impresa svolta, ma è necessaria la correlazione con un'attività potenzialmente idonea a produrre utili (Cassazione, sentenza 6185/2017). [...]
L’ufficio recupera semplicemente gli importi calcolati ma non versati dal contribuente che, quindi, è già nelle condizioni di conoscere i presupposti di fatto e giuridici del ruolo
Non difetta di motivazione la cartella con cui il Fisco, a seguito di controllo formale o automatizzato, chiede il pagamento di imposte dichiarate e non versate. In tal caso, infatti, è sufficiente il richiamo alla dichiarazione dei redditi. Diversa è l’ipotesi in cui è una rettifica a determinare il ruolo (Cassazione, ordinanza 5371/2017). [...]
Giurisprudenza
Dipinto di Adi Holzer
Il ricorso alla Corte suprema, proposto avverso provvedimenti cautelari reali, è esperibile esclusivamente per motivi riguardanti la trasgressione di disposizioni normative
La illogicità della motivazione di un provvedimento decisorio non consente il vaglio di legittimità della suprema Corte ex articolo 325 cpp. Inoltre, le quote sociali di una...
Giurisprudenza
banconote
Ogni tranche della somma ricevuta dalla Regione era stata subito utilizzata, nello stesso esercizio, per pagare l’afferente tranche del finanziamento bancario, nella identica misura
I proventi in denaro conseguiti a titolo di contributo o di liberalità, se accantonati in apposito fondo del passivo, concorro a formare il reddito nell’esercizio e nella misura...
Giurisprudenza
disciplina sportive
La Corte Ue chiamata a fornire indicazioni sulla natura e la portata dell’esonero per le prestazioni fornite da organismi senza fini di lucro a chi svolge attività o educazione fisica
La Corte di giustizia, con la sentenza pubblicata in data odierna, causa C-22/15, si è pronunciata sui limiti entro cui gli Stati membri possono subordinare la concessione a...
Giurisprudenza
recinto
La peculiarità dell’istituto consiste proprio nell’immediatezza con cui l’ufficio può procedere al recupero per violazioni presunte da dati affidabili acquisiti da organi esterni
L’Agenzia può procedere ad accertamento parziale anche se gli elementi segnalati dalla Guardia di finanza, posti a fondamento della pretesa, non presentano un elevato grado di...
Giurisprudenza
Anche alla luce delle nuove regole sulla confisca, l’esistenza di un piano rateale non esclude la misura cautelare, finalizzata a garantire l’intero pagamento delle somme dovute
Il generico impegno a versare all’Erario le imposte arretrate non basta a neutralizzare la confisca né il sequestro sui beni del contribuente: la confisca può essere disposta sui...
Giurisprudenza
I giudici di legittimità confermano inoltre l’indeducibilità delle spese sostenute dalla controllante per l’extra premio alla controllata in perdita, perché non inerenti all’attività
La tardiva fatturazione non può essere qualificata come mera violazione formale, bensì come trasgressione sostanziale: questo perché, tale comportamento arreca pregiudizio alle...
Giurisprudenza
La procedura particolare per contestare i ruoli di quegli uffici soppressi si applica esclusivamente ai ricorsi presentati prima dell’“avvento” del Dpr che ne ha decretato la chiusura
Una volta scomparsa la rete dei Centri di servizio, per il deposito in commissione dei ricorsi proposti - dopo il 25 aprile 2001 - avverso cartelle notificate a seguito di ruoli...
Giurisprudenza
immagine generica
Respinta l’interpretazione dell’indagato, secondo cui il delitto si ravviserebbe solo nell’ipotesi in cui i documenti contraffatti provengano da un soggetto diverso dall’utilizzatore
C’è reato di dichiarazione fraudolenta mediante l’uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti ogni volta che la falsità ricade sul contenuto della fattura, se...
Giurisprudenza
Non è figlia di un “giusto” processo la declaratoria d’inammissibilità che sanziona, sacrificando l’interesse ad agire in giudizio, una inesattezza facilmente individuabile
Non comporta inammissibilità dell’impugnazione allegare, in sede d’appello, una sentenza diversa da quella oggetto di ricorso: quando, infatti, gli elementi dell’atto consentono...
Giurisprudenza
bidone rifiuti differenziati
Illegittimo l’avviso di accertamento per inapplicabilità della categoria di attività stabilita dal regolamento comunale, ma tocca al giudice di merito individuare quella più consona
In materia di Tarsu, l’eventuale inapplicabilità della tariffa stabilita dall’ente impositore non legittima l’annullamento dell’atto: il giudice di merito deve individuare il...
Giurisprudenza
disegno infantile di una casa
Ciò che conta, per avere di nuovo diritto all’agevolazione “prima casa”, è soltanto l’assoluta inadeguatezza (determinata, ad esempio, da inagibilità) dell’immobile preposseduto
I benefici per l’acquisto della prima casa non spettano a chi possiede un altro alloggio non adatto a soddisfare, per dimensioni e caratteristiche complessive, le esigenze del...
Giurisprudenza
Avviso di accertamento a una società che ha omesso componenti positivi di reddito, pari alle note di credito che hanno diminuito il conto “ricavi per vendite e prestazioni”
Per giustificare gli sconti accordati ai clienti che portano a una riduzione dei ricavi, serve una prova documentale o verbale da parte del contribuente. L’avvenuta registrazione...
Giurisprudenza
Respinta la tesi secondo cui vale la data del ritiro del plico: adottando tale soluzione, si consentirebbe al contribuente, non recandosi all’ufficio, di impedire gli effetti della notifica
Quando l’Amministrazione finanziaria si avvale del servizio postale ordinario per l’invio degli atti tributari, in caso di mancato recapito della raccomandata all’indirizzo del...
Giurisprudenza
La funzione specifica del professionista non riguarda soltanto la tutela degli affari privati delle parti contraenti, ma anche gli interessi della collettività dei cittadini e, quindi, dell'Erario
Merita la sanzione disciplinare il notaio che, consapevole degli scopi elusivi del cliente, mette il suo sigillo su atti stipulati per ostacolare la riscossione delle imposte. La...
Giurisprudenza
Il gestore di telefonia mobile fattura periodicamente il canone addebitando all’utente, per gli stessi mesi, anche il tributo dovuto e segnala all’amministrazione finanziaria eventuali ritardatari
Nessun dubbio dalla normativa: il termine per il versamento della tassa di concessione governativa sui servizi telefonici cellulari e radiomobili coincide con quello pattuito per...
Giurisprudenza
Se consumatore finale, si instaura un rapporto privatistico con il cedente, tale per cui l’imposta sull’acquisto di beni o servizi destinati a quelle attività grava solo su di lui
In materia di Iva, soggetto legittimato a richiedere all’Amministrazione finanziaria il rimborso dell’imposta versata e, conseguentemente, obbligato a restituire la somma pagata a...
Giurisprudenza
catena
La nuova ipotesi di “sosta forzata” del giudizio tributario legato all’esito di un altro può essere anche disposta d’ufficio, senza istanza, ma servono i fatti a provare il nesso
La Commissione tributaria non può disporre la sospensione per pregiudizialità necessaria, prevista dall’articolo 39, comma 1-bis, del Dlgs 546/206, laddove non si riscontri un...
Giurisprudenza
Le modifiche al sistema di accertamento, visti gli effetti incisivi apportati alla sfera giuridica del contribuente, non sono da considerare mere norme di carattere procedimentale
Il nuovo redditometro ha effetto solo per gli accertamenti relativi ai periodi di imposta 2009 e seguenti, in virtù della chiara norma prevista dallo stesso decreto che l’ha...
Giurisprudenza
Corretta, inoltre, la procedura anche in presenza di un’eventuale difformità tra l’indirizzo indicato nell’atto e quello in cui il destinatario è stato effettivamente raggiunto
In caso di notifica tramite posta, l’atto si considera recapitato direttamente all’interessato, fino a querela di falso, quando dall’avviso di ricevimento, seppur firmato con...
Giurisprudenza
immagine di carta di credito
In tema di attività di verifica, lo Statuto del contribuente, nello stabilire obblighi informativi quando viene iniziata l'attività, non li contempla espressamente a pena di nullità
Il ritardo nella comunicazione al contribuente dell'estensione delle indagini (anche bancarie) a periodi d'imposta precedenti a quelli per i quali l'autorizzazione era stata...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino