Archivio Giurisprudenza

Le somme corrisposte ai collaboratori congiunti non rilevano come componenti negativi e non sono deducibili dal reddito d’impresa, non ricorrendo il requisito dell’inerenza
L’esborso che il titolare dell’impresa familiare effettua in favore del familiare, a titolo di liquidazione per la cessazione del rapporto partecipativo, non è deducibile dal reddito d’impresa, non trattandosi di un costo da cui derivi un pur potenziale ricavo. È quanto stabilito dalla Corte di cassazione, con la sentenza 6721/2017. [...]
La presunzione di cessione in nero opera, inoltre, anche con differenze inventariali negative minime, non vigendo una soglia minima del potere accertativo da parte del Fisco
immagine generica illustrativa con una calcolatrice che indica "zero"
Affinché le singole spese integrino il requisito dell'inerenza, necessario alla conseguente deducibilità fiscale, non è sufficiente che il relativo costo sia collegato in senso generico all'attività d'impresa svolta, ma è necessaria la correlazione con un'attività potenzialmente idonea a produrre utili (Cassazione, sentenza 6185/2017). [...]
L’ufficio recupera semplicemente gli importi calcolati ma non versati dal contribuente che, quindi, è già nelle condizioni di conoscere i presupposti di fatto e giuridici del ruolo
Non difetta di motivazione la cartella con cui il Fisco, a seguito di controllo formale o automatizzato, chiede il pagamento di imposte dichiarate e non versate. In tal caso, infatti, è sufficiente il richiamo alla dichiarazione dei redditi. Diversa è l’ipotesi in cui è una rettifica a determinare il ruolo (Cassazione, ordinanza 5371/2017). [...]
Giurisprudenza
Inoltre, l’adesione al condono previsto dalla legge 289/2002 non impedisce, come stabilisce la norma stessa, l’operatività dei controlli automatici e formali delle dichiarazioni
A differenza di quanto previsto per l’onere correlato alla perdita di avviamento commerciale di un immobile concesso in locazione, non è fiscalmente deducibile la somma pagata al...
Giurisprudenza
Per escludere ogni profilo di negligenza, bisogna provare di aver controllato l’operato del consulente o di essere stato vittima di un comportamento fraudolento da parte sua
È obbligo del contribuente far sì che la propria dichiarazione sia correttamente compilata e tempestivamente presentata: affidare a un commercialista il mandato a...
Giurisprudenza
edifici in costruzione
È la conclusione a cui è pervenuta la Corte di giustizia dell’Unione europea nell’ambito di una controversia che vede protagonisti un ente locale e l’Amministrazione finanziaria
Secondo la Corte di giustizia, il soggetto passivo che ha fatto costruire un edificio e lo ha venduto a un prezzo inferiore ai costi di costruzione, ha diritto alla detrazione...
Giurisprudenza
Il provvedimento può essere adottato se gli indizi, anche se emersi da un’attività di verifica amministrativa, fanno concretamente ipotizzare la realizzazione del reato contestato
La misura cautelare per dichiarazione infedele può essere adottata anche a seguito dei dati emersi dal verbale di constatazione della Gdf. L’inutilizzabilità del Pvc, per...
Giurisprudenza
immagine di postino con busta in mano
La regolamentazione positiva delle due modalità di invio previste presenta punti di contatto, ma anche alcune differenze, che generano anche vivaci dibattiti interpretativi
Oltre che tramite ufficiali notificatori abilitati, la notificazione degli atti tributari può essere eseguita anche "direttamente", vale a dire, senza intermediazione, dall'...
Giurisprudenza
servizi di radiodiffusione
Al centro della controversia, esaminata dai togati comunitari, una disposizione contenuta nella sesta direttiva e l’interpretazione della normativa comunitaria da parte degli eurogiudici
L’articolo 2, comma 1, della sesta direttiva 77/388/CEE, deve essere interpretato nel senso che un’attività di radiodiffusione pubblica, come quella di cui al procedimento...
Giurisprudenza
Corretto considerarla “plusvalenza” e legittimo, quindi, l’avviso di accertamento dell’ufficio. Né è annullabile la sentenza d’appello perché “fotocopia” di quella della commissione provinciale
In caso di mancata conclusione della vendita dell’immobile, la somma incassata a titolo di caparra ha natura risarcitoria ed è, quindi, assoggettabile a imposizione diretta. L’...
Giurisprudenza
fattura
La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione di una disposizione comunitaria nell’ambito di una controversia tra due società, con sede legale in Stati diversi
Per la Corte, è contraria all’articolo 35 del trattato sul funzionamento dell’Ue la normativa di un ente federato di uno Stato membro, che impone a tutte le imprese con sede di...
Giurisprudenza
Inoltre, la pronuncia fa stato, quanto ai tributi dello stesso tipo dovuti per gli anni successivi, solo per gli elementi che abbiano un valore “condizionante” inderogabile
Il giudicato nazionale non può avere efficacia in tema di Iva ove ciò impedisca il contrasto all’abuso del diritto e alla piena applicazione del sistema armonizzato dell’imposta e...
Giurisprudenza
autoveicolo
La domanda di pronuncia pregiudiziale, su cui si sono espressi gli eurogiudici, verte sul ricorso presentato dalla Commissione europea contro la normativa nazionale del Portogallo
Secondo gli eurogiudici, non è compatibile con il diritto comunitario la normativa di quello Stato membro che non tiene conto, nella determinazione del valore reale del veicolo...
Giurisprudenza
corte ue
È una delle conclusioni a cui sono giunti i giudici europei nel caso in cui il pro-rata di detrazione sia determinato applicando uno dei metodi derogatori previsti dalla direttiva 112 del 2006
Nel caso in cui il pro-rata di detrazione è calcolato, secondo le leggi nazionali, in base a uno dei metodi previsti dalle disposizioni comunitarie, gli Stati membri sono...
Giurisprudenza
corte ue
Gli eurogiudici chiamati a fornire chiarimenti sulle conseguenze fiscali derivanti dalla cessazione dell’attività economica riguardo ai beni relativi che danno diritto a una detrazione
Alla cessazione dell’attività economica il possesso “privato” dei predetti beni (c.d. autoconsumo) può costituire una cessione imponibile ai fini Iva e ciò vale indipendentemente...
Giurisprudenza
La notifica effettuata avvalendosi di un operatore diverso da Poste italiane è equiparabile alla consegna diretta tramite incaricato ed è considerata eseguita al momento della ricezione
Quando l’invio del ricorso tributario è eseguito mediante operatore postale privato, la data di spedizione non è assistita da fede privilegiata e il gravame è inammissibile...
Giurisprudenza
Il riferimento è a quelli familiari e d’imposta sui cui la Corte di giustizia è stata chiamata a pronunziarsi nell’ambito di una controversia tra Commissione europea e Regno Unito
Secondo la Corte di giustizia Ue, la disposizione contenuta nella normativa nazionale britannica, che fissa come requisito il diritto di soggiorno per la concessione di talune...
Giurisprudenza
immagine di una mano che tiene una piccola bilancia su un codice
La richiesta di un ulteriore versamento in caso di impugnazione respinta o dichiarata inammissibile o improcedibile non viola i principi di uguaglianza e di capacità contributiva
L'applicazione della norma in caso di appello improcedibile per assenza dell'appellante alle prime due udienze non crea disparità di trattamento rispetto all'ipotesi in cui, per...
Giurisprudenza
palazzo di giustizia
Per l’ordinamento nazionale, il confronto con l’amministrazione finanziaria va necessariamente instaurato soltanto nel caso in cui sia espressamente previsto dalla legge
L'omessa attivazione del contraddittorio endoprocedimentale non determina l’illegittimità dell’accertamento parziale, non c’è un obbligo normativo di convocazione. Quanto all...
Giurisprudenza
immagine di una fattura che esce da un monitor
Respinto il ricorso dell'imputato che riteneva illegittima la sentenza dei giudici d'appello basata esclusivamente sulle presunzioni derivanti dalle movimentazioni bancarie
Il reato di omessa dichiarazione può dirsi provato se i ricavi documentati dalle fatture emesse dal contribuente nei confronti di alcuni clienti trovano riscontro anche attraverso...
Giurisprudenza
Spetta al giudice nazionale valutare le circostanze rilevanti per stabilire se le merci possano essere considerate come “presentate in assortimenti condizionati per la vendita al dettaglio”
Merci presentate allo sdoganamento in imballaggi separati e poi imballate congiuntamente possono essere classificate in una sola voce tariffaria, qualora sia accertato che...
Giurisprudenza
locazione parti di una casa
La Corte di giustizia chiamata a fornire indicazioni sulla preferenza del metodo da adottare per il calcolo del diritto a detrazione Iva nell’ipotesi di locazione di diverse parti di un immobile
Per gli eurogiudici, nella locazione di più parti di un immobile, di cui alcune danno diritto a detrazione Iva e altre no, spetta al giudice del rinvio verificare se il...
Giurisprudenza
paperino in auto
Le questioni pregiudiziali, sottoposte all’attenzione degli eurogiudici, vertono sull’interpretazione di una disposizione normativa del trattato sul funzionamento dell’Unione europea
Non è contraria al diritto comunitario la tassa sui veicoli, usati e importati, di prima immatricolazione e su quelli già immatricolati ma di prima trascrizione. Lo è...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino