Archivio Giurisprudenza

Quando un soggetto è identificato ai fini dell’imposta sul valore aggiunto in più di uno Stato membro, deve considerarsi solo il codice con cui ha effettuato l’acquisto intracomunitario
Protagonisti della causa una società tedesca, il Fisco austriaco, le “operazioni triangolari” e la norma che esenta dall’imposta l’“acquirente/venditore” per l’acquisto nello Stato membro del luogo di destinazione del bene e, quindi, lo dispensa dall’identificazione in tale nazione dovendo assolvere l’Iva il secondo compratore, di altro Paese Ue. [...]
Nessuno spazio alle eccezioni di una compagine toscana, che invocava la detraibilità dell’imposta sul valore aggiunto relativa alle prestazioni rese fuori dal territorio dello Stato
L’indetraibilità Iva sugli acquisti si applica non solo alle attività di raccolta di scommesse, ma anche a quelle equiparabili a queste ultime, quali le “proposte di scommessa”, raccolte da società nazionali, da inoltrare a soggetti esteri. Lo ha precisato la Commissione tributaria provinciale di Firenze, con la sentenza n. 294 del 29 marzo scorso. [...]
In una controversia fra Stato italiano e due cittadini sardi, ampia discrezionalità al legislatore purché rispetti l’equilibrio fra tutela dei diritti dei singoli e interesse pubblico
La Corte europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali ha ritenuto del tutto accettabile (non proibitiva) la ritenuta fiscale quantificata nella misura del 20% del totale dell’indennità di esproprio accordata. Il prelievo impositivo è tale da non snaturare le sue finalità (Cedu, sentenza su ricorso 50821/2006). [...]
Giurisprudenza
corte ue
Al centro della controversia, esaminata dagli eurogiudici, un caso di inversione contabile che ha visto protagonisti un cittadino ungherese e l’Amministrazione fiscale nazionale
Le norme comunitarie non ostano a che l’acquirente di un bene sia privato del diritto a detrazione Iva indebitamente versata al venditore secondo fattura redatta in base alle...
Giurisprudenza
Valide le contestazioni del Fisco, se emergono elementi che non giustificano la disapplicazione degli Sds né convincono le motivazioni sostenute dal contribuente nel contraddittorio
È legittimo l’accertamento basato sugli studi di settore anche qualora l’impresa abbia perso la commessa di un cliente importante, ma nel contempo abbia aumentato nell’anno di...
Giurisprudenza
immagine di un gatto messo in punizione faccia al muro
L'applicazione del regime "punitivo" più vantaggioso per il contribuente, in seguito alle ultime modifiche legislative, non opera sempre in maniera automatica e generalizzata
Nell'ipotesi di successione nel tempo di norme sanzionatorie in relazione alla medesima fattispecie, il principio del favor rei non è automaticamente applicabile, perché è onere...
Giurisprudenza
immagine di mani sovrapposte
Se l'oggetto del ricorso riguarda inscindibilmente più soggetti, questi devono essere tutti parte nello stesso processo e la controversia non può essere decisa limitatamente ad alcuni di essi
Non ricorre un'ipotesi di litisconsorzio necessario nei giudizi instaurati separatamente dalla società di persone e dai soci, laddove le predette impugnazioni siano state comunque...
Giurisprudenza
immagine di un libro e una sveglia
L'inosservanza del termine dilatorio per l'emanazione dell'avviso di accertamento determina illegittimità dell'atto impositivo emesso ante tempus solo in caso di accesso in azienda
La notifica dell'accertamento prima di sessanta giorni dalla consegna del processo verbale di constatazione non invalida l'atto, se la verifica effettuata sul contribuente è stata...
Giurisprudenza
Tale tipologia di reato, per essere appurata, non richiede la “scansione” dettagliata di quello che è stato pianificato e attuato né la precisa indicazione delle persone offese
Il sequestro preventivo di denaro ai danni di un indagato per il reato di autoriciclaggio è legittimo anche se manca l’esatta individuazione del delitto presupposto. È, infatti,...
Giurisprudenza
L’adesione al trattamento agevolativo ha come effetto l’estinzione della controversia. Il contribuente deve chiedere al giudice il provvedimento di cessazione della materia del contendere
Per il principio di soccombenza virtuale, il ricorrente, che rinuncia al contenzioso con l’Amministrazione finanziaria perché ha rottamato le cartelle, paga comunque le spese di...
Giurisprudenza
Se non si può individuare preventivamente il documento utile all’accertamento del fatto e provvedendo a pronta restituzione appena sia decorso il tempo necessario per i controlli
Quando si indaga per un reato che richiede la ricostruzione del volume d’affari, è legittimo sequestrare l’intera contabilità relativa all’impresa. Perciò, se è contenuta in un...
Giurisprudenza
Legittimo l’accertamento basato sullo strumento per individuare le società di comodo trattandosi di un criterio di determinazione del reddito che esclude ogni discrezionalità
In materia di “non operative”, si considera di comodo una società del settore alberghiero gestita senza obiettivi di profitto concreti, mediante la locazione a terzi di un...
Giurisprudenza
Il criterio adottato ribadisce la strumentalità della forma, la cui inosservanza non è di per sé rilevante, ma lo diventa se il vizio compromette il raggiungimento dello scopo
Non è nulla la notifica dell’atto tributario con relata posta erroneamente, anziché in calce, sul frontespizio, se l’interessato non contesta la completezza e la conformità del...
Giurisprudenza
immagine di una mano che sfoglia pratiche
Crollata l’impalcatura difensiva fondata sul fatto che il professionista non aveva guadagnato nulla dal rapporto con la società “assistita” e che ciò escluderebbe il dolo contestato
Quando l’indebita compensazione di un credito d’imposta mai riconosciuto è determinata dall’inganno compiuto dal commercialista, si può ravvisare l’esistenza di un’ipotesi di...
Giurisprudenza
Può essere ritenuto responsabile dell’omesso adempimento se, al momento di riprendere in consegna i beni, sapeva che il regime di transito non si era concluso correttamente
La nozione di spedizioniere, il quale ha l’obbligo di presentare le merci intatte all’ufficio doganale di destinazione, va interpretata nel senso che essa designa ogni persona,...
Giurisprudenza
Per controbattere alla maggiore capacità contributiva rilevata dall’ufficio, è necessario provare non solo l’esistenza di redditi esenti, ma anche un’entità e un periodo di possesso adeguati
In caso di accertamento basato sul “vecchio redditometro”, a giustificare il contrasto tra spese sostenute e reddito dichiarato non basta la dimostrazione dell’esistenza di...
Giurisprudenza
L’esenzione goduta in servizio non si riverbera necessariamente sugli emolumenti previdenziali: di volta in volta, va analizzata la normativa per comprendere i casi di applicabilità
Laddove sia prevista una particolare agevolazione per un emolumento da lavoro dipendente, ciò non vuol dire che essa si trasmetta in automatico al reddito da pensione. In mancanza...
Giurisprudenza
Ciò in quanto, rilevando il volume d’affari del soggetto passivo, va considerata quella esercitata in concreto e non quella previamente e formalisticamente definita dallo statuto
In materia di imposta sul valore aggiunto, per valutare l’inclusione o meno di determinate operazioni nel calcolo del pro-rata di indetraibilità, occorre considerare l’attività...
Giurisprudenza
buste che volano
Lo scopo è raggiunto se il destinatario riceve comunque notizia della giacenza del plico presso la casa comunale: lo conferma il tempestivo ricorso proposto contro l’atto
La notificazione, eseguita ai sensi dell’articolo 140 cpc, è valida quando, nonostante l’omessa affissione dell’avviso di deposito alla porta di casa, l’interessato abbia ricevuto...
Giurisprudenza
I precetti costituzionali, in linea di principio, non esprimono un divieto assoluto all’introduzione di rimedi amministrativi che possano ritardare l’accesso all’azione giudiziaria
A circa sei anni dall’introduzione della mediazione tributaria, si vuole fare il punto sull’istituto, con riguardo alle pronunce in materia della Corte costituzionale. Tale...
Giurisprudenza
corte ue
Gli eurogiudici si sono pronunziati in via definitiva sulla portata del principio del ne bis in idem, in base al quale nessuno può essere giudicato o punito due volte per lo stesso fatto
Secondo la Corte di giustizia, l’irrogazione di sanzioni tributarie e penali non costituisce una violazione del principio del ne bis in idem, qualora le sanzioni riguardino...
Giurisprudenza
immagine illustrativa con bimba che riceve regalo
È pratica comune che i genitori spesso concorrono di fatto alle spese di gestione della vita familiare dei figli, ma all'ufficio fiscale bisogna esibire idonea prova documentale
Se il contribuente deduce che la spesa per l'acquisto di un immobile è frutto di una liberalità da parte dei genitori, la presunzione per la determinazione sintetica del reddito...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino