Archivio Giurisprudenza

Quando un soggetto è identificato ai fini dell’imposta sul valore aggiunto in più di uno Stato membro, deve considerarsi solo il codice con cui ha effettuato l’acquisto intracomunitario
Protagonisti della causa una società tedesca, il Fisco austriaco, le “operazioni triangolari” e la norma che esenta dall’imposta l’“acquirente/venditore” per l’acquisto nello Stato membro del luogo di destinazione del bene e, quindi, lo dispensa dall’identificazione in tale nazione dovendo assolvere l’Iva il secondo compratore, di altro Paese Ue. [...]
Nessuno spazio alle eccezioni di una compagine toscana, che invocava la detraibilità dell’imposta sul valore aggiunto relativa alle prestazioni rese fuori dal territorio dello Stato
L’indetraibilità Iva sugli acquisti si applica non solo alle attività di raccolta di scommesse, ma anche a quelle equiparabili a queste ultime, quali le “proposte di scommessa”, raccolte da società nazionali, da inoltrare a soggetti esteri. Lo ha precisato la Commissione tributaria provinciale di Firenze, con la sentenza n. 294 del 29 marzo scorso. [...]
In una controversia fra Stato italiano e due cittadini sardi, ampia discrezionalità al legislatore purché rispetti l’equilibrio fra tutela dei diritti dei singoli e interesse pubblico
La Corte europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali ha ritenuto del tutto accettabile (non proibitiva) la ritenuta fiscale quantificata nella misura del 20% del totale dell’indennità di esproprio accordata. Il prelievo impositivo è tale da non snaturare le sue finalità (Cedu, sentenza su ricorso 50821/2006). [...]
Giurisprudenza
Dal versamento diretto nelle casse dell’Ase all’istituzione del Comitato di indirizzo regionale, ecco i principali no e sì dei giudici costituzionali alla legge regionale sulla fiscalità
Dopo il ricorso governativo di inizio anno, arriva l’articolata pronuncia 245/2017 della Corte costituzionale, che “salva” il raccordo con le strutture statali per la verifica...
Giurisprudenza
Secondo i giudici europei il termine previsto dalla normativa interna non è contrario ai principi di equivalenza e di effettività e consente al contribuente di far valere i propri diritti
È legittimo il no al rimborso dell’Iva eccedente pagata da un soggetto passivo d’imposta se l’istanza è presentata dopo la scadenza del termine prescrizionale previsto dalla...
Giurisprudenza
La Corte Ue ha statuito tenendo costantemente presenti i principi della neutralità dell’imposta sul valore aggiunto e della parità di trattamento prevista dal diritto comunitario
Per gli eurogiudici, lo sconto sulla cessione di medicinali praticato, in forza di una legge nazionale tedesca, da un’azienda farmaceutica a un’assicurazione sanitaria privata,...
Giurisprudenza
La promozione dei farmaci e il sostegno all’immagine delle case farmaceutiche sono attività rivolte solo a informare il professionista della natura e dell’utilità dei prodotti stessi
Non è ammessa la deducibilità dal reddito né la detrazione Iva per le spese di organizzazione di convegni medici, sostenute da una srl dedita alla produzione di dispositivi...
Giurisprudenza
Soltanto tre persone, tra l’altro i due maggiori azionisti legati anche da vincolo familiare, che si suppone abbiano un rapporto di solidarietà e di reciproco controllo degli affari
È valida la presunzione di spartizione degli utili extra-bilancio accertati in capo alla società di capitali con ristretto numero di partecipanti, in quanto un tale assetto fa...
Giurisprudenza
La controversia verte sulla possibile nullità dell’accordo sottoscritto da due società e in particolare sui limiti dell’autonomia negoziale dei privati rispetto alle norme costituzionali
La Cassazione, con l’ordinanza 28437/2017, ha rimesso al primo presidente, per l’eventuale assegnazione alle sezioni unite, il caso relativo alla validità di una clausola,...
Giurisprudenza
Non si può pretendere che uno Stato membro, quando chiede di “contravvenire” alla sesta direttiva, specifichi tutti gli aspetti fattuali e giuridici relativi alla situazione da rimediare
I giudici comunitari ritengono legittima la deroga per cui la base imponibile Iva viene calcolata tenendo conto del valore di vendita al dettaglio, in caso di prodotti forniti a...
Giurisprudenza
Accolto il ricorso dell’Agenzia e confermata dai giudici di legittimità, anche alla luce della nuova normativa, la non emendabilità della dichiarazione dopo il controllo del Fisco
La notifica dell’atto di accertamento esclude la possibilità di correggere l’irregolarità rilevata tramite la presentazione di una dichiarazione integrativa. Se fosse possibile...
Giurisprudenza
La decisione della Cassazione è pienamente in linea con il diritto comunitario e con quanto costantemente ribadito anche dalla giurisprudenza della Corte di giustizia europea
L’esenzione dall’accise è confinata esclusivamente alle ipotesi in cui, per caso fortuito o forza maggiore o per perdite inerenti alla natura stessa del bene, il prodotto non...
Giurisprudenza
In base alla norma vanno imputati al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti quando si prova che egli ne è l’effettivo possessore per interposta persona
La donazione di un terreno a un congiunto, poco prima della vendita del medesimo terreno effettuata da questi nei confronti di un terzo, è elusiva. Ne consegue l’inopponibilità...
Giurisprudenza
Seppure confermativa della validità della pretesa tributaria, la pronuncia in questione diviene un nuovo titolo esecutivo e soggiace alla sola regola della prescrizione ordinaria
In caso di notifica di cartella esattoriale fondata su una pronuncia passata in giudicato, relativa a un atto impositivo, è applicabile il termine di prescrizione decennale...
Giurisprudenza
Via libera alla confisca dei beni nei confronti dei contribuenti dediti in modo continuativo a condotte elusive degli obblighi fiscali che sono espressione di pericolosità sociale
Intervenendo sulla questione dell’applicabilità delle misure di prevenzione reali previste dal Codice delle leggi antimafia, la Cassazione rafforza un caposaldo della separazione...
Giurisprudenza
Superata la limitazione del previgente testo normativo che consentiva soltanto all’esattore di avvalersi della procedura che prevede l’invio dell’atto per posta con ricevuta Ar
È, infatti, l’avviso di ricevimento a garantire l’esatta individuazione del destinatario della cartella di pagamento e a fare fede della spedizione da parte del soggetto...
Giurisprudenza
L’ufficio finanziario è tenuto a riscontrare la coerenza fra le diverse operazioni realizzate, pertanto, non è sufficiente che tali documenti siano correttamente registrati in contabilità
Ai fini della deduzione dei costi e della detrazione dell’Iva assolta sugli acquisti di beni e servizi, la fattura – per costituire elemento probatorio a favore dell’impresa –...
Giurisprudenza
Per la norma vanno assoggettati a imposta proporzionale gli atti dell’autorità giudiziaria “recanti condanna al pagamento di somme o valori, ad altre prestazioni o alla consegna di beni …
Sulla quota di interessi riconosciuti in una sentenza di condanna a favore di un istituto di credito è legittima l’applicazione dell’imposta di registro con aliquota proporzionale...
Giurisprudenza
I giudici regionali fiorentini hanno ribadito che, ai fini del riconoscimento della deduzione delle spese di rappresentanza della società, il requisito va sottoposto a rigorosa verifica
L’acclarato utilizzo di un’imbarcazione da diporto quasi esclusivamente per finalità personali e solo occasionalmente per ospitare personalità di rilievo, conduce inevitabilmente...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino