Archivio Giurisprudenza

L’imprenditore, amministratore di due società debitrici per importi particolarmente ingenti, aveva trasferito all’estero le aziende, liquidandole e chiudendole in poco tempo
Il reato di sottrazione fraudolenta si configura anche nel caso in cui è possibile esperire il pignoramento presso terzi, atteso che il contribuente si è comunque intenzionalmente spogliato del proprio patrimonio, ponendo in essere atti e condotte che hanno determinato l’impossibilità ad aggredirlo direttamente (Cassazione, 40240/2018). [...]
Deduzione legittima solo se il requisito della inerenza, prescritto dal Tuir, è dimostrato da idonea attestazione tecnico-contabile e dalla inesistenza di duplicazione di costi
La prova dell’inerenza dei servizi prestati dalla società partecipante non residente alla società partecipata residente sussiste quando natura, composizione e funzionalità all’attività di questa risultino dai prospetti redatti dalla capogruppo e certificati da società internazionale di revisione (Cassazione, sentenza n. 12285/2018). [...]
La “noncuranza” va intesa come un vero e proprio disinteresse alla prosecuzione della lite che non può essere accostato alla consapevole decisione di non continuare la controversia
Il ricorso presentato dal contribuente contro la pronuncia sfavorevole resa nei confronti della curatela fallimentare può essere considerato ammissibile soltanto nell’ipotesi in cui gli organi fallimentari siano rimasti totalmente inerti. È il principio ribadito dalla Corte di cassazione con la pronuncia 21602 del 4 settembre 2018. [...]
Giurisprudenza
La nullità o l’annullabilità dell’atto di alienazione di un immobile non dispensa, in ogni caso, dall’effettuazione delle dovute formalità e dal pagamento delle relative imposte
In tema di Registro, la sentenza che dichiara l’invalidità dell’atto di compravendita di un immobile adibito a usi civici non incide sull’obbligo di chiederne la registrazione, né...
Giurisprudenza
Poche parcelle emesse ed esiguo reddito dichiarato, a fronte di numerose prestazioni, anche di non modico valore, rese dinanzi a giudici di pace e tribunali, sia civile sia amministrativo
L’omessa fatturazione da parte dell’avvocato dei corrispettivi conseguiti nello svolgimento della professione giustifica l’accertamento di maggiori redditi, non essendo credibile...
Giurisprudenza
Il debitore deve accantonare le risorse necessarie per l’adempimento dell’obbligazione tributaria e anche adottare tutte le iniziative per provvedere alla corresponsione del tributo
L’omesso versamento dell’Iva può essere attribuito a forza maggiore solo quando derivi da fatti non imputabili all’imprenditore, a cui lo stesso non abbia potuto porvi rimedio per...
Giurisprudenza
La Ctr di Firenze fornisce un importante contributo per l’interpretazione della normativa relativa ai componenti negativi in caso di fornitori residenti in Stati a fiscalità privilegiata
Per dimostrare l’attività commerciale, non basta l’esistenza formale dell’impresa, potrebbe trattarsi di una copertura per lo svolgimento di operazioni elusive. Occorre una valida...
Giurisprudenza
L’adesione al regime non sottrae l’imprenditore, in deroga al divieto sancito dall’articolo 9, dalla responsabilità penale per i delitti previsti dagli articoli 2 e 8 del Dlgs 74/2000
In caso di false fatturazioni tra società dello stesso gruppo, le singole dichiarazioni reddituali delle imprese consolidate sono inficiate da “elementi passivi fittizi” e da...
Giurisprudenza
Si tratta di un’iniziativa volta ad accrescere il prestigio e l’immagine della società e a potenziarne lo sviluppo, senza finalità direttamente connesse all’incremento delle vendite
I costi sostenuti per esporre il proprio marchio sulle auto da corsa costituiscono spese di rappresentanza, e non di pubblicità, se la società produttrice di macchinari per l’...
Giurisprudenza
Il particolare meccanismo di “transito” dei fascicoli di parte, con tutto il loro contenuto, in quello d’ufficio, garantisce comunque l’esercizio del diritto di difesa del contribuente
Nel processo tributario, ogni documento, anche se prodotto tardivamente in primo grado, è inserito nel fascicolo di parte e, quindi, automaticamente anche in quello d’ufficio e,...
Giurisprudenza
Legittimo l’avviso di accertamento firmato dal “sostituto” del direttore, nel caso in cui ambiti e limiti di competenza siano stati ben definiti ed esattamente individuabile l’incaricato
È conforme ai requisiti fissati dalla norma che regola l’istituto, l’ordine di servizio che indica il nome del delegato alla firma e l’oggetto dell’incarico. Viceversa, è nullo il...
Giurisprudenza
All’attenzione dei togati comunitari la normativa francese e la sua eventuale compatibilità con la direttiva fusioni e con il principio di libertà di stabilimento, ex articolo 49 Tfue
La Corte Ue ritiene conforme al diritto europeo la norma che colloca in differimento di imposta, alla data della successiva cessione dei titoli ricevuti, la plusvalenza...
Giurisprudenza
Il termine di decadenza del diritto alla detrazione, previsto dalla disciplina interna, non deve rendere praticamente impossibile – o eccessivamente difficile – l’esercizio dello stesso
La normativa di uno Stato membro che, per scadenza dei tempi di presentazione della domanda di rimborso Iva, nega il diritto al recupero, nell’ipotesi in cui l’imposta è stata...
Giurisprudenza
Nel delineare i limiti al principio generale del ne bis in idem, la Corte Ue sottolinea la necessità di un equilibrio tra severità del meccanismo afflittivo e gravità del reato contestato
La normativa italiana in materia di sanzioni tributarie, che prevede la possibilità di instaurare un procedimento penale per omesso versamento Iva nei confronti di un imputato al...
Giurisprudenza
È illegittimo ed elusivo il comportamento della società estera che fraziona la singola operazione in diversi segmenti allo scopo di maturare un indebito credito d’imposta
In un’operazione complessa realizzata dal rappresentante fiscale, la società estera non può acquistare beni, applicando il regime Iva ordinario e, in un secondo momento,...
Giurisprudenza
Irrilevante la produzione della denuncia penale in giudizio, occorre valutare se potenzialmente i fatti contestati dall’ufficio possono integrare uno degli illeciti fiscali
Legittima la notifica dell’accertamento oltre il termine ordinario di decadenza, in presenza di una notizia criminis di natura fiscale astrattamente configurabile, essendo...
Giurisprudenza
Salva la validità degli atti affetti da presunte violazioni procedurali, dove dall’astratta inosservanza della norma non sia derivato alcun pregiudizio nei confronti dell’“avversario”
La notifica del ricorso introduttivo su supporto cartaceo e la conseguente costituzione in giudizio del ricorrente con modalità tradizionali, non vincola il resistente a...
Giurisprudenza
Ammessa la riscossione differita solo a condizione che il contribuente trasferitosi nello Stato elvetico costituisca delle garanzie volte ad assicurare il recupero delle imposte
Valida la tassazione immediata delle plusvalenze latenti relative a partecipazioni detenute dal cittadino francese che trasferisce la residenza in Svizzera e mantiene l’...
Giurisprudenza
Rientra tra “altri documenti” previsti dal legislatore, con rilievo probatorio ai fini Iva, se relativi a cessioni e prestazioni di servizi intracomunitarie in realtà non effettuate
Risponde penalmente chi emette Cmr per operazioni inesistenti. I documenti di trasporto internazionale, infatti, chiarisce la Cassazione con la sentenza 9453/2018, possono essere...
Giurisprudenza
immagine con alcuni taxi
In un contesto notoriamente caratterizzato da un numero limitato di autorizzazioni rilasciate è evidente che i trasferimenti di titolarità delle stesse vengano effettuati a titolo oneroso
La licenza per l'esercizio del servizio di taxi è un bene primario, utile per svolgere l'attività di trasporto di persone, e la sua "vendita" realizza una plusvalenza che concorre...
Giurisprudenza
Al credito d’imposta, introdotto nel 2006, è stato posto successivamente un limite, che ha reso indispensabile operare una selezione dei contribuenti da ammettere al beneficio
L’amministrazione finanziaria può revocare legittimamente i benefici fiscali quando una norma successiva introduca un tetto massimo per i crediti di imposta già maturati dai...
Giurisprudenza
Secondo la normativa Ue i prodotti destinati alla somministrazione di energia fruiscono dello sconto anche se sono utilizzati per la produzione combinata con il calore
L’obbligo di esentare i prodotti energetici utilizzati per la produzione di elettricità,  previsto dall’14, paragrafo 1, lettera a), prima frase, della direttiva 200319/96,...
Giurisprudenza
Tra l’altro la configurazione delle ipotesi criminose e la determinazione delle relative condanne costituiscono materia affidata al legislatore. Infondata la questione di costituzionalità
Corretto, per la Consulta, prevedere la sussistenza di diverse soglie di punibilità per i reati di indebita compensazione e di infedele dichiarazione, in quanto fattispecie...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino