Archivio Giurisprudenza

Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
Ai fini della determinazione delle imposte sui redditi, sono interamente deducibili tutti i costi e le spese relative ai soli veicoli strumentali “strictu sensu” e, cioè, indispensabili all’esercizio dell’attività d’impresa, rispetto ai quali l’uso promiscuo non è né presunto né consentito. Lo ha chiarito la Cassazione nell’ordinanza n. 31031/2018. [...]
Il prelievo fiscale sui redditi prodotti oltralpe che non concorrono alla formazione del reddito complessivo nazionale, quindi della base imponibile, non dà diritto a detrazione
L’importo detraibile dal percettore degli utili esteri è solo quello delle imposte assolte nel Paese straniero sulla percentuale degli utili che concorrono a formare reddito imponibile anche in Italia: 40% in caso se percepiti da società con sede in Paesi extracomunitari, 5% per quelli percepiti da società con sede in Paesi comunitari (Cassazione, 18400/2018). [...]
È da considerarsi soggetto passivo ai fini dell’Iva l’imprenditore che esercita la propria attività in modo indipendente, sopportandone individualmente il relativo rischio
immagine di una sveglia
Non risponde a questa nozione l’associazione temporanea d’impresa, che designa un raggruppamento di più aziende, le quali, per aggiudicarsi un appalto, presentano un’offerta unitaria; non ravvisandosi però un unitario soggetto passivo, non è consentito all’associazione assolvere l’Iva con il metodo del reverse charge (Cassazione, 30354/2018). [...]
Giurisprudenza
L’inattendibilità della contabilità aziendale che legittima l’ufficio a procedere ad accertamento induttivo può fondarsi anche su documentazione extracontabile reperita presso terzi
La rettifica del reddito d’impresa è ammessa anche quando l’incompletezza della dichiarazione risulta dai verbali relativi a ispezioni eseguite nei confronti di altri contribuenti...
Giurisprudenza
La norma non tassa indiscriminatamente tutti gli incassi illeciti, ma solo quelli che possiedono caratteristiche atte a farli rientrare in una delle categorie previste dal Tuir
L’Amministrazione finanziaria può accertare maggiori redditi derivanti da proventi illeciti e, quindi, i guadagni di una attività usuraria possono essere tassati, in particolare...
Giurisprudenza
Una pronuncia della Corte suprema ha chiarito quali sono i termini di applicazione, con particolare riferimento a un caso di prestazione di servizi di vigilanza remunerata
Le prestazioni effettuate dai consorzi in favore dei propri associati costituiscono operazioni imponibili e reddito d’impresa, anche laddove rientrino nell’ambito dei compiti...
Giurisprudenza
Una diversa interpretazione contrasterebbe con i principi fondativi del sistema dell’Iva e potrebbe compromettere la libera circolazione degli oggetti d’arte e falsare la concorrenza
Un soggetto passivo-rivenditore può applicare il regime del margine a una cessione di oggetti d’arte che gli sono stati ceduti a monte, nell’ambito di un’operazione...
Giurisprudenza
All’attenzione dei giudici europei la controversia tra il Fisco tedesco e una società che presta servizi di agenzia sportiva, collocando i propri giocatori in cambio di provvigioni
Per le prestazioni di servizi che comportano pagamenti successivi, il fatto generatore e, quindi, l’esigibilità dell’Iva, si considerano verificati, sulla base di un principio di...
Giurisprudenza
È possibile intervenire preventivamente sulle quote societarie appartenenti a persona estranea alla frode, qualora sussista un nesso di strumentalità con il delitto contestato
Legittimo il “sequestro a cascata” delle quote di società riconducibili all’indagato per frode fiscale. Infatti, il sequestro preventivo può essere applicato anche ai beni nella...
Giurisprudenza
Le registrazioni delle telefonate, avvenute tra la persona offesa e il soggetto che ha incassato il cash, possono avvalorare l’apparato indiziario nei confronti dell’accertato
Una denuncia penale poi archiviata, corredata dalle “sbobinature” delle conversazioni da cui si desume un passaggio di contante in nero che coinvolge il socio di una Sas (si...
Giurisprudenza
Se i verificatori argomentano il controllo riferendosi agli indirizzi di programma annuali ovvero al settore economico di interesse, non si configura la nullità dell’accertamento
È legittimo l’accesso effettuato sulla base di un incarico generale, senza entrare nel dettaglio delle ragioni sottostanti all’avvio della verifica, perché tale inosservanza non...
Giurisprudenza
L’importo fatturato dalla società al cliente in caso di risoluzione prima del periodo minimo di vincolo è già determinato nel contratto e costituisce parte integrante del prezzo totale
Le somme percepite per la risoluzione anticipata di un contratto sono considerate come remunerazione di una prestazione di servizi resa a titolo oneroso e, in quanto tale,...
Giurisprudenza
Sotto i riflettori, la legge francese e la convenzione franco-belga contro le doppie imposizioni: per i togati comunitari, c’è restrizione alla libera circolazione dei capitali
Censurata la norma secondo cui i dividendi distribuiti da una società residente sono assoggettati a ritenuta alla fonte se percepiti da una società non residente, mentre, se...
Giurisprudenza
L’utilizzo del metodo analitico-induttivo, fondato sulle gravi divergenze fra redditi dichiarati e stimati, non interferisce con i principi di proporzionalità e neutralità dell’imposta
Non contrasta con le regole unionali la normativa che consente al Fisco di rettificare il volume d’affari in base a studi settoriali, purché sia riconosciuta al contribuente la...
Giurisprudenza
Il criterio di neutralità e proporzionalità dell’imposta va sempre rispettato anche in presenza di errori formali, ma non possono esserci incertezze sulle condizioni sostanziali
Per gli eurogiudici, il contribuente che non fornisce la prova documentale dell’Iva assolta a monte attraverso la produzione di fatture o di altro documento equipollente, non può...
Giurisprudenza
La maggiore “vicinanza” ai fatti di chi ha realizzato la compravendita costituisce la logica alla base della posizione della giurisprudenza di legittimità sull’onere probatorio
In tema di transfer pricing, spetta al contribuente dimostrare la rispondenza al valore normale della transazione effettuata; al Fisco basta appurare lo scostamento secondo un...
Giurisprudenza
Risponde in ogni caso della trasmissione di dati di gioco difformi da quelli realizzati, in quanto è diretto referente dell’amministrazione e ha il controllo giuridico degli apparecchi
Per le annualità ante 2009, in caso di esercizio illecito degli apparecchi di intrattenimento e divertimento, il concessionario di rete è sempre responsabile per il Preu evaso: in...
Giurisprudenza
La presenza in casa e la disponibilità a ricevere il plico comporta la ragionevole presunzione che il consegnatario porterà sollecitamente la cartella nelle mani del diretto interessato
Valida la notifica eseguita presso il domicilio del destinatario a persona che si qualifica, mentendo, come sua moglie. La qualità di soggetto abilitato alla ricezione si presume...
Giurisprudenza
L’erogazione è avvenuta entro un termine ridotto, funzionale a controlli e verifiche da parte dell’amministrazione finanziaria, senza far correre rischi finanziari al soggetto passivo
In caso di ritardato rimborso Iva, spettano gli interessi di mora fino al pagamento effettivo, salvo che per il periodo complessivo massimo di sessanta giorni, che decorrono dalla...
Giurisprudenza
A fare la differenza, l’indeterminatezza del programma criminoso. Rilevante anche la struttura organizzativa, sia pur minima, ma idonea a realizzare gli obiettivi fraudolenti
Al commercialista che partecipa attivamente all’attuazione di un disegno criminoso reiterato e indeterminato, affiancato da persone con le quali ha stretto un vincolo associativo...
Giurisprudenza
La norma sulla motivazione per relationem stabilisce che l’atto richiamato sia accluso soltanto se non conosciuto dal contribuente e se non ne è riprodotto il contenuto essenziale
È legittimo l’avviso di accertamento notificato al curatore del fallito e motivato mediante rinvio al processo verbale di constatazione notificato al contribuente ancora in bonis...
Giurisprudenza
Pur ammettendo una parziale finalità di natura extra-tributaria, il dolo specifico può concorrere con essa, laddove comporti l’ottenimento di un indebito vantaggio fiscale
Si configura il reato di falsa fatturazione anche quando i documenti vengono emessi per scopi extra-tributari come, ad esempio, mantenere l’azienda operativa o creare una...
Giurisprudenza
Non rileva il fatto che l’indennità sia stata corrisposta tramite una mera movimentazione finanziaria in sede di redazione del bilancio dell’ente destinatario del provvedimento coattivo
Il trasferimento della proprietà di un bene immobile da un soggetto passivo (Comune) in favore dell’Erario a seguito di un’espropriazione disposta dalla Pubblica amministrazione...
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino