Attualità
730 precompilato: c’è più tempo
per inviare le spese sanitarie
Medici, farmacie e strutture avranno la possibilità di trasmettere le informazioni fino a martedì 9 febbraio, senza alcuna conseguenza sul calendario dei lavori sulla dichiarazione 2016
730 precompilato: c’è più tempo|per inviare le spese sanitarie
In attesa della formalizzazione della proroga, l’Agenzia delle Entrate anticipa agli operatori interessati (medici, farmacie, strutture sanitarie, eccetera) che avranno nove giorni in più, rispetto alla scadenza prevista del 31 gennaio (provvedimento 31 luglio 2015), per inviare al “Sistema tessera sanitaria” i dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel 2015 per prestazioni non erogate o erogate parzialmente (vedi “Spese mediche nella precompilata: sì dal 2016, con l’ok del Garante”).
 
Nove giorni in più per l’invio dei dati…
La concessione di questo extra-time va incontro alle esigenze rappresentate dagli Ordini professionali e dalle associazioni di categoria, anche in considerazione della novità dell’adempimento, grazie al quale i contribuenti potranno trovare già inserite nel proprio 730 precompilato le spese mediche sostenute nell’anno precedente.
Lo slittamento al 9 febbraio, comunque, non comporterà alcuna modifica al calendario di presentazione della dichiarazione da parte dei contribuenti che, pertanto, rimane invariato.
 
… altrettanti per opporsi al loro utilizzo
Conseguentemente, slitta di nove giorni, cioè al 9 marzo, il termine entro il quale i contribuenti potranno manifestare all’Agenzia delle Entrate opposizione all’utilizzo dei dati delle spese sanitarie sostenute nel 2015 per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.
In tal modo, non viene alterato il sistema di tutela della privacy approvato, in base al quale è possibile esprimere il proprio rifiuto all’utilizzo di quelle informazioni direttamente alla stessa Agenzia, fino al prossimo 31 gennaio, tramite l’apposito modello, scaricabile da internet e disponibile anche in formato editabile, ovvero, dal 10 febbraio al 9 marzo, accedendo all'area autenticata del sito www.sistemats.it.
r.fo.
pubblicato Giovedì 21 Gennaio 2016

I più letti

L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
immagine di un cronometro su un calendario
È possibile suddividere il pagamento con F24 fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo (senza applicazione di sanzioni e interessi) a decorrere dalla stessa data
Le applicazioni informatiche consentono di predisporre i file e verificare la presenza di possibili errori nei dati inseriti. Il sistema, inoltre, garantisce l’utilizzo della versione più aggiornata dei programmi
Circa 60mila, tra vecchi e nuovi iscritti, gli aspiranti destinatari di una quota dell’Irpef. Prossima tappa, per i neocandidati, la presentazione della dichiarazione sostitutiva
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino