Attualità
730/2016: ritocchi e aggiornamenti
per istruzioni e specifiche tecniche
Due nuovi codici identificativi per la detrazione d’imposta relativa agli interventi di riqualificazione energetica. Riguardano le schermature solari e i climatizzatori a biomasse
matite colorate
Modificate, con il provvedimento del 9 marzo 2016, le istruzioni al modello 730/2016 approvate lo scorso 15 gennaio.
Gli interventi, oltre a correggere piccole sviste intercettate dopo la pubblicazione del modello sul sito dell’Agenzia, hanno dovuto tener conto delle risposte che l’Agenzia delle Entrate ha fornito, con la circolare 3/E del 2 marzo 2016, ad alcuni quesiti posti dai Caf.
In particolare, da segnalare, a pagina 59 delle istruzioni, alla colonna 1 dei righi da E61 a E63, l’aggiunta di due specifici codici (“5” e “6”) per identificare altrettante nuove tipologie di interventi, ammessi alla detrazione del 65% a partire dall’anno d’imposta 2015. Siamo, infatti, nella sezione IV, riservata alle opere finalizzate al risparmio energetico, per le quali è riconosciuta lo sconto d’imposta. Nel dettaglio, il codice “5” individua l’acquisto e posa in opera di schermature solari a protezione di superfici vetrate, mentre il “6” va riferito alle spese per l’acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.
A cascata, le modifiche di pagina 60, che hanno comportato l’integrazione dell’elenco puntato riguardante la colonna 8 (“importo spesa”) con i tetti di spesa agevolabili relativi ai nuovi codici (rispettivamente, 92.307,69 euro e 46.153,84 euro).
 
Sono affidate, invece, a un distinto provvedimento, ugualmente del 9 marzo 2016, le modifiche alle specifiche tecniche di trasmissione, che hanno riguardato, anche in questo caso, il modello 730/2016. Le rettifiche, tra l’altro, hanno recepito le segnalazioni pervenute dai Caf e dalle associazioni di categoria.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 9 Marzo 2016

I più letti

L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
immagine di un cronometro su un calendario
È possibile suddividere il pagamento con F24 fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo (senza applicazione di sanzioni e interessi) a decorrere dalla stessa data
Circa 60mila, tra vecchi e nuovi iscritti, gli aspiranti destinatari di una quota dell’Irpef. Prossima tappa, per i neocandidati, la presentazione della dichiarazione sostitutiva
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino