Attualità
Agevolazioni autotrasportatori:
arriva la conferma per il 2017
Stabiliti gli importi delle deduzioni forfetarie dal reddito d’impresa e del credito d’imposta per i contributi versati al servizio sanitario nazionale sui premi assicurativi per la responsabilità civile
Agevolazioni autotrasportatori: |arriva la conferma per il 2017
In materia di autotrasporto, sono confermate, per l’anno in corso, le stesse agevolazioni fiscali riconosciute per il 2016, definite dal dipartimento delle Finanze del Mef sulla base delle risorse disponibili.
 
Per quanto riguarda la deduzione forfetaria per spese non documentate (articolo 66, comma 5, primo periodo, del Tuir), è ribadito l’importo di 51 euro per ogni trasporto effettuato personalmente dall’imprenditore oltre il territorio comunale in cui ha sede la ditta (autotrasporto merci per conto di terzi).
La deduzione è fruibile anche per i trasporti all’interno del comune, purché personalmente effettuati dall’imprenditore, ma in misura ridotta, pari al 35% dell’importo (51 euro) spettante per quelli extra-comunali.
 
La deduzione forfetaria va riportata nei quadri RF (per le imprese in contabilità ordinaria) e RG (per le imprese in regime di contabilità semplificata) dei modelli Redditi Pf 2017 e Redditi Sp 2017, utilizzando – nel rigo RF55 – i codici 43 e 44 che si riferiscono, rispettivamente, alla deduzione per i trasporti all’interno del comune e oltre tale ambito (pagina 19 delle istruzioni relative al fascicolo 3) e nel rigo RG22 e i codici 16 (all’interno del comune) e 17 (oltre il comune).
 
In relazione al credito d’imposta per il recupero della somma versata a titolo di contributo al Servizio sanitario nazionale sui premi di assicurazione sugli automezzi, è confermata la stessa misura prevista per l’anno scorso.
In particolare, anche nel 2017, le imprese di autotrasporto merci – conto terzi e conto proprio – potranno recuperare, tramite compensazione in F24 (codice tributo “6793”), fino a un massimo di 300 euro per ciascun veicolo, le somme versate nel 2016 come contributo al Ssn sui premi assicurativi per la responsabilità civile, per i danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva, a pieno carico, non inferiore a 11,5 tonnellate.
 
Sonia Angeli
pubblicato Martedì 4 Luglio 2017

I più letti

Il dipartimento delle Finanze precisa che con riguardo alle pertinenze dell’abitazione va computata una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica
Il decreto legislativo 117/2017 dedica particolare attenzione al tema dei controlli (anche fiscali), ripartendo le relative competenze tra le diverse amministrazioni pubbliche coinvolte
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Per la loro corretta esecuzione risulta fondamentale individuare il momento in cui l’imposta relativa all’operazione assoggettata alla scissione dei pagamenti diviene esigibile
Il meccanismo della scissione dei pagamenti risulta ora applicabile anche ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di acconto o d’imposta sul reddito
Il dipartimento delle Finanze precisa che con riguardo alle pertinenze dell’abitazione va computata una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Il meccanismo della scissione dei pagamenti risulta ora applicabile anche ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di acconto o d’imposta sul reddito
Per la loro corretta esecuzione risulta fondamentale individuare il momento in cui l’imposta relativa all’operazione assoggettata alla scissione dei pagamenti diviene esigibile
La scadenza viene ricordata dal dipartimento delle Finanze che fornisce anche indicazioni utili per la corretta determinazione delle aliquote applicabili e degli importi dovuti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino