Attualità
Aggiornamento catasto: c'è Docfa 4.
Uso obbligatorio dal 31 marzo 2010
Disponibile la nuova procedura informatica per presentare gli atti relativi alle unità immobiliari urbane
Aggiornamento catasto: c'è Docfa 4.| Uso obbligatorio dal 31 marzo 2010
Via libera alla procedura Docfa 4 per l'aggiornamento degli atti catastali, approvata, assieme alle specifiche tecniche, con provvedimento del direttore dell'agenzia del Territorio del 15 ottobre.

Per l'adozione della nuova procedura, è prevista una fase di transizione, a partire da lunedì 19, durante la quale i professionisti potranno utilizzare la nuova versione, che diventerà obbligatoria dal 31 marzo del prossimo anno.

Docfa (documenti catasto fabbricati) è il software che dal 1996 geometri, architetti e ingegneri utilizzano per compilare e presentare agli uffici catastali il modello di "Accertamento della proprietà immobiliare urbana", in particolare: dichiarazioni di nuova costruzione, di variazione dello stato, consistenza e destinazione degli immobili censiti.
Il modello può essere presentato in tutta Italia, a eccezione dei territori dove le attività catastali sono esercitate dalle province autonome di Trento e Bolzano.

La versione 4.0 del software è on line dall'8 ottobre. Due le novità. La prima riguarda la possibilità di inviare telematicamente al Catasto i documenti in formato pdf, in modo da permettere anche la loro archiviazione elettronica. L'altra è l'uso di stradari certificati, da cui attingere per inserire gli indirizzi degli immobili dichiarati. I nuovi stradari sostituiranno quelli catastali, utilizzati attualmente, e saranno costantemente aggiornati, grazie anche all'apporto dei Comuni.
Per il resto, la nuova versione non presenta sostanziali differenze dalla precedente nell'uso del prodotto e nelle modalità di compilazione del modello.
Alessandra Gambadoro
pubblicato Venerdì 16 Ottobre 2009

I più letti

investimenti in crescita
Nell'ultimo contributo, una serie di casi particolari determinati dall'adesione ai regimi della trasparenza e del consolidato. Un'alternanza di deduzioni e detrazioni
testo alternativo per immagine
L’omissione del “resoconto” realizza, al più, un vizio sanabile, che non può essere fatto valere dal destinatario: si tratta di un adempimento che esula dal suo interesse
testo alternativo per immagine
Il perfezionamento della sanatoria garantisce il contribuente soltanto dagli accertamenti, non anche dalla liquidazione delle imposte in seguito a riscontri formali
testo alternativo per immagine
La “supposizione” si può superare solo attraverso la prova, posta a carico dell’intestatario, dell’assoluta estraneità di chi ha firmato la ricevuta di avvenuta consegna
testo alternativo per immagine
In Gazzetta Ufficiale la disposizione con gli ultimi casi di esonero dall’obbligo di emissione del documento contabile, che sopravvive solo quando il cliente lo reclama
testo alternativo per immagine
L’omissione del “resoconto” realizza, al più, un vizio sanabile, che non può essere fatto valere dal destinatario: si tratta di un adempimento che esula dal suo interesse
testo alternativo per immagine
La disciplina normativa delinea modalità e tempi da rispettare con attenzione per evitare che venga dichiarata l’inammissibilità della costituzione nel giudizio tributario
testo alternativo per immagine
L’incarico di trasmettere la dichiarazione, se assunto prima della scadenza del termine di presentazione, rende il professionista punibile quando vi provvede fuori tempo
Loghi delle due guide
Sul sito delle Entrate, nella sezione dedicata, i vademecum per aiutare i contribuenti nella gestione delle cartelle di pagamento e delle richieste di restituzione
investimenti in crescita
L'agevolazione si "traduce" in una detrazione d'imposta, se a effettuare l'investimento è una persona fisica, in una deduzione dal reddito se è una persona giuridica
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
testo alternativo per immagine
Un vademecum destinato a proprietari e inquilini che definisce passo passo ciascuna regola da seguire per non incorrere in errori nella registrazione degli accordi stipulati
modellino casa con contratto e chiavi
La riduzione del corrispettivo non comporta riliquidazione dell'imposta né risoluzione del contratto
 immagine
Indicazioni chiare e dettagliate, approfondimenti, esempi pratici: queste le caratteristiche principali dell’opuscolo che indica i percorsi da seguire per una compravendita sicura
testo alternativo per immagine
Novità in arrivo per dividendi, obbligazioni, interessi maturati sui conti correnti bancari e postali e pronti contro termine. L’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti