Attualità
Al via l'operazione cinque per mille (2)
L'applicazione CPM2007 consente di compilare e predisporre il tracciato telematico della domanda per l'iscrizione all'elenco dei soggetti che intendono partecipare al riparto del 5 per mille dell'Irpef
_1446.jpg

A partire dallo scorso 6 marzo, è aperto il canale per l'invio telematico dei modelli per la richiesta di iscrizione all'elenco dei soggetti di cui all'articolo 1, comma 1234, lettera a), della legge 296/2006 (Finanziaria 2007):

  • Onlus di cui all'articolo 10 del decreto legislativo 460/1997 e successive modificazioni
  • associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali, previsti dall'articolo 7, commi 1-4, della legge 383/2000
  • associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all'articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 460/1997.

Questi enti, purché trasmettano l'iscrizione e questa venga accettata dal sistema, saranno beneficiari del 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a scelta del contribuente, come già previsto per l'anno 2006. La scadenza per l'invio è fissata al 20 marzo 2007.
La domanda andrà trasmessa anche da quei soggetti che l'hanno già presentata lo scorso anno.

L'invio è obbligatoriamente telematico e può essere effettuato:

  • direttamente, avvalendosi dei canali Fisconline o Entratel
  • tramite un intermediario abilitato alla trasmissione telematica per conto del contribuente.

Per quanto riguarda le successive lettere b) e c) del suddetto comma 1234, riguardanti enti della ricerca scientifica e dell'università ed enti della ricerca sanitaria, saranno il ministero dell'Università e della Ricerca e quello della Salute a predisporre i rispettivi elenchi trasmettendoli in via telematica all'Agenzia.

L'Agenzia delle entrate ha reso disponibile sul proprio sito il software CPM2007 (versione 1.0.0 del 6 marzo 2007, fornito per utenti Windows e per utenti Macintosh) per la compilazione della domanda di iscrizione, nella sezione Software - Comunicazioni e domande, alla voce Domanda 5 per mille. Come di consueto, è possibile effettuare il download scegliendo tra due server ftp.

Per il sistema operativo Windows, il programma necessita della preventiva installazione della Virtual Machine Java j2re-1_3_1_13-windows-i586.exe, che può essere già presente sulla postazione se l'utente si avvale di altri software forniti dall'Agenzia; è un file di grandi dimensioni (5.377 KByte), perciò, se si dispone di una connessione internet lenta, è consigliabile verificarne la presenza nella voce Installazione applicazioni del Pannello di controllo per assicurarsi che non sia già installata.
Durante l'installazione della Java VM viene proposta l'associazione al browser; occorre assicurarsi che la casella a fianco del nome del browser sia deselezionata perché questa non interferisca con altre applicazioni già utilizzate.

Per il sistema operativo Macintosh, il file Java è denominato Java1.3.1Update1.dmg.bin, di 21.154 KBytes.

E' possibile utilizzare il programma CPM2007 anche qualora si trasmetta in qualità di intermediario per un altro soggetto, selezionando il profilo utente corrispondente:



In questo caso, nel file verrà inserito l'impegno alla trasmissione telematica e il profilo verrà evidenziato come nella figura seguente:



Richiamando una nuova domanda, si avvierà la compilazione guidata iniziale, dove verrà richiesto il codice fiscale dell'ente. Questo deve essere attribuito e ancora in vigore; se la ricevuta evidenzia che esso non risponde a questi requisiti, sarà necessario effettuare la correzione dei dati necessari (presso un qualsiasi ufficio dell'Agenzia se titolari di partita Iva, presso l'ufficio competente sulla base del domicilio fiscale se non titolari), e successivamente ritrasmettere la domanda.
Nel Frontespizio occorrerà scegliere il tipo di ente tra le opzioni proposte e inserire i dati anagrafici e la residenza del rappresentante, oltre eventualmente alla data dell'impegno alla trasmissione telematica, se il codice fiscale di un intermediario è già stato impostato nel Profilo utente.
La funzione di stampa si attiverà solo alla fine della compilazione.

Una volta confermati i dati anagrafici, sarà possibile accedere ai Dati della domanda - Riepilogo, dove il programma riporterà il codice fiscale e la tipologia scelta per l'ente.



Alla conferma del riepilogo, verrà prodotto il file che, sottoposto ad autentica per gli utenti Entratel o alla preparazione per gli utenti Fisconline, potrà essere trasmesso telematicamente.



Nel caso di accettazione, da parte del sistema, di un invio erroneo è possibile annullare lo stesso - sempre entro la data del prossimo 20 marzo 2007 - utilizzando le seguenti funzioni:

  • per gli utenti Fisconline che accedono al sito del servizio telematico dalla pagina cui si accede da Strumenti - Richiesta annullamento, selezionando nell'elenco dei documenti la voce iscrizione all'elenco dei sogg. art. 1, comma 337, L.266/05
  • per gli utenti Entratel tramite la funzione interna all'applicazione Documenti - Annulla.

Occorrerà in entrambi i casi indicare il numero di protocollo del file erroneamente trasmesso, reperibile sulla ricevuta. A seguito di questa operazione, Entratel produrrà un file di annullamento da trasmettere, per il quale verrà rilasciata la relativa ricevuta.

2 - fine

Lucia Rinaldi
pubblicato Mercoledì 14 Marzo 2007

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
In presenza di documenti contabili con addebito dell’imposta, i fornitori dovranno predisporre apposite note di variazione, precisando che si tratta di “scissione dei pagamenti”
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino