Attualità
Approda in rete Territorio Italia,
disponibile anche in lingua inglese
Open data, interoperabilità e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico: questi i principali argomenti affrontati e analizzati nei cinque approfondimenti
Approda in rete Territorio Italia,|disponibile anche in lingua inglese
Al centro del dibattito, nell’ultimo numero di Territorio Italia, alcune tematiche estremamente attuali, sia nell’ambito dell’utilizzo e armonizzazione dei dati per la gestione delle proprietà immobiliari e per lo sviluppo di approfondite e dettagliate analisi alla scala territoriale sia nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.
 
L’ontologia proDataMarket
Apre il volume l’articolo di un nutrito gruppo di lavoro composto da Ling Shi, Nikolay Nikolov, Dina Sukhobok, Tatiana Tarasova e Dumitru Roman, che, mettendo insieme le loro professionalità, esaminano la questione dell’integrazione dei dati sulle proprietà immobiliari e il tema degli open data. A fronte del difficile contesto di riferimento del database, gli autori illustrano l’ontologia “proDataMarket”, che consente l’interoperabilità dei dati. Si tratta di un progetto che ha lo scopo di favorire il mercato delle informazioni immobiliari digitali open e la pubblicazione, la condivisione e l’integrazione cross-domain dei dati sulle proprietà immobiliari come Linked Data. All’interno di questa presentazione, alcuni casi studio aziendali illustrano una visione d’insieme del processo di sviluppo dell’ontologia “proDataMarket”.
 
Il caso studio della Regione di Richmond
L’articolo di I-Shian (Ivan) Suen, John J. Accordino e Thomas E. Jacobson illustra l’uso di alcuni open data attraverso metodologie scientifiche per fornire indicazioni e suggerimenti per le politiche territoriali. Grazie alla possibilità di trattare ed elaborare i dati amministrativi dei governi locali dell’Area statistica della regione metropolitana di Richmond (Virginia), gli autori individuano la disomogeneità spaziale tra i posti di lavoro e le abitazioni, che caratterizza molte aree metropolitane statunitensi e li evidenziano come una minaccia sia per l’efficienza economica sia per la qualità della vita dei lavoratori e dei residenti.
L’articolo descrive due approcci metodologici per studiare l’equilibrio tra posti di lavoro a basso reddito e abitazioni a prezzi accessibili.
 
Strumenti Web-GIS
Lo studio di Elisabetta Colucci, Antonia Spanò e Filiberto Chiabrando presenta un sistema Web-GIS creato per il parco archeominerario di San Silvestro in Toscana. Gli autori pongono l’accento sull’attuale necessità di strutturare e condividere la conoscenza del patrimonio culturale e territoriale attraverso l’adozione di standard e l’utilizzo di piattaforme web.
Nello specifico, viene posta l’attenzione sul fondamentale lavoro di integrazione dei dati acquisiti indirettamente con altri rilevati direttamente tramite tecniche proprie della geomatica (rapid mapping, digital terrain model, digital elevation model) e sulle procedure e software utilizzati per la creazione del Web-GIS. Il vasto archivio di dati georeferenziati finalizzato alla creazione del sistema Web-GIS costituisce l’esito di un lavoro di ricerca, che può diventare un reale strumento di supporto per la gestione interna del parco.
 
Città di Guanajuato, Messico
Dal Messico, Velia Y. O. Zubia, María J. P. y Alquiza, Elvia G. A. García ed Eduardo V. Aréchiga analizzano come applicare il concetto di “paesaggio storico urbano”, così come definito dall’Unesco (Hul), alla città di Guanajuato, ponendolo come caso studio. Un particolare ruolo rivestono le haciendas, che, rappresentando elementi del paesaggio storico dell’epoca d’oro e dell’attività dell’industria mineraria della zona, vengono analizzate con particolare interesse come portatori di identità.
Si tratta di complessi di edifici definiti come beni culturali a rischio e il loro valore storico è attualmente in pericolo, ad esempio per la frammentazione della proprietà privata o la mancanza di una politica di tutela che impedisca una trasformazione incondizionata.
Per questo, gli autori propongono l’adozione del concetto di “paesaggio storico urbano” nelle politiche di gestione del patrimonio e auspicano la realizzazione di linee guida volte alla sua conservazione e valorizzazione.
 
I villaggi della regione Piemonte
Lorenzo Savio e Daniela Bosia chiudono il volume descrivendo la valorizzazione dei villaggi montani piemontesi, realizzata grazie ai contributi pubblici secondo il Programma di sviluppo rurale.
Si è trattato di un’attività che ha coinvolto 34 villaggi, dove sono partiti progetti che avevano come obiettivi:
  • la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico, con una particolare attenzione all’efficienza energetica
  • il sostegno alle attività imprenditoriali (esistenti e nuove), soprattutto legate alla valorizzazione e alla promozione del territorio e dei suoi prodotti
  • il recupero e la riqualificazione urbana dei centri storici e il recupero di edifici e altri manufatti di rilevanza architettonica e storico-artistica.
Rosa Colucci
pubblicato Mercoledì 12 Settembre 2018

I più letti

Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Per quelle emesse nei confronti dei soggetti passivi Iva da un Comune che gestisce il servizio idrico sussiste l’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 21, Dl 78/2010
Le informazioni per ottenere l’agevolazione vanno inviate esclusivamente on line utilizzando Spid, le credenziali di Fisconline o Entratel, oppure la Carta nazionale dei servizi
Per i pagamenti è necessario utilizzare il Rav ricevuto con la “Comunicazione delle somme dovute”, ma se lo si è perduto nessun problema: il duplicato è reperibile online
Secondo l’Agenzia delle entrate, la società istante può procedere al “recupero” del componente negativo di reddito attraverso la presentazione di una dichiarazione integrativa
Per quelle emesse nei confronti dei soggetti passivi Iva da un Comune che gestisce il servizio idrico sussiste l’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 21, Dl 78/2010
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Copertina della guida
Dalle regole generali da rispettare per usufruire dei benefici fiscali alla lista delle prestazioni mediche, dei farmaci e dei dispositivi per i quali spettano detrazioni e deduzioni
Le informazioni per ottenere l’agevolazione vanno inviate esclusivamente on line utilizzando Spid, le credenziali di Fisconline o Entratel, oppure la Carta nazionale dei servizi
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino