Attualità
Approda in rete Territorio Italia,
disponibile anche in lingua inglese
Open data, interoperabilità e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico: questi i principali argomenti affrontati e analizzati nei cinque approfondimenti
Approda in rete Territorio Italia,|disponibile anche in lingua inglese
Al centro del dibattito, nell’ultimo numero di Territorio Italia, alcune tematiche estremamente attuali, sia nell’ambito dell’utilizzo e armonizzazione dei dati per la gestione delle proprietà immobiliari e per lo sviluppo di approfondite e dettagliate analisi alla scala territoriale sia nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.
 
L’ontologia proDataMarket
Apre il volume l’articolo di un nutrito gruppo di lavoro composto da Ling Shi, Nikolay Nikolov, Dina Sukhobok, Tatiana Tarasova e Dumitru Roman, che, mettendo insieme le loro professionalità, esaminano la questione dell’integrazione dei dati sulle proprietà immobiliari e il tema degli open data. A fronte del difficile contesto di riferimento del database, gli autori illustrano l’ontologia “proDataMarket”, che consente l’interoperabilità dei dati. Si tratta di un progetto che ha lo scopo di favorire il mercato delle informazioni immobiliari digitali open e la pubblicazione, la condivisione e l’integrazione cross-domain dei dati sulle proprietà immobiliari come Linked Data. All’interno di questa presentazione, alcuni casi studio aziendali illustrano una visione d’insieme del processo di sviluppo dell’ontologia “proDataMarket”.
 
Il caso studio della Regione di Richmond
L’articolo di I-Shian (Ivan) Suen, John J. Accordino e Thomas E. Jacobson illustra l’uso di alcuni open data attraverso metodologie scientifiche per fornire indicazioni e suggerimenti per le politiche territoriali. Grazie alla possibilità di trattare ed elaborare i dati amministrativi dei governi locali dell’Area statistica della regione metropolitana di Richmond (Virginia), gli autori individuano la disomogeneità spaziale tra i posti di lavoro e le abitazioni, che caratterizza molte aree metropolitane statunitensi e li evidenziano come una minaccia sia per l’efficienza economica sia per la qualità della vita dei lavoratori e dei residenti.
L’articolo descrive due approcci metodologici per studiare l’equilibrio tra posti di lavoro a basso reddito e abitazioni a prezzi accessibili.
 
Strumenti Web-GIS
Lo studio di Elisabetta Colucci, Antonia Spanò e Filiberto Chiabrando presenta un sistema Web-GIS creato per il parco archeominerario di San Silvestro in Toscana. Gli autori pongono l’accento sull’attuale necessità di strutturare e condividere la conoscenza del patrimonio culturale e territoriale attraverso l’adozione di standard e l’utilizzo di piattaforme web.
Nello specifico, viene posta l’attenzione sul fondamentale lavoro di integrazione dei dati acquisiti indirettamente con altri rilevati direttamente tramite tecniche proprie della geomatica (rapid mapping, digital terrain model, digital elevation model) e sulle procedure e software utilizzati per la creazione del Web-GIS. Il vasto archivio di dati georeferenziati finalizzato alla creazione del sistema Web-GIS costituisce l’esito di un lavoro di ricerca, che può diventare un reale strumento di supporto per la gestione interna del parco.
 
Città di Guanajuato, Messico
Dal Messico, Velia Y. O. Zubia, María J. P. y Alquiza, Elvia G. A. García ed Eduardo V. Aréchiga analizzano come applicare il concetto di “paesaggio storico urbano”, così come definito dall’Unesco (Hul), alla città di Guanajuato, ponendolo come caso studio. Un particolare ruolo rivestono le haciendas, che, rappresentando elementi del paesaggio storico dell’epoca d’oro e dell’attività dell’industria mineraria della zona, vengono analizzate con particolare interesse come portatori di identità.
Si tratta di complessi di edifici definiti come beni culturali a rischio e il loro valore storico è attualmente in pericolo, ad esempio per la frammentazione della proprietà privata o la mancanza di una politica di tutela che impedisca una trasformazione incondizionata.
Per questo, gli autori propongono l’adozione del concetto di “paesaggio storico urbano” nelle politiche di gestione del patrimonio e auspicano la realizzazione di linee guida volte alla sua conservazione e valorizzazione.
 
I villaggi della regione Piemonte
Lorenzo Savio e Daniela Bosia chiudono il volume descrivendo la valorizzazione dei villaggi montani piemontesi, realizzata grazie ai contributi pubblici secondo il Programma di sviluppo rurale.
Si è trattato di un’attività che ha coinvolto 34 villaggi, dove sono partiti progetti che avevano come obiettivi:
  • la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico, con una particolare attenzione all’efficienza energetica
  • il sostegno alle attività imprenditoriali (esistenti e nuove), soprattutto legate alla valorizzazione e alla promozione del territorio e dei suoi prodotti
  • il recupero e la riqualificazione urbana dei centri storici e il recupero di edifici e altri manufatti di rilevanza architettonica e storico-artistica.
Rosa Colucci
pubblicato Mercoledì 12 Settembre 2018

I più letti

immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Ai fini del Registro agevolato, costituisce parametro idoneo a esprimere il carattere “lussuoso” di un'abitazione la superficie e l’utilizzabilità degli ambienti
Lo sconto fiscale riconosciuto dalla legge di bilancio 2018 è utilizzabile a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione, vale a dire da quest’anno
Il Mef ha reso noto i nuovi importi per il periodo d’imposta 2017, l’Agenzia ha fornito le indicazioni per usufruirne presentando una dichiarazione integrativa “a favore”
Si tratta di applicazioni informatiche di prova, non ancora definitive perché in attesa dei relativi provvedimenti di approvazione, utili come apripista di adempimenti prossimi
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
fatture elettroniche
Per quelle emesse in ciascun trimestre solare, l’imposta deve essere versata entro il giorno 20 del primo mese successivo; l’importo dovuto è reso noto dall’Agenzia delle entrate
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
La domanda va trasmessa, insieme alla copia del documento di identità, alla casella Pec della direzione regionale di riferimento oppure consegnata a uno sportello dell’agente
La grave e comprovata situazione si considera sussistente qualora l’Isee del nucleo familiare non sia superiore a 20mila euro o sia stata aperta procedura di liquidazione
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino