Attualità
Maternità e famiglia numerosa:
assegni in crescita per il 2010
L'ammontare dei contributi deve essere rivalutato annualmente in base agli indici al consumo registrati dall'Istat
cicogna con bebè
Aumentano dello 0,7%, nel 2010, gli assegni mensili diretti ai nuclei familiari numerosi e quelli di maternità. La correzione degli importi al rialzo è stata calcolata sulla base delle variazioni dei prezzi al consumo, per le famiglie di operai e impiegati, rilevati dall'Istat e a cui i contributi devono essere annualmente adeguati.
A comunicarlo una nota della presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento per le Politiche della famiglia, pubblicata ieri, 15 febbraio, sulla Gazzetta Ufficiale n. 37, serie generale.

L'assegno a sostegno delle famiglie numerose, se dovuto per intero, diventa così pari a 129,79 euro mensili. Il comunicato precisa anche che, per le domande relative al 2010, il valore dell'indicatore della situazione economica (Ise) è di 23.362,70 euro in caso di nuclei formati da cinque componenti.
Il bonus è stato introdotto con la legge n. 448/1998 ed è riservato alle famiglie composte da cittadini residenti in Italia, con almeno tre figli minori a carico e con un reddito e un patrimonio complessivi familiari che non superino i limiti stabiliti dai parametri Ise, che tengono conto sia del numero dei componenti, sia delle situazioni particolari, come la presenza di inabili.
Il contributo è a carico del Comune di residenza, presso il quale va presentata la domanda entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento, ed è pagato dall'Inps.

La rivalutazione, come specifica il comunicato della presidenza del Consiglio dei ministri, riguarda anche il cosiddetto assegno di maternità, previsto per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento (Dlgs 151/2001), il quale va a raggiungere quota 311,27 euro. Anche in questo caso sono i criteri Ise a mettere i paletti al beneficio. Per i nuclei familiari composti da tre persone, il limite di reddito è di 32.448,22 euro.
L'assegno può essere richiesto, per intero, al Comune di residenza, dalla mamma che non lavora, ma anche dalla mamma lavoratrice se non ha diritto all'indennità dell'Inps o alla retribuzione per il periodo di maternità. In caso di indennizzo inferiore all'importo dell'assegno, può essere richiesto un bonus ridotto per "pareggiare" la differenza.
Va ricordato che il sostegno spetta alle cittadine italiane o comunitarie residenti nel nostro Paese o extracomunitarie con carta di soggiorno.
La domanda deve essere presentata al proprio Comune di residenza entro sei mesi dal lieto evento o dall'ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.
Anna Maria Badiali
pubblicato Martedì 16 Febbraio 2010

I più letti

immagine di donna lavoratrice
Poiché l'azienda è stata acquisita "in continuità", il contribuente può decidere di optare per la tassazione ordinaria, in un unico esercizio, ovvero per quella separata
Immagine del sito dell'Agenzia delle Entrate
La precisazione scaturisce dalle segnalazioni pervenute dai cittadini che hanno utilizzato, a pagamento, siti diversi per consultare e interrogare le banche dati del “territorio”
vignetta
Tra le precisazioni, la possibilità di accedere alla procedura anche per i contribuenti inseriti nella lista Falciani, a patto che non siano già iniziati controlli o procedimenti penali
immagine di piccolo condominio
Quando i bonifici sono stati effettuati direttamente dai singoli proprietari, la detrazione non si perde a condizione che venga richiesta l’attribuzione del cf “cumulativo”
Guardia di Finanza
Se il prezzo o il profitto derivante dal reato è costituito da denaro, non occorre la prova del nesso di derivazione diretta tra la somma materialmente oggetto del provvedimento e il reato
immagine di piccolo condominio
Quando i bonifici sono stati effettuati direttamente dai singoli proprietari, la detrazione non si perde a condizione che venga richiesta l’attribuzione del cf “cumulativo”
vignetta
Tra le precisazioni, la possibilità di accedere alla procedura anche per i contribuenti inseriti nella lista Falciani, a patto che non siano già iniziati controlli o procedimenti penali
immagine di donna lavoratrice
Poiché l'azienda è stata acquisita "in continuità", il contribuente può decidere di optare per la tassazione ordinaria, in un unico esercizio, ovvero per quella separata
orologio senza limiti
Pagando il tributo in misura ridotta, infatti, trattiene indebitamente denaro pubblico a proprio favore, guadagnando gli interessi bancari maturati sulle somme non versate
ombrellone chiuso
Da martedì 1 settembre si riavviano le procedure della giustizia tributaria, che da quest’anno si sono fermate per un periodo più breve, trentuno giorni: dal 1° al 31 agosto
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
giudice
Il raddoppio opererà esclusivamente in presenza di effettivo invio della denuncia per uno dei reati penal-tributari effettuato entro i termini ordinari di decadenza previsti