Attualità, A portata di mouse
Bonus pro enti previdenziali:
per l’istanza, c’è il software Cep
Le domande vanno presentate direttamente o tramite intermediari abilitati all’Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica attraverso i canali Entratel o Fisconline
Bonus pro enti previdenziali: |per l’istanza, c’è il software Cep
Il credito d’imposta dedicato agli enti previdenziali, che investono risorse in attività di carattere finanziario a medio e lungo termine, dopo il modello (approvato con provvedimento del 28 settembre 2015), trova il software Cep per trasmetterlo. Da ieri, 1° marzo, e fino al 30 aprile 2016, casse e fondi pensione possono infatti chiedere, in via telematica, l’attribuzione del bonus, specificandone l’ammontare (commi da 91 a 94, legge 190/2014).
 
La disposizione contenuta nella Stabilità per il 2015 riconosce a decorrere dal periodo d’imposta 2015, agli enti di previdenza obbligatoria, “un credito d'imposta pari alla differenza tra l'ammontare delle ritenute e imposte sostitutive applicate nella misura del 26 per cento sui redditi di natura finanziaria dichiarate e certificate dai soggetti intermediari o dichiarate dagli enti medesimi e l'ammontare di tali ritenute e imposte sostitutive computate nella misura del 20 per cento a condizione che i proventi assoggettati alle ritenute e imposte sostitutive siano investiti in attività di carattere finanziario a medio o lungo termine individuate con apposito decreto del Ministro dell'economia e delle finanze”.
Inoltre, il bonus spetta anche alle forme di previdenza complementare, alle quali però spetta un beneficio pari al 9% dell’ammontare del risultato netto di gestione assoggettato all’imposta sostitutiva e investito in attività di carattere finanziario a medio o lungo termine.
Il Dm che individua queste ultime è arrivato il 19 giugno dello scorso anno.
 
La percentuale del credito spettante a ciascun richiedente verrà calcolata dall’Agenzia delle Entrate sulla base del rapporto tra le risorse stanziate e il totale del bonus richiesto e comunicata con provvedimento entro 60 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande.
I beneficiari, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento, potranno utilizzare il credito d’imposta solo in compensazione, presentando l’F24 esclusivamente tramite i servizi telematici delle Entrate.
 
Le domande, come anticipato, vanno presentate all’Amministrazione fiscale, compilando l’apposito modello, tramite Entratel o Fisconline, dal 1° marzo al 30 aprile di ciascun anno.
L’invio può essere effettuato:
  • direttamente
  • tramite una società del gruppo, se il richiedente fa parte di un gruppo societario (si considerano appartenenti al gruppo l’ente o la società controllante e le controllate. Sono controllate le società per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilità limitata le cui azioni o quote sono possedute dall’ente o società controllante, o tramite altra società controllata, per una percentuale superiore al 50% del capitale)
  • tramite gli intermediari abilitati (professionisti, associazioni di categoria, Caf e altri soggetti).
 
Il software consente la compilazione delle richieste e la predisposizione del relativo file da trasmettere. Per farlo “girare”, è sufficiente cliccare su “CEP”, indipendentemente dal sistema operativo e dal metodo di avvio prescelto. Questo perché l’applicazione si connette al server per verificare l’esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all’eventuale aggiornamento. In tal modo, l’utente ha la garanzia di utilizzare sempre l’ultima versione dell’applicazione senza dover eseguire complesse procedure di aggiornamento.
 
 
r.fo.
pubblicato Mercoledì 2 Marzo 2016

I più letti

immagine di grande animale che protegge un animale piccolo
Se i proventi superano per due anni consecutivi l'importo di 1.032.913,80 euro, al bilancio va allegata una relazione di controllo, sottoscritta da uno o più revisori contabili
immagine di grande animale che protegge un animale piccolo
Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, iscritte in un apposito elenco tenuto dalle Entrate, rientrano tra i soggetti cui si può destinare il 5 per mille della propria Irpef
Le operazioni, non giustificate da reale ragione economica, miravano solo al beneficio fiscale, risultando eseguite in forma apparentemente corretta ma, di fatto, sostanzialmente elusiva
In tali circostanze, la notifica, ai fini della decorrenza del termine per ricorrere, si ritiene eseguita nell’ottavo giorno successivo a quello della pubblica esposizione
La Corte costituzionale ha bocciato l’automatismo presuntivo di imputazione come ricavi da ascrivere all’attività di lavoro professionale soltanto in riferimento ai prelievi
immagine di grande animale che protegge un animale piccolo
Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, iscritte in un apposito elenco tenuto dalle Entrate, rientrano tra i soggetti cui si può destinare il 5 per mille della propria Irpef
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
In materia di Imposta sul valore aggiunto, non operano le esclusioni e le esenzioni previste per le imposte sui redditi, ma sono previste agevolazioni per le singole operazioni effettuate
immagine di grande animale che protegge un animale piccolo
Se i proventi superano per due anni consecutivi l'importo di 1.032.913,80 euro, al bilancio va allegata una relazione di controllo, sottoscritta da uno o più revisori contabili
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Possibilità di detenere partecipazioni societarie, tassazione degli utili percepiti, sfruttamento dei segni distintivi, esonero dall'obbligo di presentazione del modello Eas
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Non producendo reddito d'impresa, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale sono assoggettate all'Ires relativamente ai soli redditi fondiari, redditi di capitale e redditi diversi
Non sarà più considerato documento originale quello stampato e sottoscritto né quello generato in modalità automatica, con la dicitura “firma autografa sostituita a mezzo stampa”
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
La qualifica è acquisibile da associazioni con o senza personalità giuridica, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti privati purché perseguano finalità meritevoli di tutela
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
I settori in cui possono svolgere la propria attività sono tassativamente indicati dalla legge: ad accomunarle è il fine, che deve essere solo di solidarietà sociale
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco