Attualità
Certificazione unica 2016:
invio entro lunedì 7 marzo
L’appuntamento riguarda sostituti d’imposta e intermediari incaricati tenuti a trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate il modello relativo ai redditi 2015
spdizione lettera con fionda
I sostituti d’imposta hanno tempo fino al 7 marzo per inviare la Certificazione unica 2016, che attesta i redditi di lavoro dipendente e assimilati e i redditi di lavoro autonomo, le provvigioni e alcuni redditi diversi. Per l’invio telematico si deve utilizzare il nuovo modello “ordinario”, approvato con provvedimento del 15 gennaio scorso.
Da quest’anno il software per la compilazione “Certificazione Unica 2016” consente di importare i dati anagrafici dei singoli percipienti contenuti nelle Certificazioni dell’anno scorso.
I dati trasmessi confluiranno nel 730 “precompilato” che, a partire dal 15 aprile prossimo, sarà reso disponibile, on line, per lavoratori dipendenti e pensionati.
 
“Sintetico” ai dipendenti, “ordinario” all’Agenzia
La Certificazione unica doveva essere rilasciata ai contribuenti entro il 29 febbraio, utilizzando il modello “sintetico”.
Invece, l’invio telematico alle Entrate, in scadenza il 7 marzo, deve avvenire attraverso il modello “ordinario”.
Quest’ultimo è composto:
  • dal frontespizio e dal quadro CT relativo alla comunicazione della sede telematica per la ricezione dei 730-4 relativi ai conguagli (entrambi non presenti nel modello sintetico)
  • dalla parte relativa ai dati del sostituto d’imposta e del contribuente-sostituito (lavoratore dipendente o autonomo o pensionato), identica a quella contenuta nel modello sintetico
  • dalla parte relativa alla certificazione dei redditi di lavoro dipendente, assimilati e all’assistenza fiscale, suddivisa tra dati fiscali, dati previdenziali e assistenziali, dati assicurativi Inail
  • dalla parte relativa alla certificazione dei redditi di lavoro autonomo, delle provvigioni e dei redditi diversi. 
Il modello ordinario non contiene, invece, la scheda per la scelta della destinazione del 2, 5 e 8 per mille dell’Irpef, presente nel modello sintetico da consegnare al contribuente.
 
Anche quest’anno, l’invio delle Certificazioni uniche che non contengono dati da utilizzare per l’elaborazione della dichiarazione precompilata potrà avvenire anche dopo il 7 marzo senza applicazione di sanzioni, purché entro il termine di presentazione del modello 770.
Patrizia De Juliis
pubblicato Venerdì 4 Marzo 2016

I più letti

Il legislatore nazionale, adeguandosi alla normativa europea, ha previsto regole speciali di applicazione del tributo per evitare fenomeni di doppia o reiterata imposizione
La comunicazione va presentata in via telematica, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
L’accesso è consentito a coloro che non sono stati fiscalmente residenti in Italia in almeno nove dei dieci periodi d’imposta precedenti l’inizio del periodo di validità dell’opzione
A differenza di quella di funzioni, non comporta alcun trasferimento di competenze tra autorizzante e autorizzato: il primo continua a mantenere la paternità di quanto sottoscritto
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
La comunicazione va presentata in via telematica, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati
Il legislatore nazionale, adeguandosi alla normativa europea, ha previsto regole speciali di applicazione del tributo per evitare fenomeni di doppia o reiterata imposizione
immagine parziale della copertina della guida
Tutte le novità sulle detrazioni spettanti quando si fanno lavori dentro casa o sulle parti comuni condominiali. Nuove regole per gli interventi antisismici fiscalmente agevolati
logo di Redditi SC 2017
Ancora una chance, per le società che non utilizzano i principi contabili internazionali, di rivalutare i beni d'impresa, tranne quelli alla cui produzione o scambio è destinata l'attività
Nel corso del dibattito parlamentare per la conversione, sono state inserire molte e significative disposizioni tributarie nel testo del decreto legge presentato dal Governo
immagine parziale della copertina della guida
Tutte le novità sulle detrazioni spettanti quando si fanno lavori dentro casa o sulle parti comuni condominiali. Nuove regole per gli interventi antisismici fiscalmente agevolati
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
immagine generica illustrativa
Pubblicata la circolare delle Entrate che fornisce importanti precisazioni e indicazioni operative sulla disciplina della definizione agevolata introdotta dal Dl 193/2016
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino