Attualità
Continua il gioco di squadra
tra Fip e Agenzia delle Entrate
Dal Fisco alla Federbasket, entro giugno, l'esito dei controlli effettuati utili alla valutazione dell'equilibrio finanziario delle società in vista della prossima stagione sportiva
Continua il gioco di squadra|tra Fip e Agenzia delle Entrate
Rinnovato l'accordo tra Amministrazione finanziaria e Federazione italiana pallacanestro. Firmato dal direttore dell'Agenzia, Rossella Orlandi, e dal presidente della Fip, Giovanni Petrucci, il protocollo d'intesa relativo allo scambio di informazioni finalizzato alla verifica dell'equilibrio finanziario delle società professionistiche, che intendono iscriversi alla stagione sportiva 2016-2017. L'accordo ha validità fino al 28 febbraio 2017.

La norma (articolo 12, legge 91/1981 e successive modificazioni), infatti, stabilisce che le federazioni si accertino del corretto comportamento in ambito fiscale di ciascuna società. Proprio in forza di tale disposizione si è stabilito un canale di comunicazione con l'Agenzia per ottenere le informazioni necessarie ai controlli previsti.

L'attività richiesta
L'Agenzia accerta che le società in questione abbiano:
  • presentato la dichiarazione relativa all'anno fiscale 2014
  • pagato Ires, Irap, Iva e le ritenute Irpef sui redditi di lavoro dipendente
  • effettuato il versamento rateale delle somme dovute a seguito della liquidazione delle imposte e delle ritenute riguardanti le dichiarazioni con periodi d'imposta chiusi al 31 dicembre 2009, 2010, 2011, 2012 e 2013
  • pagato, anche ratealmente, le imposte e le ritenute di cui alla lettera relative ad atti divenuti definitivi, con cartelle notificate entro il 30 aprile 2016.
Lo scambio dei dati dovrà rispettare le misure di sicurezza e i vincoli di riservatezza previsti dal codice della privacy. Le parti si impegnano a garantire la protezione delle informazioni, che saranno utilizzate esclusivamente per lo scopo dichiarato e trattate in forma crittografata.

In particolare, la Fip invia all'Agenzia l'elenco con i nomi delle società sportive professionistiche (denominazione sociale completa, codice fiscale/partiva Iva) per le quali chiede di conoscere la situazione fiscale ed entro giugno le Entrate daranno riscontro sull'esito dei controlli effettuati.
 
r.fo.
pubblicato Venerdì 5 Febbraio 2016

I più letti

Per gli avvicendamenti nei ruoli apicali saranno interessate le direzioni regionali del Lazio, della Liguria, della Basilicata, dell’Emilia Romagna, del Piemonte e della Puglia
La precisazione in attesa della conversione in legge del Dl “milleproroghe”, che posticipa di un anno la soppressione della trasmissione dei modelli all’Agenzia delle Dogane
Le disposizioni di riferimento del Tuir per i proventi “paradisiaci” sono, per quanto concerne i primi, l’articolo 47, comma 4 e, per quanto concerne i secondi, l’articolo 68, comma 4
immagine di un orologio
Da un lato, più tempo per correggere gli errori a proprio danno; dall'altro, simmetricamente, termini di accertamento più ampi per eventuali controlli sulle rettifiche apportate
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Per gli avvicendamenti nei ruoli apicali saranno interessate le direzioni regionali del Lazio, della Liguria, della Basilicata, dell’Emilia Romagna, del Piemonte e della Puglia
immagine di un orologio
Da un lato, più tempo per correggere gli errori a proprio danno; dall'altro, simmetricamente, termini di accertamento più ampi per eventuali controlli sulle rettifiche apportate
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
La precisazione in attesa della conversione in legge del Dl “milleproroghe”, che posticipa di un anno la soppressione della trasmissione dei modelli all’Agenzia delle Dogane
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Il software consentirà di compilare il modello, calcolare e pagare le imposte dovute in autoliquidazione, realizzare e stampare il file da inviare tramite i canali dell’Agenzia
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino