Attualità
Costi chilometrici auto e moto:
le tariffe Aci valide per il 2016
Servono a determinare l’imponibile da includere nel reddito di lavoro dipendente, quando il veicolo è utilizzato non soltanto a scopo lavorativo ma anche per l'uso personale
Costi chilometrici auto e moto:|le tariffe Aci valide per il 2016
Anche quest’anno, con il comunicato pubblicato nel supplemento ordinario n. 66 della Gazzetta Ufficiale n. 291 del 15 dicembre, l'Agenzia rende note le tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall’Aci.

Le tabelle si riferiscono alle seguenti categorie di autoveicoli e motocicli:
• autoveicoli a benzina in produzione
• autoveicoli a benzina fuori produzione
• autoveicoli elettrici e ibridi in produzione
• autoveicoli elettrici e ibridi fuori produzione
• autoveicoli a gasolio in produzione
• autoveicoli a gasolio fuori produzione
• autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo in produzione
• autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo fuori produzione
• motoveicoli.

Le nuove tariffe sono necessarie sia per il calcolo dei rimborsi spettanti ai dipendenti e professionisti che utilizzano il proprio mezzo per conto di attività del datore di lavoro sia per il calcolo della remunerazione aggiuntiva alla retribuzione principale del dipendente, al quale, l’azienda eroga beni e servizi a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle esistenti sul mercato.
Per ciascun mezzo di trasporto è possibile rintracciare nell’ultima colonna dei prospetti, il valore del fringe benefit annuale da riportare nella dichiarazione.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 16 Dicembre 2015

I più letti

immagine di postino con busta in mano
La regolamentazione positiva delle due modalità di invio previste presenta punti di contatto, ma anche alcune differenze, che generano anche vivaci dibattiti interpretativi
Per quelli che svolgono attività esterna, la rilevanza ai fini dell’imposta sul valore aggiunto è connessa anche alla natura del rapporto giuridico, mandato con o senza rappresentanza
Nella circolare, fra l’altro, le tabelle esplicative che indicano quanto si paga nelle diverse ipotesi e le risposte a casi particolari riguardanti il primo anno di addebito
Corretto considerarla “plusvalenza” e legittimo, quindi, l’avviso di accertamento dell’ufficio. Né è annullabile la sentenza d’appello perché “fotocopia” di quella della commissione provinciale
postino e posta elettronica certificata
Altra tornata di comunicazioni dell'amministrazione finanziaria per evidenziare possibili errori nei redditi dichiarati e consentire ai cittadini di rimediare o dialogare prima dell’accertamento
Nella circolare, fra l’altro, le tabelle esplicative che indicano quanto si paga nelle diverse ipotesi e le risposte a casi particolari riguardanti il primo anno di addebito
immagine di postino con busta in mano
La regolamentazione positiva delle due modalità di invio previste presenta punti di contatto, ma anche alcune differenze, che generano anche vivaci dibattiti interpretativi
Corretto considerarla “plusvalenza” e legittimo, quindi, l’avviso di accertamento dell’ufficio. Né è annullabile la sentenza d’appello perché “fotocopia” di quella della commissione provinciale
Sono sul sito dell’Agenzia delle Entrate le bozze dei documenti tecnici per l’utilizzo del Sistema di interscambio, la piattaforma già in uso per i clienti Pubbliche amministrazioni
Più tempo a disposizione dei contribuenti interessati dagli studi di settore per versare le imposte risultanti dalla dichiarazione. Spetta anche a contribuenti minimi e forfetari
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Nella circolare, fra l’altro, le tabelle esplicative che indicano quanto si paga nelle diverse ipotesi e le risposte a casi particolari riguardanti il primo anno di addebito
Firmato il decreto del presidente del Consiglio dei ministri che posticipa il termine per versare le imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi, anche unificata, e da quella Irap
punti interrogativi
Risolti alcuni dei più frequenti dubbi interpretativi riguardanti casi particolari di oneri detraibili. Spiegato anche come fruire direttamente in dichiarazione del bonus Irpef