Attualità
Costi chilometrici auto e moto:
le tariffe Aci valide per il 2016
Servono a determinare l’imponibile da includere nel reddito di lavoro dipendente, quando il veicolo è utilizzato non soltanto a scopo lavorativo ma anche per l'uso personale
Costi chilometrici auto e moto:|le tariffe Aci valide per il 2016
Anche quest’anno, con il comunicato pubblicato nel supplemento ordinario n. 66 della Gazzetta Ufficiale n. 291 del 15 dicembre, l'Agenzia rende note le tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall’Aci.

Le tabelle si riferiscono alle seguenti categorie di autoveicoli e motocicli:
• autoveicoli a benzina in produzione
• autoveicoli a benzina fuori produzione
• autoveicoli elettrici e ibridi in produzione
• autoveicoli elettrici e ibridi fuori produzione
• autoveicoli a gasolio in produzione
• autoveicoli a gasolio fuori produzione
• autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo in produzione
• autoveicoli a benzina-gpl, benzina-metano, metano esclusivo fuori produzione
• motoveicoli.

Le nuove tariffe sono necessarie sia per il calcolo dei rimborsi spettanti ai dipendenti e professionisti che utilizzano il proprio mezzo per conto di attività del datore di lavoro sia per il calcolo della remunerazione aggiuntiva alla retribuzione principale del dipendente, al quale, l’azienda eroga beni e servizi a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle esistenti sul mercato.
Per ciascun mezzo di trasporto è possibile rintracciare nell’ultima colonna dei prospetti, il valore del fringe benefit annuale da riportare nella dichiarazione.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 16 Dicembre 2015

I più letti

immagine della facciata di palazzo Chigi
Dal regime di tassazione delle locazioni brevi alla definizione delle liti pendenti: sono numerose e significative le disposizioni tributarie contenute nella manovra correttiva
salvagente
Le condizioni della norma agevolativa sono alternative e, quindi, se ancora in tempo con i termini previsti, l’acquirente può rettificare la dichiarazione con cui chiedeva lo sconto
L’Agenzia fa il punto della situazione sulle disposizioni recentemente riproposte dalla legge di bilancio per il 2017, ricostruendo l’intera disciplina della materia
Le pregresse sono scalabili dal maggior reddito solo su istanza del contribuente e se residuano maggiori imponibili dopo l’eventuale utilizzo di quelle di periodo, operato dal Fisco
Il credito spetta a tutte le imprese che fanno investimenti a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2020
immagine della facciata di palazzo Chigi
Dal regime di tassazione delle locazioni brevi alla definizione delle liti pendenti: sono numerose e significative le disposizioni tributarie contenute nella manovra correttiva
Nella nuova pubblicazione dell'Agenzia, tutto quello che occorre sapere prima di comprare l'abitazione: le verifiche da fare, i tributi da pagare, i possibili "sconti" da fruire
salvagente
Le condizioni della norma agevolativa sono alternative e, quindi, se ancora in tempo con i termini previsti, l’acquirente può rettificare la dichiarazione con cui chiedeva lo sconto
La normativa speciale si occupa anche dei rapporti con le operazioni con l’estero, in particolare cessioni all’esportazione e assimilate effettuate da esportatori abituali
L’Agenzia fa il punto della situazione sulle disposizioni recentemente riproposte dalla legge di bilancio per il 2017, ricostruendo l’intera disciplina della materia
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
immagine della facciata di palazzo Chigi
Dal regime di tassazione delle locazioni brevi alla definizione delle liti pendenti: sono numerose e significative le disposizioni tributarie contenute nella manovra correttiva
Nella nuova pubblicazione dell'Agenzia, tutto quello che occorre sapere prima di comprare l'abitazione: le verifiche da fare, i tributi da pagare, i possibili "sconti" da fruire
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino