Attualità
Credito d’imposta formazione 4.0:
indicazioni sul deposito contratti
Le imprese interessate al bonus potranno consegnare telematicamente al competente Ispettorato del lavoro gli accordi collettivi di secondo livello entro il 31 dicembre 2018
Credito d’imposta formazione 4.0:|indicazioni sul deposito contratti
Novità per l’applicativo informatico da utilizzare per l’accesso al credito d’imposta per la formazione 4.0: è possibile ora depositare telematicamente i contratti collettivi di secondo livello (sia quelli aziendali sia quelli territoriali) sulla base dei quali sono state pattuite le attività di formazione agevolate. Lo comunica il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con una nota sul proprio sito internet.
 
Il bonus, previsto per il 2018, si inserisce nel più ampio “Piano Nazionale Impresa 4.0”, supportando le aziende che investono nel proprio capitale umano (articolo 1 commi da 46 a 56, legge 205/2017 e circolare Mise 3 dicembre 2018).
 
In base alla disciplina agevolativa, le attività formative realizzate devono essere pattuite in contratti aziendali o territoriali. Il decreto attuativo, inoltre, prevede che tali accordi vadano depositati presso l’Ispettorato territoriale del lavoro competente (articolo 3, comma 3, Dm 4 maggio 2018).
 
Attraverso la nuova funzionalità, quindi, entro il 31 dicembre 2018 sarà possibile depositare telematicamente i contratti collettivi aziendali e territoriali per usufruire del credito d’imposta.
 
Per ulteriori informazioni sul bonus si rinvia alla pagina dedicata del sito del ministero del Sviluppo economico.
 
r.fo.
pubblicato Venerdì 7 Dicembre 2018

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
tax foundation
Cipro, Irlanda e Liechtenstein applicano le aliquote più basse; gli Emirati arabi tassano maggiormente le imprese.
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino