Attualità
Credito di imposta per la musica:
istanza da presentare entro lunedì
L’importo, concesso dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, dovrà essere utilizzato in compensazione, con modello F24, indicando il codice tributo “6849”
Credito di imposta per la musica: |istanza da presentare entro lunedì
Agli sgoccioli il termine per la richiesta del tax credit per la musica.
È, infatti, fissata al 29 febbraio la data ultima entro la quale i soggetti interessati dovranno presentare al ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo l’istanza per accedere all’agevolazione fiscale.
La domanda, debitamente firmata, deve essere inviata, su modello apposito, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, corredata da fotocopia del documento di identità, alla direzione generale Cinema. Possibile, in alternativa, la consegna a mano.
La richiesta, che poteva essere presentata dal 1° gennaio, deve riferirsi alle opere commercializzate nel 2015, dove per commercializzazione si intende la data di prima messa in commercio del relativo supporto fisico.
 
L’agevolazione è stato introdotta dall’articolo 7 del Dl 91/2013, convertito dalla legge 112/2013.
A beneficiarne, sono le imprese discografiche esistenti dal 1° gennaio 2012, alle quali viene riconosciuto un credito di imposta, pari al 30% dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche e videografiche musicali, che siano opere prime o seconde di compositori, artisti interpreti o esecutori, nonché di gruppi di artisti.
 
Il bonus ha avuto attuazione con il decreto del ministero del Beni e delle Attività culturali e del Turismo, di concerto con il ministero dell’Economia e delle finanze, del 2 dicembre 2014, che ha stabilito che il credito è utilizzabile soltanto in compensazione, presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici Entratel e Fisconline messi a disposizione dall’Agenzia, pena il rifiuto dell’operazione di versamento.
Stessa conseguenza qualora l’importo utilizzato in compensazione superi l’ammontare concesso.
Andrà utilizzato il codice tributo “6849”, denominato Tax credit musica – D.M. 2 dicembre 2014 (risoluzione 4/E del 2016).
Gianfranco Mingione
pubblicato Venerdì 26 Febbraio 2016

I più letti

Il legislatore nazionale, adeguandosi alla normativa europea, ha previsto regole speciali di applicazione del tributo per evitare fenomeni di doppia o reiterata imposizione
La comunicazione va presentata in via telematica, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
L’accesso è consentito a coloro che non sono stati fiscalmente residenti in Italia in almeno nove dei dieci periodi d’imposta precedenti l’inizio del periodo di validità dell’opzione
A differenza di quella di funzioni, non comporta alcun trasferimento di competenze tra autorizzante e autorizzato: il primo continua a mantenere la paternità di quanto sottoscritto
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
La comunicazione va presentata in via telematica, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati
Il legislatore nazionale, adeguandosi alla normativa europea, ha previsto regole speciali di applicazione del tributo per evitare fenomeni di doppia o reiterata imposizione
immagine parziale della copertina della guida
Tutte le novità sulle detrazioni spettanti quando si fanno lavori dentro casa o sulle parti comuni condominiali. Nuove regole per gli interventi antisismici fiscalmente agevolati
logo di Redditi SC 2017
Debutta il prospetto per accogliere la nuova agevolazione prevista, sotto forma di credito d'imposta, a favore di chi effettua erogazioni liberali a sostegno della scuola
Nel corso del dibattito parlamentare per la conversione, sono state inserire molte e significative disposizioni tributarie nel testo del decreto legge presentato dal Governo
immagine parziale della copertina della guida
Tutte le novità sulle detrazioni spettanti quando si fanno lavori dentro casa o sulle parti comuni condominiali. Nuove regole per gli interventi antisismici fiscalmente agevolati
L’importo base su cui commisurare la riduzione è quantitativamente determinata in maniera diversa a seconda dell’arco temporale in cui la violazione viene regolarizzata
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
immagine generica illustrativa
Pubblicata la circolare delle Entrate che fornisce importanti precisazioni e indicazioni operative sulla disciplina della definizione agevolata introdotta dal Dl 193/2016
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino