Attualità
Dalla carta al digitale: l’evoluzione
della dichiarazione di successione
Domani, cerimonia d’inaugurazione della mostra storico-documentaria con il direttore dell’Archivio di Stato di Roma Buonora, il vice ministro Mef Casero e il direttore Entrate Orlandi
Dalla carta al digitale: l’evoluzione|della dichiarazione di successione
Domani, mercoledì 15 febbraio, sarà inaugurata la mostra storico-documentaria “Chiamati all’eredità. Dalla carta al digitale. L’evoluzione della dichiarazione di successione”, allestita presso la sede del Palazzo della sapienza, Biblioteca alessandrina dell’Archivio di Stato di Roma, e realizzata dall’Agenzia in collaborazione con il Consiglio nazionale del notariato e l’Archivio di Stato di Roma, con il patrocinio del ministero dell’Economia e delle Finanze e del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.
L’evento culturale è nato nell’ambito dell’avvio della nuova dichiarazione telematica di successione e domanda di volture catastali, il cui modello è stato approvato con provvedimento del 27 dicembre 2016, ed è finalizzato a tracciare l’evoluzione nel tempo della dichiarazione di successione.
 
Alla cerimonia d’inaugurazione, ad aprire i lavori, il direttore dell’Archivio di Stato di Roma, Paolo Buonora, il vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Casero, il direttore dell’Agenzia, Rossella Orlandi. A seguire, gli interventi del consigliere del Consiglio nazionale del notariato, Roberto Martino, e del presidente del Consiglio nazionale dei geometri, Maurizio Savoncelli.
 
La mostra avrà libero accesso fino al 15 marzo 2017, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17.30.
 
Un’esperienza importante sotto più punti di vista
L’iniziativa ha permesso di approfondire il nostro patrimonio documentario, abbracciando diversi momenti significativi, dalla ricerca storica delle fonti in archivi di diverse istituzioni italiane all’analisi approfondita delle norme e dell’imposta.
Risultato di tale studio è un percorso documentario che, arricchito anche da una guida gratuita con un’introduzione in tre lingue (italiano, inglese, francese) e da due filmati sul percorso documentario e sul nuovo modello telematico di dichiarazione di successione, illustrerà la storia dell’imposta di successione dall’antichità a oggi, proponendo un iter evolutivo che, grazie alla combinazione di documenti d’epoca, testamenti, mappe e strumenti di rilevazione, ne ripercorrerà le tappe fondamentali nel corso delle differenti epoche. Sarà fornita una vasta panoramica dell’adempimento tributario durante un lungo lasso di tempo.
 
Scopo cardine dell’evento sarà diffondere fra il grande pubblico la comprensione di un’imposta quanto mai articolata, attraverso rimandi a fonti storiche e a una ricca selezione di dichiarazioni di successione, disposizioni testamentarie e oggetti scientifici rappresentativi.
L’analisi della disciplina, comunque, non mancherà di incuriosire anche gli specialisti della materia, mettendo in luce i caratteri peculiari che il tributo ha assunto negli anni nelle sue diverse forme e ripercussioni.

Disponibile on line il catalogo della mostra.
Cristiana Carta
pubblicato Martedì 14 Febbraio 2017

I più letti

Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Utilizzando l'apposita applicazione informatica per compilarlo e inviarlo, è possibile avvalersi del calcolo automatico delle imposte e di eventuali sanzioni e interessi
Per non rischiare di rispondere con i beni propri del passivo maturato dal defunto nei confronti del Fisco è possibile rinunciare al lascito o accettare con beneficio d’inventario
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
L’intervento normativo accorda al Fisco maggiori opportunità di intercettare gli illeciti trasferimenti di capitali all’estero o di accertare ipotesi di residenze fittizie
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
Utilizzando l'apposita applicazione informatica per compilarlo e inviarlo, è possibile avvalersi del calcolo automatico delle imposte e di eventuali sanzioni e interessi
L’argomento trattato è il sistema di tassazione dei redditi percepiti dai nostri concittadini fuori dai confini nazionali: dove si pagano le imposte e come evitare la doppia tassazione
Sollecitata dai quesiti formulati da commercialisti ed esperti contabili, l’Agenzia fornisce nuove indicazioni operative sulla trasmissione telematica delle informazioni
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Slitta il debutto per l’adempimento che ha sostituito la trasmissione annuale dello “spesometro”. Il nuovo termine viene incontro alle esigenze segnalate dai professionisti
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino