Attualità
Dalla carta al digitale: l’evoluzione
della dichiarazione di successione
Domani, cerimonia d’inaugurazione della mostra storico-documentaria con il direttore dell’Archivio di Stato di Roma Buonora, il vice ministro Mef Casero e il direttore Entrate Orlandi
Dalla carta al digitale: l’evoluzione|della dichiarazione di successione
Domani, mercoledì 15 febbraio, sarà inaugurata la mostra storico-documentaria “Chiamati all’eredità. Dalla carta al digitale. L’evoluzione della dichiarazione di successione”, allestita presso la sede del Palazzo della sapienza, Biblioteca alessandrina dell’Archivio di Stato di Roma, e realizzata dall’Agenzia in collaborazione con il Consiglio nazionale del notariato e l’Archivio di Stato di Roma, con il patrocinio del ministero dell’Economia e delle Finanze e del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.
L’evento culturale è nato nell’ambito dell’avvio della nuova dichiarazione telematica di successione e domanda di volture catastali, il cui modello è stato approvato con provvedimento del 27 dicembre 2016, ed è finalizzato a tracciare l’evoluzione nel tempo della dichiarazione di successione.
 
Alla cerimonia d’inaugurazione, ad aprire i lavori, il direttore dell’Archivio di Stato di Roma, Paolo Buonora, il vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Casero, il direttore dell’Agenzia, Rossella Orlandi. A seguire, gli interventi del consigliere del Consiglio nazionale del notariato, Roberto Martino, e del presidente del Consiglio nazionale dei geometri, Maurizio Savoncelli.
 
La mostra avrà libero accesso fino al 15 marzo 2017, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17.30.
 
Un’esperienza importante sotto più punti di vista
L’iniziativa ha permesso di approfondire il nostro patrimonio documentario, abbracciando diversi momenti significativi, dalla ricerca storica delle fonti in archivi di diverse istituzioni italiane all’analisi approfondita delle norme e dell’imposta.
Risultato di tale studio è un percorso documentario che, arricchito anche da una guida gratuita con un’introduzione in tre lingue (italiano, inglese, francese) e da due filmati sul percorso documentario e sul nuovo modello telematico di dichiarazione di successione, illustrerà la storia dell’imposta di successione dall’antichità a oggi, proponendo un iter evolutivo che, grazie alla combinazione di documenti d’epoca, testamenti, mappe e strumenti di rilevazione, ne ripercorrerà le tappe fondamentali nel corso delle differenti epoche. Sarà fornita una vasta panoramica dell’adempimento tributario durante un lungo lasso di tempo.
 
Scopo cardine dell’evento sarà diffondere fra il grande pubblico la comprensione di un’imposta quanto mai articolata, attraverso rimandi a fonti storiche e a una ricca selezione di dichiarazioni di successione, disposizioni testamentarie e oggetti scientifici rappresentativi.
L’analisi della disciplina, comunque, non mancherà di incuriosire anche gli specialisti della materia, mettendo in luce i caratteri peculiari che il tributo ha assunto negli anni nelle sue diverse forme e ripercussioni.

Disponibile on line il catalogo della mostra.
Cristiana Carta
pubblicato Martedì 14 Febbraio 2017

I più letti

Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
Con l’istituzione anche dell’identificativo del gestore del deposito, prendono il via le nuove disposizioni sui depositi fiscali per il contrasto alle frodi tributarie nel settore
La mancata variazione dell’iscrizione al catasto, su dichiarazione del privato o d’ufficio, per cui la costruzione non corrisponde più alla realtà, rende inapplicabile il valore presuntivo
Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Recepiscono le numerose e significative misure di semplificazione procedimentale introdotte lo scorso anno e sostituiscono quelle già approvate nel febbraio del 2015
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
immagine di mani di artigiano al lavoro
Con due circolari vengono comunicate le aliquote, i massimali e i minimali, i termini e le modalità di versamento per professionisti, collaboratori, artigiani e commercianti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Scatta dal 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra soggetti privati; nasce l’imposta sulle transazioni digitali per le prestazioni di servizi effettuate tramite mezzi elettronici
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino