Attualità
È on line il nuovo Intr@Web
per l’invio degli elenchi Intrastat
Nuove funzionalità consentono l’importazione completa dei dati da una precedente installazione. Soluzioni ad hoc per chi trasmette per conto degli obbligati all’adempimento
agenzia delle dogane
Disponibile in Rete, sul sito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, la versione aggiornata, realizzata con il contributo di Eurostat, del pacchetto informatico Intr@Web, l’applicativo che consente di predisporre, controllare e trasmettere, in via telematica, gli elenchi Intrastat, ovvero i resoconti riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e servizi realizzati dagli operatori Iva residenti con fornitori e clienti (titolari di partita Iva) Ue.
 
Destinatari del software sono, in primo luogo, i soggetti obbligati all’adempimento e, quindi, gli operatori stessi, nel caso in cui decidano di presentare direttamente la dichiarazione Intrastat.
Il pacchetto, però, è utilizzabile anche da chi presenta gli elenchi su delega di terzi (ad esempio, gli spedizionieri doganali). Per questi ultimi, sono state predisposte alcune funzionalità aggiuntive, in linea con le loro particolari esigenze.
 
Intr@Web si presenta in pratici moduli con modalità interfaccia, che guidano l’utente a un’esecuzione semplice e corretta della procedura. I principali consentono:
  • la compilazione degli elenchi Intrastat attraverso funzionalità per l’acquisizione dei dati sia manuale che automatica da flussi esterni
  • il controllo formale su file prodotti anche con altri software
  • l’invio telematico degli elenchi attraverso il Servizio telematico doganale e/o Entratel. 
Le istruzioni per l’accesso alla procedura sono consultabili nella sezione “Servizio telematico doganale – E.D.I.” del sito delle Dogane. 
Il software è disponibile in due diverse versioni:
  • Stand-Alone (monoutente), che consente l’utilizzo dell’applicazione solo sul computer di installazione e, quindi, con modalità locale
  • Client-Server (multiutente), che consente l’utilizzo di Intr@web su più pc collegati in Rete a un server dove risiede il database comune. 
L’Agenzia delle Dogane precisa, inoltre, che la prima versione 2016 di Intr@web contiene anche il pacchetto informatico “Java” e che il software completo aggiornato deve essere installato anche dagli utenti che hanno caricato versioni precedenti.
È stata, inoltre, introdotta, per i “vecchi” utenti, una nuova funzionalità che permette l’importazione completa dei dati da una precedente installazione tramite la modalità di menù utilità/manutenzione archivi/importa da installazione precedente. La procedura consente di recuperare anche tracciati di importazione, le formule per il valore statistico, i codici magazzino e i tassi di cambio.
r.fo.
pubblicato Martedì 16 Febbraio 2016

I più letti

Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
Con l’istituzione anche dell’identificativo del gestore del deposito, prendono il via le nuove disposizioni sui depositi fiscali per il contrasto alle frodi tributarie nel settore
La mancata variazione dell’iscrizione al catasto, su dichiarazione del privato o d’ufficio, per cui la costruzione non corrisponde più alla realtà, rende inapplicabile il valore presuntivo
Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Recepiscono le numerose e significative misure di semplificazione procedimentale introdotte lo scorso anno e sostituiscono quelle già approvate nel febbraio del 2015
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
immagine di mani di artigiano al lavoro
Con due circolari vengono comunicate le aliquote, i massimali e i minimali, i termini e le modalità di versamento per professionisti, collaboratori, artigiani e commercianti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Scatta dal 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra soggetti privati; nasce l’imposta sulle transazioni digitali per le prestazioni di servizi effettuate tramite mezzi elettronici
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino