Attualità
Entrate-Equitalia al via la convenzione 2008-2010
Con una previsione di un volume di incassi di oltre 2,8 miliardi per l'anno in corso, l'intesa punta al miglioramento della tax compliance
banconote.jpg
Garantire il potenziamento degli incassi da ruoli e incrementare l'adempimento spontaneo dei contribuenti attraverso uno stretto rapporto di collaborazione fra accertamento e riscossione. È il contenuto della convenzione 2008-2010 firmata oggi tra Villiam Rossi, Direttore reggente dell'agenzia delle Entrate e Raffaele Ferrara, Presidente di Equitalia. La previsione di riscossione pari a 2,8 miliardi per l'anno in corso è destinata a salire a 3,2 miliardi nel 2009.

Processo di monitoraggio. Per realizzare gli obiettivi contenuti nell'accordo, Equitalia spa utilizzerà nuovi strumenti gestionali e operativi unitamente a un presidio costante del proprio operato in modo da garantire una maggiore equità fiscale per i contribuenti. Nel corso del triennio saranno potenziati i monitoraggi e lo scambio di informazioni attraverso le relazioni periodiche sul livello di conseguimento dei risultati, che Equitalia fornirà alle Entrate. La società incaricata per la riscossione sarà inoltre tenuta a esibire e consegnare copia di atti e documenti affinché l'Agenzia possa verificare gli obiettivi raggiunti.

Nuovo assetto per Equitalia. Tra le strategie da realizzare un ruolo fondamentale è rappresentato dal nuovo modello organizzativo e manageriale della società. Il sistema frammentato della precedente struttura sarà sostituito da modalità omogenee su tutto il territorio nazionale, portando le molteplici società operative esistenti verso una dimensione regionale. Particolare attenzione sarà assicurata alla valorizzazione delle risorse umane e all'attività formativa, nell'ottica di operare un miglioramento delle conoscenze e delle competenze del personale.

Sistema Informativo Unico. Il piano triennale sarà orientato ad assicurare un contrasto più efficace all'evasione fiscale con la costituzione di azioni unitarie di riscossione mediante ruolo e l'omogeneizzazione delle procedure e dei comportamenti operativi sul territorio nazionale. A questo proposito si realizzerà un progetto di riorganizzazione dei processi, tramite il Sistema Informativo Unico della riscossione che prevede la costituzione di una banca dati unica e l'incremento di strumenti di gestione uniformi. Il completamento del nuovo Sistema è previsto per il 2010 e l'Agenzia vigilerà sugli stati di avanzamento.

Piano di Comunicazione. Al fine di migliorare i rapporti con i cittadini saranno adottate nuove iniziative volte a diffondere gli obiettivi e le attività della società, sia all'interno della struttura che all'esterno, per renderla riconoscibile a livello nazionale. A tal proposito, la convenzione prevede anche di razionalizzare la rete territoriale degli sportelli e favorire nuovi canali di comunicazione offerti dalla tecnologia, per un rapporto di maggiore trasparenza con il contribuente.
Patrizia De Juliis
pubblicato Mercoledì 28 Maggio 2008

I più letti

Il provvedimento, assegnato alle Commissioni riunite Finanze e Lavoro della Camera dei deputati, inizierà lunedì l'iter parlamentare per la sua conversione in legge
Il valore delle parti staccate confluisce in quello della prestazione, cioè gode dell’aliquota ridotta al 10 per cento, solo se connotate da una propria autonomia funzionale
immagine generica con mappa del globo
Il legislatore italiano ha adeguato la normativa interna alle indicazioni provenienti dal contesto internazionale e, in particolare, alle soluzioni ideate nell'ambito del progetto Beps
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Il valore delle parti staccate confluisce in quello della prestazione, cioè gode dell’aliquota ridotta al 10 per cento, solo se connotate da una propria autonomia funzionale
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Modifica del redditometro, rinvio al 28 febbraio 2019 del termine entro cui trasmettere lo spesometro relativo al terzo trimestre 2018, abolizione dello split payment per i professionisti
Il provvedimento, assegnato alle Commissioni riunite Finanze e Lavoro della Camera dei deputati, inizierà lunedì l'iter parlamentare per la sua conversione in legge
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Modifica del redditometro, rinvio al 28 febbraio 2019 del termine entro cui trasmettere lo spesometro relativo al terzo trimestre 2018, abolizione dello split payment per i professionisti
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino