Attualità
Irpef, acconto 2010 e saldo 2009
porta d'emergenza in chiusura
Ancora fino al 16 luglio i contribuenti possono pagare le imposte da Unico con un piccolo sovrapprezzo
Irpef, acconto 2010 e saldo 2009| porta d'emergenza in chiusura
Ormai dietro l'angolo l'ultimo giorno utile per pagare, con la maggiorazione dello 0,40%, il saldo relativo ai redditi 2009 e il primo acconto 2010 (o la prima rata se si è optato per la rateizzazione), così come risulta dal modello Unico e dalla dichiarazione Irap 2010. Interessati alla scadenza del 16 luglio i contribuenti che hanno saltato l'appuntamento del 16 giugno.
Si tratta, in particolare, di persone fisiche, società semplici, società di persone e di soggetti equiparati cui non si applicano gli studi di settore e che non partecipano ad associazioni, società e imprese ad essi sottoposti. Quest'ultimi, hanno tempo fino al 5 agosto per effettuare il versamento mancato applicando la stessa maggiorazione.
Il 16 luglio è anche l'ultimo giorno utile per pagare, con la maggiorazione dello 0,40%, l'Iva relativa al 2009 così come risulta dalla dichiarazione annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2010 - 16/6/2010.

Guardando in particolare l'Irpef, l'acconto è dovuto soltanto nel caso in cui l'importo indicato nel rigo RN34 di Unico Pf è superiore a 51,65 euro. Il versamento deve essere effettuato in un'unica soluzione (pari al 99% del totale) entro il 30 novembre 2010 se la cifra è inferiore a 257,52 euro, in due soluzioni se superiore.
In quest'ultima ipotesi, la somma da pagare è suddivisa in due rate: la prima, pari al 40% dell'imposta, deve essere versata entro il 16 giugno (o 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%), la seconda, pari al restante 60%, entro il 30 novembre.
Tutti i contribuenti possono chiedere la rateizzazione mensile degli importi da pagare (tranne l'acconto di novembre), applicando lo 0,33% di interessi.

Il calcolo dell'acconto può essere effettuato utilizzando due diverse strade: il metodo storico e quello previsionale. Il primo prende il via dalla dichiarazione dei redditi relativa all'anno precedente.
Il metodo previsionale, invece, va utilizzato quando si prevede di percepire un reddito minore rispetto al passato. In questo caso il conto sull'importo da pagare può essere fatto sul reddito presunto per il 2010. Se però i calcoli risulteranno sbagliati e l'imposta effettiva risulterà superiore a quella presunta, bisognerà pagare sanzioni e interessi.

Il versamento va effettuato compilando l' F24.
I titolari di partita Iva sono obbligati all'utilizzo della Rete per la trasmissione del modello, tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, attraverso gli intermediari autorizzati o i servizi di home banking di banche e Poste.
I contribuenti non titolari di partita Iva, invece, possono eseguire il versamento anche con il modello F24 cartaceo.

Questi i principali codici tributo:
  • 4001 Irpef - saldo
  • 4033 Irpef acconto - prima rata
  • 4034 Irpef acconto - seconda rata o acconto in unica soluzione
  • 6099 Iva annuale saldo
  • 1668 interessi pagamento dilazionato importi rateizzabili
  • 3800 Irap - saldo.
Anna Maria Badiali
pubblicato Giovedì 15 Luglio 2010

I più letti

timbro export
Le modifiche non comportano alcun cambiamento alla possibilità di usufruire di un regime fiscale agevolato, ma consentono un più puntuale monitoraggio delle operazioni
L’ufficio finanziario non è tenuto a ricercare il contribuente fuori dal suo ultimo domicilio, mentre è onere di quest’ultimo segnalare all’amministrazione eventuali trasferimenti
Per consentire il passaggio dal vecchio al nuovo formato, il Sistema di interscambio non sarà fruibile dal 1° all’8 gennaio 2017. In questo frangente vigerà la precedente modalità
È on line il modello per la dichiarazione sostitutiva che i contribuenti devono trasmettere per evitare l’addebito nella bolletta della luce. In alternativa, invio in plico raccomandato
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Gli introiti derivanti dalla partecipazione a lotterie, concorsi e giochi, conseguiti da persone fisiche, costituiscono reddito per l’intero ammontare percepito nel periodo d’imposta
Succede nei rapporti giuridici del de cuius, sia attivi che passivi, assumendone la stessa posizione di debitore, pur usufruendo del vantaggio della responsabilità limitata
31 marzo
Per le prime, introdotta anche l’opportunità di modificare i flussi informativi entro quindici giorni dalla scadenza prevista per l’invio telematico dei dati relativi a ogni trimestre
timbro export
Le modifiche non comportano alcun cambiamento alla possibilità di usufruire di un regime fiscale agevolato, ma consentono un più puntuale monitoraggio delle operazioni
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Con il provvedimento collegato alla manovra di bilancio, introdotte disposizioni urgenti che apportano importanti modifiche in materia di riscossione e di contrasto all’evasione
Approda in Parlamento la manovra per il prossimo anno. Il testo si presenta articolato e ricco di novità. Di seguito, una sintesi dei più importanti interventi tributari
Due le procedure generalmente previste: tramite contrassegno telematico oppure, virtualmente, con F24, in seguito all’autorizzazione dell’ufficio delle Entrate competente
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino