Attualità
Largo, nel nuovo archivio nazionale,
a strade e numeri civici new entry
Presto sarà possibile consultare una raccolta completa e attuale degli stradari di tutto il territorio nazionale
Largo, nel nuovo archivio nazionale,| a strade e numeri civici new entry
Firmata dall’Agenzia del Territorio e dall’Istat una convenzione per realizzare un archivio nazionale aggiornato delle strade e dei nuovi numeri civici geocodificato alle sezioni di censimento Istat 2010. Un progetto che metterà, presto, a disposizione di amministrazioni e cittadini la mappa attuale degli indirizzi sul territorio nazionale certificati dai Comuni.
 
Il piano d’azione prevede lo scambio dinamico dei dati in possesso dei due enti, così da creare un’infrastruttura tecnologica e di servizi utile alla Pubblica amministrazione e a chiunque cerchi informazioni stradali e numeri civici aggiornati.
 
Per ora, i lavori di “ristrutturazione” dell’archivio riguarderanno i Comuni non capoluogo di provincia con meno di 20mila abitanti.
Per completare la raccolta e realizzare gli stradari di tutto lo stivale, l’Istat, in vista del quindicesimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni, si avvarrà della collaborazione dei Comuni e delle loro rilevazioni, in modo da effettuare indagini più mirate, come previsto dal Programma statistico nazionale.
 
Terminata questa fase, la gestione ordinaria dei dati sarà eseguita tramite il “Portale per i Comuni”, la piattaforma informatica realizzata dal Territorio e prevista dal piano e-government 2009-2011.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 7 Luglio 2010

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
È obbligatorio esibire la documentazione in originale per le richieste relative ai mezzi acquistati in regime di Iva del margine o utilizzati come beni strumentali dell’attività di impresa
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Quando un soggetto è identificato ai fini dell’imposta sul valore aggiunto in più di uno Stato membro, deve considerarsi solo il codice con cui ha effettuato l’acquisto intracomunitario
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Scade il 15 maggio il termine per aderire alla definizione agevolata e pagare l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora
Il 730 potrà essere modificato e inviato dal 2 maggio al 23 luglio, mentre il modello Redditi potrà essere modificato dal 2 maggio e trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino