Attualità
"Le agevolazioni fiscali a favore dell'attività sportiva dilettantistica"
In distribuzione gratuita presso gli uffici locali delle Entrate


Il primo numero del 2007 del periodico bimestrale "l'agenzia informa", disponibile come di consueto su www.agenziaentrate.gov.it e nella biblioteca di FISCOoggi, è dedicato alle agevolazioni fiscali di cui può beneficiare l'attività sportiva dilettantistica. La pubblicazione è in distribuzione presso tutti gli uffici delle Entrate; alcune copie saranno diffuse anche tramite periodici specializzati. La guida descrive le principali disposizioni tributarie che riguardano le associazioni del settore, concentrandosi in particolare sui vantaggi fiscali in loro favore, e fornisce indicazioni sugli adempimenti, sul regime agevolato ai fini Iva e delle imposte dirette, sui requisiti per accedervi, sul trattamento dei compensi e dei rimborsi spese pagati agli sportivi e agli amministratori. Nell'ultima parte sono illustrati i benefici legati alle sponsorizzazioni e alla raccolta dei fondi che le associazioni, rispettando determinati requisiti, possono ottenere, la detrazione delle spese per la pratica sportiva dei giovani tra i 5 e i 18 anni e gli "sconti" fiscali per chi effettua erogazioni liberali a favore delle associazioni sportive dilettantistiche.

Claudia Scardino
pubblicato Mercoledì 4 Aprile 2007

I più letti

testo alternativo per immagine
L’anomala situazione commerciale giustifica la rettifica sulla base di sole presunzioni semplici, con conseguente inversione dell’onere della prova a carico del contribuente
testo alternativo per immagine
Snc e suoi componenti sono coobbligati al pagamento delle imposte e, quindi, dopo la cessazione dell’attività tocca ai secondi versare i tributi non assolti dall’azienda
testo alternativo per immagine
È colpevole di frode chi utilizza l’istituto per “alleggerire” il patrimonio, così da non pagare imposte e sanzioni all’Erario e ostacolare la riscossione coattiva dei tributi
testo alternativo per immagine
In prossimità della scadenza del termine per la trasmissione telematica dei modelli, i chiarimenti del dipartimento delle Finanze sull’adempimento pro esenzione
immagine scuola
Soltanto per quest’anno, i nuovi entrati hanno tempo fino al 15 dicembre per inviare alla presidenza del Consiglio dei ministri l’istanza per la concessione del contributo
testo alternativo per immagine
A differenza del vecchio Cud, contenente solo i dati dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, il nuovo schema accoglie anche quelli di lavoro autonomo e diversi e le provvigioni
testo alternativo per immagine
Snc e suoi componenti sono coobbligati al pagamento delle imposte e, quindi, dopo la cessazione dell’attività tocca ai secondi versare i tributi non assolti dall’azienda
testo alternativo per immagine
In prossimità della scadenza del termine per la trasmissione telematica dei modelli, i chiarimenti del dipartimento delle Finanze sull’adempimento pro esenzione
testo alternativo per immagine
Una delle principali scadenze fiscali dell’anno, il versamento della seconda o unica rata dell’“anticipo” Irpef, cade di domenica (30 novembre) e, perciò, slitta al dì successivo
Dito su calendario
La regola vale qualora l’interessato non contesti di non aver avuto la cartella con la pretesa tributaria, ma si limiti a metterne in discussione la data di consegna
testo alternativo per immagine
A differenza del vecchio Cud, contenente solo i dati dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, il nuovo schema accoglie anche quelli di lavoro autonomo e diversi e le provvigioni
testo alternativo per immagine
Più facile, inoltre, aggiornare la propria situazione economica in caso di rilevante diminuzione del reddito, con la possibilità di ottenere l’indicatore “corrente”
immagine generica
La deduzione dal reddito è pari al 20% del prezzo di acquisto risultante dall’atto di compravendita, comunque entro il limite massimo complessivo di spesa di 300mila euro
mela
Sul sito dell’Agenzia disponibile, inoltre, il pacchetto informatico che consente di verificare che i file predisposti siano conformi ai criteri necessari per terminare la procedura
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua