Attualità
Novità in Unico per le società di persone (3)
Quadri RV (riconciliazione dati di bilancio e fiscali), RD (allevamento di animali, produzione di vegetali e altre attività agricole) e RH (partecipazione in società di persone ed equiparate)
_763.jpg
Quadri RV (riconciliazione dati di bilancio e fiscali), RD (allevamento di animali, produzione di vegetali e altre attività agricole) e RH (partecipazione in società di persone ed equiparate)
 
Quadro RV - Riconciliazione dati di bilancio e fiscali
Il quadro RV si compone di due sezioni; nella prima, va evidenziato il disallineamento tra i valori civili e fiscali dei beni relativi all'impresa determinato da particolari operazioni, tra le quali si segnalano:
  • fusione o scissione
  • conferimenti neutrali
  • rivalutazione volontaria dei beni
  • valutazione dei crediti e dei debiti in valuta.
Rispetto al modello dello scorso anno, va segnalato l'inserimento di due nuovi campi, gli attuali 2 (da barrare nel caso in cui le variazioni che hanno determinato il disallineamento si siano prodotte anche per effetto dell'adozione dei principi contabili internazionali) e 12 (da utilizzare per l'indicazione dei valori fiscali assoggettati a imposta sostitutiva).



La seconda sezione rappresenta una novità del quadro RV e va compilata allo scopo di indicare il disallineamento tra i valori civili e fiscali delle voci in bilancio generato a seguito dell'applicazione da parte della società dichiarante dei principi contabili internazionali. La sezione è strutturata in maniera simile alla prima, con la differenza che non sono previsti i campi per l'indicazione del valore di realizzo e del valore fiscale del bene assoggettato a imposta sostitutiva e che è invece presente un campo (il numero 2) che accoglie il valore civile, corrispondente alla voce indicata nel campo 1, risultante dal bilancio chiuso prima della transizione ai principi contabili internazionali.



Quadro RD - Reddito di allevamento di animali e reddito derivante da produzione di vegetali e da altre attività agricole
Il quadro RD deve essere compilato dalle società semplici che svolgono attività di allevamento e/o dirette alla produzione di vegetali eccedenti il limite di cui alla lettera b) del comma 2 dell'articolo 32 del Tuir. In esso vanno indicati anche i redditi derivanti da altre attività agricole individuate dai commi 2 e 3 dell'articolo 56-bis e dall'attività di agriturismo. Se la società che svolge attività di agriturismo è una società in nome collettivo o in accomandita semplice, il reddito derivante da tale attività dovrà essere dichiarato nell'ambito della determinazione del reddito d'impresa, rispettivamente nel quadro RF o nel quadro RG, a seconda che la società abbia adottato la contabilità ordinaria o semplificata.
Nel quadro in esame è stato eliminato il rigo (RD12 in Unico 2005) relativo all'indicazione del reddito detassato derivante dall'applicazione della "Tremonti-bis" e della "Tecno-Tremonti". Per entrambe le disposizioni, infatti, l'ultimo periodo d'imposta agevolabile era il 2004. Da ciò consegue che, a differenza di quanto accadeva nel modello relativo all'anno precedente, l'attuale rigo RD12 (rigo RD13 del modello 2005) può accogliere unicamente un importo positivo, quale reddito derivante dalle attività ivi dichiarate, mentre non è più possibile indicare una perdita.

Quadro RH - Redditi di partecipazione in società di persone ed equiparate
Questo quadro deve essere compilato dalle società semplici o associazioni che detengono partecipazioni in società di persone. Le sostanziali modifiche rispetto a Unico 2005 concernono l'eliminazione dei campi e dei righi relativi a quella parte di reddito assoggettabile a determinazione separata dell'imposta ai sensi dell'articolo 33, comma 7, del decreto legge 269/2003 (concordato preventivo), nonché dei campi e dei righi attinenti alla quota di imposte pagate all'estero dalla società partecipata e imputata alla società dichiarante.
Un'altra novità è rappresentata dall'eliminazione del rigo relativo alle perdite di impresa derivanti dall'esercizio delle attività di cui al quadro RD. Tale cambiamento è determinato, come già evidenziato sopra, dall'impossibilità di avere delle perdite da quadro RD. Ne consegue che i redditi derivanti dalle partecipazioni in società di persone esercenti attività d'impresa in regime di contabilità ordinaria o semplificata (RH7) possono essere compensati, in un primo tempo, solamente da perdite derivanti da altre partecipazioni in società di persone esercenti attività d'impresa in regime di contabilità ordinaria (RH8). Se, a seguito di tale compensazione, residua un valore positivo, possono essere utilizzate in diminuzione dai redditi di rigo RH7 anche le perdite derivanti da altre partecipazioni in società di persone esercenti attività d'impresa in regime di contabilità semplificata (RH10). In caso di eccedenza della perdita di partecipazione in contabilità ordinaria (RH9) rispetto al reddito, invece, bisogna comportarsi come segue:
  • se esiste un reddito da quadro RD, la differenza negativa di cui al rigo RH9 va riportata nel rigo RD13 al fine di scomputarla dal reddito di cui al rigo RD12. L'eventuale eccedenza residua va riportata poi nel rigo RN14 o RN15 del quadro RN, a seconda che se si tratti di perdite riportabili non oltre il quinto periodo d'imposta successivo a quello di formazione o compensabili senza limiti di tempo, al fine della distribuzione pro quota a ogni singolo socio
  • se non esiste un reddito da quadro RD, la differenza negativa di cui al rigo RH9 va riportata direttamente nel rigo RN14 o RN15.


3 - continua. La quarta e ultima puntata su FISCOoggi di martedì 9; le prime due sono state pubblicate nei giorni 2 e 4 maggio
Giuseppe Cusmai
Fabio Massi
pubblicato Lunedì 8 Maggio 2006

I più letti

testo alternativo per immagine
Tra le novità, l’introduzione della procedura di collaborazione volontaria nazionale per tutti i residenti. Sono sanabili le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014
testo alternativo per immagine
Il contribuente, per superare la presunzione legale relativa, deve adeguatamente dimostrare che le somme movimentate sono state impiegate per operazioni non imponibili
disegno ape che guarda con lente un pagina con su libro scritto Isee
Mancano ormai pochi giorni all’entrata in vigore della normativa che, archiviando le precedenti regole, dà spazio alla diversificazione delle situazioni e delle prestazioni
testo alternativo per immagine
In Gazzetta il provvedimento che rinvia il pagamento del tributo al 26 gennaio prossimo, decisione preannunciata qualche giorno fa con comunicato stampa di Palazzo Chigi
testo alternativo per immagine
La Direzione provinciale II di Torino ha scoperto il trucco contabile e ha recuperato 2,2 milioni di euro
mezza mela
La modifica non è automatica, ma è conseguente all’andamento del rendimento medio dei titoli di Stato e del tasso di inflazione annuo e va sancita con decreto ministeriale
immagine
Le dichiarazioni possono essere presentate direttamente dagli operatori interessati , se abilitati ai servizi telematici Entratel o Fisconline, oppure tramite intermediari incaricati
testo alternativo per immagine
In Gazzetta il provvedimento che rinvia il pagamento del tributo al 26 gennaio prossimo, decisione preannunciata qualche giorno fa con comunicato stampa di Palazzo Chigi
testo alternativo per immagine
Il comitato di gestione dell’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera agli avvicendamenti dei vertici, più un incarico strategico, che interesseranno alcune direzioni regionali
testo alternativo per immagine
Tra le novità, l’introduzione della procedura di collaborazione volontaria nazionale per tutti i residenti. Sono sanabili le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014
testo alternativo per immagine
In evidenza: meno informazioni negli elenchi riepilogativi Intrastat, operazioni black list da comunicare una sola volta all’anno, immediata l’iscrizione alla banca dati Vies
ciak
Tra le altre: niente dichiarazione di successione per eredità fino a 100mila euro, via la comunicazione per lavori energetici “pluriennali”, rimborsi Iva con meno vincoli
IMU
I proprietari delle aree non più esonerate dal pagamento dovranno versare l’imposta municipale propria, per il 2014, in un’unica soluzione, entro martedì 16 dicembre
immagine
Le dichiarazioni possono essere presentate direttamente dagli operatori interessati , se abilitati ai servizi telematici Entratel o Fisconline, oppure tramite intermediari incaricati
testo alternativo per immagine
A seconda della scelta effettuata dal contribuente (accettazione o modifica, in modo autonomo o delegando altri soggetti), è previsto un diverso iter dei controlli documentali