Attualità
Un nuovo canale telematico
per i versamenti unitari con F24
Il modello per assolvere imposte e contributi potrà viaggiare non solo tramite banche o posta, ma anche attraverso gli istituti di pagamento e di moneta elettronica
Un nuovo canale telematico |per i versamenti unitari con F24
Firmato l’accordo tra l’Agenzia delle Entrate e l’Associazione italiana istituti di pagamento e di moneta elettronica, che consentirà ai contribuenti di effettuare i versamenti con modello F24 anche attraverso i canali telematici messi a disposizione dai “prestatori di servizi di pagamento” (Psp) diversi dalle banche che offrono sistemi di pagamento come l’home banking, iscritti nell’apposito albo della Banca d’Italia
 
L’intesa fa seguito a una fase sperimentale adottata nel 2014 attraverso il primo servizio Psp (InfoCamere), che ha fatto registrare risultati positivi.
Obiettivo dell’Agenzia è agevolare e semplificare gli adempimenti dei contribuenti in materia di versamento delle imposte, sviluppando sistemi alternativi alla modalità di conferimento cartaceo delle deleghe e ampliando, quindi, il numero delle soluzioni telematiche percorribili.
 
D’ora in poi, quindi, sarà possibile pagare gli F24 telematici non solo tramite le banche e Poste italiane, ma anche attraverso gli istituti di pagamento e di moneta elettronica che aderiranno al servizio.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 2 Marzo 2016

I più letti

31 marzo
Per le prime, introdotta anche l’opportunità di modificare i flussi informativi entro quindici giorni dalla scadenza prevista per l’invio telematico dei dati relativi a ogni trimestre
Succede nei rapporti giuridici del de cuius, sia attivi che passivi, assumendone la stessa posizione di debitore, pur usufruendo del vantaggio della responsabilità limitata
Per consentire il passaggio dal vecchio al nuovo formato, il Sistema di interscambio non sarà fruibile dal 1° all’8 gennaio 2017. In questo frangente vigerà la precedente modalità
timbro export
Le modifiche non comportano alcun cambiamento alla possibilità di usufruire di un regime fiscale agevolato, ma consentono un più puntuale monitoraggio delle operazioni
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Gli introiti derivanti dalla partecipazione a lotterie, concorsi e giochi, conseguiti da persone fisiche, costituiscono reddito per l’intero ammontare percepito nel periodo d’imposta
Succede nei rapporti giuridici del de cuius, sia attivi che passivi, assumendone la stessa posizione di debitore, pur usufruendo del vantaggio della responsabilità limitata
31 marzo
Per le prime, introdotta anche l’opportunità di modificare i flussi informativi entro quindici giorni dalla scadenza prevista per l’invio telematico dei dati relativi a ogni trimestre
Con il provvedimento collegato alla manovra di bilancio, introdotte disposizioni urgenti che apportano importanti modifiche in materia di riscossione e di contrasto all’evasione
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Con il provvedimento collegato alla manovra di bilancio, introdotte disposizioni urgenti che apportano importanti modifiche in materia di riscossione e di contrasto all’evasione
Approda in Parlamento la manovra per il prossimo anno. Il testo si presenta articolato e ricco di novità. Di seguito, una sintesi dei più importanti interventi tributari
Due le procedure generalmente previste: tramite contrassegno telematico oppure, virtualmente, con F24, in seguito all’autorizzazione dell’ufficio delle Entrate competente
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino