Attualità
Prevenzione della corruzione:
il piano triennale dell’Agenzia
Pubblicato sul sito internet delle Entrate il documento, relativo al periodo 2016-2018, previsto dalla “Legge anticorruzione” per tutte le pubbliche amministrazioni
Prevenzione della corruzione:|il piano triennale dell’Agenzia
In Rete il “Piano triennale di prevenzione della corruzione” adottato dall’Agenzia delle Entrate per il triennio 2016-2018 disposto con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 29 gennaio. Il documento, previsto dalla Legge 190/2012 (“Legge anticorruzione”), consente di adottare un sistema di contrasto dei fenomeni corruttivi, introducendo forme di responsabilità a carico dei dirigenti e dei funzionari e conseguenti sanzioni in caso di inadempienze; è disponibile sul sito internet dell’Agenzia, e fornisce le informazioni relative all’organizzazione e al funzionamento dell’Agenzia in ordine alla lotta alla corruzione e agli illeciti in generale.
 
Nel documento sono evidenziati ruoli, responsabilità e strutture all’interno dell’Agenzia con i quali viene garantito un monitoraggio delle attività in vista della prevenzione del rischio di illeciti, a partire dalle direzioni provinciali fino alle direzioni centrali.
 
All’interno del “Piano triennale di prevenzione della corruzione” è inserita una sintesi del codice di comportamento dei dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, approvato il 16 settembre 2015, che contiene norme integrative ad hoc che tengono conto delle peculiarità derivanti dalla trattazione della delicata materia fiscale.
 
Primo bilancio, inoltre, per il Whistleblowing, la procedura che consente ai dipendenti di segnalare condotte illecite all’interno del proprio ufficio attraverso un canale informatico predisposto con una modalità di comunicazione crittografata. Dal febbraio 2015, quando è divenuta operativa la procedura, sono state effettuate 210 segnalazioni, in parte ancora in lavorazione.
 
Infine, all’interno del documento, è anche presente il “Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità” (Ptti), che illustra gli obblighi a carico dell’Agenzia in materia di trasparenza delle informazioni (pubblicazioni sul sito internet istituzionale, accesso civico del cittadino a documenti, informazioni o dati di cui è prevista la pubblicazione dalla normativa vigente) e le relative sanzioni in caso di inadempienza.
 
Il “Piano triennale di prevenzione della corruzione” è disponibile sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, seguendo il percorso home - L’Agenzia - Prevenzione della corruzione.
 
 
r.fo.
pubblicato Venerdì 29 Gennaio 2016

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Per l’ordinaria amministrazione è competente il singolo componente, come nel caso del dovere che insorge per le somme trattenute dalle retribuzioni corrisposte ai dipendenti
In tal caso, per l’applicabilità della disciplina agevolata non è richiesta la sussistenza di particolari requisiti in capo a chi rileva il credito e subentra nella relativa garanzia
Recepiscono le numerose e significative misure di semplificazione procedimentale introdotte lo scorso anno e sostituiscono quelle già approvate nel febbraio del 2015
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Recepiscono le numerose e significative misure di semplificazione procedimentale introdotte lo scorso anno e sostituiscono quelle già approvate nel febbraio del 2015
immagine di mani di artigiano al lavoro
Con due circolari vengono comunicate le aliquote, i massimali e i minimali, i termini e le modalità di versamento per professionisti, collaboratori, artigiani e commercianti
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Scatta dal 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra soggetti privati; nasce l’imposta sulle transazioni digitali per le prestazioni di servizi effettuate tramite mezzi elettronici
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino