Attualità
Rottamazione senza pin e password
e con “ContiTu” si può scegliere
Due servizi a portata di click che consentono di avere tutte le informazioni necessarie per effettuare il primo pagamento della sanatoria previsto per il prossimo 31 luglio
Rottamazione senza pin e password|e con “ContiTu” si può scegliere
I contribuenti, da oggi, possono richiedere la copia online della risposta all’istanza di rottamazione delle cartelle esattoriali anche attraverso l’area pubblica del sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, senza bisogno di pin e password quindi. La “Comunicazione delle somme dovute” è, comunque, già disponibile, dallo scorso 16 giugno, nell’area riservata del portale. La novità in un comunicato del nuovo ente di riscossione.
 
La procedura che passa dall’area pubblica è semplice e veloce: basta compilare il “Form richiesta comunicazione” inserendo il proprio codice fiscale, allegare la documentazione necessaria al riconoscimento e l’indirizzo e-mail dove si desidera ricevere la comunicazione.
Si tratta di un’ulteriore facilitazione che consente ai contribuenti di avere a disposizione tutte le notizie utili per effettuare il primo pagamento della definizione agevolata la cui scadenza è fissata per il prossimo 31 luglio.
 
La lettera, che informa sull’accoglimento o sull’eventuale rigetto della definizione agevolata, contiene i bollettini di pagamento in base alle rate scelte (da 1 a 5), il modulo per l’addebito in conto corrente delle somme da versare e lo schema dettagliato della situazione debitoria.
 
Esistono cinque tipi di comunicazione per cinque diverse risposte:
AT – accoglimento totale
AP – accoglimento parziale
AD – per coloro che non devono pagare nulla
AX – per quei contribuenti che hanno debiti “rottamabili” e non devono pagare nulla, mentre hanno un debito residuo da pagare per debiti non “rottamabili”
RI – rigetto.
 
Con un altro comunicato, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, lancia il nuovo servizio “ContiTu”, attraverso il quale, da lunedì 10 luglio, il contribuente può scegliere di “rottamare” solo alcune delle cartelle e degli avvisi elencati nella comunicazione inviatagli entro il 15 giugno 2017. In sostanza, chi ha indicato più tipologie di debiti può decidere on line quali effettivamente pagare con la procedura agevolata, mantenendo intatto il piano rate prescelto in origine, e la piattaforma genererà il nuovo totale da pagare e i relativi codici Rav per saldare.
r.fo.
pubblicato Venerdì 7 Luglio 2017

I più letti

Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
Con l’istituzione anche dell’identificativo del gestore del deposito, prendono il via le nuove disposizioni sui depositi fiscali per il contrasto alle frodi tributarie nel settore
La mancata variazione dell’iscrizione al catasto, su dichiarazione del privato o d’ufficio, per cui la costruzione non corrisponde più alla realtà, rende inapplicabile il valore presuntivo
Modificati i termini di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, nonché del modello 770. Ritoccate anche le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Recepiscono le numerose e significative misure di semplificazione procedimentale introdotte lo scorso anno e sostituiscono quelle già approvate nel febbraio del 2015
logo del modello Redditi SC 2018
Riguardo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi la disciplina agevolativa è stata nuovamente prorogata, ma con ritocchi. Inevitabile l'impatto sul modello
immagine di mani di artigiano al lavoro
Con due circolari vengono comunicate le aliquote, i massimali e i minimali, i termini e le modalità di versamento per professionisti, collaboratori, artigiani e commercianti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Scatta dal 2019 l’obbligo di fatturazione elettronica anche tra soggetti privati; nasce l’imposta sulle transazioni digitali per le prestazioni di servizi effettuate tramite mezzi elettronici
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino