Attualità
Sostitutiva Tfr: è tempo di saldo.
Attenzione, scade il 17 febbraio
La data va annotata nell’agenda dei datori di lavoro che già a metà dicembre si sono trovati a “tu per tu” con l’acconto dell’imposta e ora devono chiudere il conto
testo alternativo per immagine
Un F24, il codice tributo 1713 e un semplice calcolo. Sono gli elementi di base che i datori di lavoro devono avere sotto mano per mettere il punto sulla tassazione delle somme relative alla rivalutazione dei trattamenti di fine rapporto, maturate al 31 dicembre 2013.
Dopo l’appuntamento con l’acconto di metà dicembre, è arrivata dunque l’ora del saldo dell’imposta sostitutiva dell’11% sulla rivalutazione del Tfr.
 
Prima di entrare nello specifico dell’adempimento, ricordiamo che il fondo Tfr “messo da parte” al 31 dicembre di ogni anno (escluse le quote maturate nell’anno stesso) deve essere, per legge, incrementato applicando un certo coefficiente costituito da un tasso fisso dell’1,5% e da uno variabile pari al 75% dell’aumento dell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie di operai e impiegati, accertato dall’Istat, rispetto al mese di dicembre dell’anno precedente (articolo 2120 del codice civile).
È su questa quota di incremento che è, appunto, dovuta un’imposta sostitutiva pari all’11%, da versare in due tranche: acconto del 90% entro il 16 dicembre e saldo del restante 10% entro il 16 febbraio, termine che quest’anno, cadendo di domenica, è spostato al giorno successivo, cioè lunedì 17.
 
Quanto e come
Aritmeticamente parlando, il calcolo della seconda parte è molto facile, infatti, basta applicare l’aliquota della sostitutiva (l’11%) sulla rivalutazione 2013 e sottrarre, dall’importo ottenuto, quanto già versato a titolo d’acconto.
 
L’imposta sostitutiva si paga con il modello F24, che permette anche di compensare il debito fiscale con eventuali crediti, pure contributivi.
È anche possibile usufruire del credito che deriva dal prelievo anticipato sui trattamenti di fine rapporto (articolo 3 della legge n. 662/1996). Questo credito può essere utilizzato fino a compensazione dell’imposta sostitutiva dovuta e l’importo compensato non rileva per la determinazione del limite annuo massimo di compensazione.
Nella delega di pagamento, il saldo della sostitutiva si traduce nel codice tributo 1713, da riportare nella sezione “Erario”.
Paola Pullella Lucano
pubblicato Giovedì 13 Febbraio 2014

I più letti

testo alternativo per immagine
La cancellazione dal Registro delle imprese blocca solo l’azione esecutiva nei confronti del soggetto non più attivo: è legittimo chiedere “il conto” all’incorporante
testo alternativo per immagine
Va recuperata a tassazione la plusvalenza realizzata a seguito della vendita di un’area edificabile, acquisita a titolo gratuito solo tre mesi prima dell’alienazione
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
testo alternativo per immagine
I criteri di valutazione dettati dal codice civile hanno carattere inderogabile perché garantiscono la trasparenza, la leggibilità e la controllabilità del bilancio
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Il patrimonio informativo dell’Agenzia, finora utilizzato soprattutto per finalità di controllo, sarà impiegato, per la prima volta, per fornire un reale servizio ai cittadini
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
testo alternativo per immagine
Ciò che conta sono gli effetti giuridici, i quali sono considerati rilevanti in sé, in quanto costitutivi, traslativi, dichiarativi, prescindendo dai contratti che li producono
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
testo alternativo per immagine
Il patrimonio informativo dell’Agenzia, finora utilizzato soprattutto per finalità di controllo, sarà impiegato, per la prima volta, per fornire un reale servizio ai cittadini