Attualità
UnicOnLine PF (4): come produrre il versamento dalla dichiarazione
Il plug-in F24 va installato successivamente al software di compilazione
_281.jpg

Nella stessa pagina in cui si trova il link al software per la compilazione della dichiarazione Unico persone fisiche, è presente il link al cosiddetto plug-in F24 da Unico.
Anche questo software è reperibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate e sui siti mirror Virgilio e Yahoo Italia insieme al programma compilativo UnicOnLine PF 2005.



Il plug-in va installato successivamente al software di compilazione della dichiarazione e non è indipendente da UnicOnLine PF 2005 (da qui l'accezione di "plug-in"); non è infatti possibile lanciarlo autonomamente come avviene invece per F24 On Line, che è un programma a sé stante.

Per il sistema operativo Windows il file è denominato F24_da_Unico_2005_101.exe; esso va copiato sul pc dell'utente in una cartella a piacere e poi installato con un doppio clic sul file. Nel caso sia presente la versione precedente, se ne consiglia la disinstallazione tramite l'apposita funzione del Pannello di Controllo.
Inoltre, è necessario chiudere tutti i programmi, in particolare UnicOnLine PF 2005.
Una volta eseguita l'installazione, per le dichiarazioni presenti nel programma UnicOnLine PF 2005 sarà possibile richiamare il modello di versamento compilato con le risultanze della dichiarazione dalla voce di menu Pagamenti F24:



Il file del versamento viene prodotto a partire dal file .upf, perciò sarà necessario confermare il quadro RX della dichiarazione, che produce il salvataggio in questo formato, prima di richiederne la visualizzazione.
Nel caso non ci siano importi a debito un messaggio segnalerà l'impossibilità di produrre il modello F24.



Se risulta un'imposta da versare, si apriranno alcune maschere che riporteranno eventuali crediti risultanti dalla dichiarazione, compensabili nello stesso F24:



seguiti da un sommario delle imposte dovute, suddivise in più righi, con il calcolo degli acconti dovuti per l'anno 2005:



A questo punto si avranno a disposizione più opzioni:
- l'opzione Solo stampa produrrà un file in formato .pdf pronto per la stampa in triplice copia del modello, ma non creerà il file da trasmettere telepaticamente
- la Richiesta di 2 file per le scadenze di Giugno/Luglio e Novembre 2005 produrrà due distinti file; per il primo si può scegliere la scadenza tra giugno e luglio.



Eventuali crediti risultanti dalla dichiarazione verranno utilizzati in compensazione in questa prima delega. In alto, nelle due deleghe prodotte, sarà visualizzabile la data di scadenza.



In seguito a questa opzione verranno salvati due file, che potranno essere trasmessi telematicamente, nella cartella C:\UnicoOnLine\F24
- l'ultima opzione Richiesta del file globale contenente tutti i versamenti produrrà un file denominato CODICEFISCALE_UNI05_TOT.F24 (salvandolo nella cartella C:\UnicoOnLine\F24) che conterrà tutte le deleghe richieste; in caso di rateazione, acconti e saldi saranno divisi in quote costanti e ogni delega riporterà in alto la data di scadenza.
Ogni delega comprenderà l'indicazione del numero della rata (ad esempio, 0205, seconda rata di 5), saranno calcolati gli interessi da rateazione, se dovuti; inoltre, l'imposta sarà comprensiva dello 0,40 per cento se viene scelta la scadenza di luglio per la prima rata.
Si ricorda che in caso di invio telematico delle deleghe, l'addebito sul conto corrente avverrà alle singole date di scadenza.

4 - fine

Lucia Rinaldi
pubblicato Mercoledì 15 Giugno 2005

I più letti

immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Nei confronti di chi versa l’imposta, con riferimento all’anno in cui avviene la cessione del prodotto non si applica la ritenuta del 23% ordinariamente prevista sul 78% dei corrispettivi
È esclusa l’emissione del documento in modalità analogica. In questi casi, le specifiche tecniche approvate con provvedimento 30 aprile 2018 prevedono un blocco informativo ad hoc
Hanno valenza fiscale e previdenziale e possono essere applicate esclusivamente ai settori produttivi indicati nelle tabelle allegate al decreto ministeriale che le ha determinate
Il trasferimento è efficace ai fini fiscali solo in presenza della successiva indicazione in dichiarazione, della conseguente richiesta di rimborso e della notifica dell’atto
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
È esclusa l’emissione del documento in modalità analogica. In questi casi, le specifiche tecniche approvate con provvedimento 30 aprile 2018 prevedono un blocco informativo ad hoc
fatture elettroniche
Per quelle emesse in ciascun trimestre solare, l’imposta deve essere versata entro il giorno 20 del primo mese successivo; l’importo dovuto è reso noto dall’Agenzia delle entrate
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino