Attualità
Voluntary: Agenzia Entrate e Sogei
monitorano tutte le Pec 24 ore su 24
Rafforzato il presidio delle caselle utilizzate per inviare entro il prossimo 30 dicembre la relazione accompagnatoria e l’eventuale documentazione integrativa richieste dalla procedura
immagine di pagina di giornale con parola "disclosure" sotto una lente d'ingrand
Rafforzati tutti gli strumenti informatici di presidio delle caselle di Posta elettronica certificata da parte dell’Agenzia delle Entrate e del suo partner tecnologico Sogei in previsione del termine della procedura di rientro ed emersione dei capitali detenuti all’estero.
È il prossimo 30 dicembre, infatti, l’ultimo giorno entro il quale i contribuenti interessati devono presentare la relazione accompagnatoria e l’eventuale documentazione integrativa richieste dalla voluntary disclosure.
 
In questi giorni i server dell’Agenzia hanno ricevuto un consistente numero di messaggi Pec anche di dimensioni particolarmente elevate (circa 50 mb). Il maggior numero di messaggi sono stati inoltrati alle caselle Pec del Centro operativo di Pescara e della direzione regionale della Lombardia, ed è proprio per evitare ritardi o problemi di ricezione che tutti i “cassetti” Pec coinvolti sono monitorati 24 ore su 24.
 
Sono particolarmente numerosi i messaggi pervenuti fino a oggi nell’ambito della voluntary e, prevedendo che in prossimità della scadenza si riscontri un invio più sostanzioso di comunicazioni, l’Agenzia delle Entrate e Sogei hanno organizzato il potenziamento dei processi di download delle caselle coinvolte nella procedura di ricezione delle relazioni di accompagnamento e della documentazione che integrano le istanze di adesione.
 
Va, infine, ricordato che per ovviare a possibili problemi tecnici l’Agenzia consentirà di trasmettere la documentazione eventualmente scartata entro il 30 dicembre nei cinque giorni successivi.
r.fo.
pubblicato Mercoledì 23 Dicembre 2015

I più letti

immagine di saracinesca con cartello: chiuso per cessata attività
La chiusura della partita Iva d'ufficio, conseguente al mancato esercizio per le tre annualità precedenti, non comporta più alcuna "disapprovazione" e l'F24 finisce in soffitta
Al centro del confronto fra Entrate e commercialisti le disposizioni introdotte dall'ultima legge di bilancio
Una volta inviato il file, si attiva un sistema complesso di ricevute telematiche per tenere aggiornato il contribuente sullo stato di lavorazione della propria posizione
Due sezioni, una introduttiva, l’altra più specifica, con il dettaglio sull’architettura dell’Omi e i processi di costruzione e catalogazione delle sue informazioni, nelle diverse fasi
immagine di una casa che poggia su colonne di monete
È necessario, però, che vengano rispettati tutti gli adempimenti previsti in materia di applicazione della ritenuta e di trasmissione telematica dei dati relativi ai bonifici
Una volta inviato il file, si attiva un sistema complesso di ricevute telematiche per tenere aggiornato il contribuente sullo stato di lavorazione della propria posizione
Il software consentirà di compilare il modello, calcolare e pagare le imposte dovute in autoliquidazione, realizzare e stampare il file da inviare tramite i canali dell’Agenzia
Se occorre integrare, sostituire o modificare una denuncia prodotta con il modello 4 cartaceo, va utilizzata tale modulistica, seguendo le relative modalità di presentazione
immagine di saracinesca con cartello: chiuso per cessata attività
La chiusura della partita Iva d'ufficio, conseguente al mancato esercizio per le tre annualità precedenti, non comporta più alcuna "disapprovazione" e l'F24 finisce in soffitta
Ritoccata la dichiarazione Iva, rispetto alla versione di prova, con l’arrivo dell’opzione di gruppo da esprimere nell’anno precedente a quello di prima applicazione del regime
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Il software consentirà di compilare il modello, calcolare e pagare le imposte dovute in autoliquidazione, realizzare e stampare il file da inviare tramite i canali dell’Agenzia
Alcuni andranno indicati nel modello F24 “ordinario”, altri nella delega di pagamento unitario riservata agli enti pubblici. Efficacia operativa delle fusioni: 1° gennaio 2017
Se occorre integrare, sostituire o modificare una denuncia prodotta con il modello 4 cartaceo, va utilizzata tale modulistica, seguendo le relative modalità di presentazione
Il nuovo modello, da compilare e trasmettere online all’Agenzia, consentirà di provvedere agli adempimenti con una sola operazione, direttamente dal web. Si parte il 23 gennaio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino