Avviso ai litiganti
Accertamento imposte sui redditi:
se è frutto dell’impresa va provato
La determinazione sintetica dei proventi del contribuente è prevista dalla normativa fiscale, con riferimento esclusivo alle persone fisiche
Accertamento imposte sui redditi:|se è frutto dell’impresa va provato
SINTESI: In tema di accertamento delle imposte sui redditi, sebbene l’art. 38, comma 4 del DPR n. 600 del 1973, preveda che l’Ufficio possa, in base ad elementi e circostanze di fatto certi, determinare sinteticamente il reddito complessivo netto del contribuente con riferimento esclusivo alle persone fisiche, l’onere della prova della attribuibilità dei redditi percepiti all’attività imprenditoriale, come tale esclusa dall’ambito di operatività della indicata norma, spetta al contribuente.




Ordinanza n. 8084 del 3 aprile 2018 (udienza 30 novembre 2017)
Cassazione civile, sezione VI - 5 - Pres. Iacobellis Marcello - Est. La Torre Maria Enza
Accertamento imposte sui redditi – Articolo 38, comma 4 del Dpr 600/1973 – Determinazione sintetica del reddito del contribuente con riferimento esclusivo alle persone fisiche – L’onere della prova circa l’attribuibilità dei redditi percepiti all’attività imprenditoriale spetta al contribuente
 
pubblicato Lunedì 16 Aprile 2018

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
È previsto un sistema premiale basato sul raggiungimento di determinati livelli di affidabilità e si punta sulla comunicazione preventiva per rafforzare il dialogo con il contribuente
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Scade il 15 maggio il termine per aderire alla definizione agevolata e pagare l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora
Il 730 potrà essere modificato e inviato dal 2 maggio al 23 luglio, mentre il modello Redditi potrà essere modificato dal 2 maggio e trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Più tempo il prossimo anno per presentare i modelli Redditi, Irap e 770: scadenza unica al 31 ottobre. Slitta al 23 luglio il termine per consegnare il 730 ad un intermediario
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino