Dal mondo
Aliquote Iva: in rete l'aggiornamento
2012 della Commissione
La Taxud ha pubblicato i nuovi valori, al 1° gennaio 2012, delle aliquote Iva applicate dagli Stati membri Ue
logo commissione europea
Otto capitoli che descrivono nel dettaglio tutte le tipologie di aliquote Iva applicate all'interno degli Stati membri dell'Unione europea e dell'eurozona. In particolare le aliquote standard, ridotte, zero-rate con relative suddivisioni di tipo geografico e affinità tra singoli Stati che applicano analoghe aliquote ordinarie e ridotte. Anche per il 2012 il tradizionale aggiornamento dell'elenco che la Taxud della Commissione europea pubblica periodicamente si arricchisce di particolari. Il riferimento è alle ultime novità introdotte nella legislazione tributaria dei singoli Stati che applicano l'imposta nei rapporti commerciali. Anche per la nuova edizione 2012 il documento reca, a fronte delle singole tabelle, una analisi dell'evoluzione che le aliquote Iva hanno registrato negli ultimi anni.

La classifica delle aliquote ordinarie
Tra le novità la nuova aliquota ordinaria in vigore in Ungheria che dal 1° gennaio 2012 cresce di due punti percentuali passando dal 25, già deciso nel 2009, al 27%. Un intervento, predisposto dal governo per far fronte al piano di risanamento di finanza pubblica e che colloca l'Ungheria in cima alla classifica degli Stati europei per percentuale più elevata. Rispettivamente al secondo e al terzo posto nell'Europa a 27, sono la Svezia e la Danimarca (25%) e la Romania (24%). A seguire un gruppo di Stati che applicano l'aliquota Iva standard al 23% e che sono Grecia, Irlanda, Polonia, Portogallo e Finlandia. In posizione solitaria figura la Lettonia al 22% seguita da tre Stati, tra cui l'Italia, che applica, insieme alla Lituania e Belgio, lo "standard rate" al 21%. Completano il profilo, entro il limite del 20%, Bulgaria, Repubblica ceca, Estonia, Austria, Slovenia, Slovacchia e Regno Unito. Sotto il 20% troviamo poi Germania e Paesi Bassi al 19%, Francia con il 19,6 e in procinto di cambiare, Spagna e Malta con il 18%. Chiudono la classifica, con il livello più basso, Cipro e Lussemburgo al 15%.

I dettagli per ogni categoria
L'aggiornamento tiene conto di tutte le modifiche che, nel rispetto della normativa comunitaria, gli Stati appartenenti all'Unione europea e a quella economico-monetaria hanno apportato nei rispettivi ordinamenti con riferimenti dettagliati per ogni singola categoria di bene e servizio. Intanto in Europa, come oltreoceano, si discute sull'opportunità di trasferire la tassazione dal reddito ai consumi nell'ambito di una generale riforma fiscale.


Gianluca Di Muro
pubblicato Venerdì 17 Febbraio 2012

I più letti

traguardo
Lunedì 27 è l’ultimo giorno a disposizione dei contribuenti per correggere errori od omissioni a proprio danno riscontrati nella dichiarazione presentata nei termini ordinari
testo alternativo per immagine
Possono essere scalati dal reddito dell’azienda solo i costi connessi concretamente all’attività svolta dalla ditta producendo ricavi o altri proventi
mela
Sul sito dell’Agenzia disponibile, inoltre, il pacchetto informatico che consente di verificare che i file predisposti siano conformi ai criteri necessari per terminare la procedura
tasto rosso tastiera pc con impronta digitale
Il fatto noto costituito dai dati rinvenuti nel personal computer consente di evincere, mediante un processo logico, il fatto ignorato, ovvero la realizzazione di ricavi occulti
trasferimento casa
Le dichiarazioni necessarie per fruire delle agevolazioni, quando non rese nella sentenza e negli atti del procedimento, vanno formulate con dichiarazione da allegare alla provvedimento
vignetta
La spesa, detraibile al 19%, può essere documentata con fattura o ricevuta fiscale, ma sono validi anche il bollettino bancario o postale o la quietanza di pagamento
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
traguardo
Lunedì 27 è l’ultimo giorno a disposizione dei contribuenti per correggere errori od omissioni a proprio danno riscontrati nella dichiarazione presentata nei termini ordinari
testo alternativo per immagine
Il contribuente deve annotare sull’apposito registro i documenti comprovanti acquisti e importazioni, altrimenti l’ufficio è legittimato a procedere al recupero d’imposta
trasferimento casa
Le dichiarazioni necessarie per fruire delle agevolazioni, quando non rese nella sentenza e negli atti del procedimento, vanno formulate con dichiarazione da allegare alla provvedimento
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
Online, in bozza, il modello che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare, dal 2015, per comunicare i dati riguardanti le somme corrisposte nel periodo d’imposta precedente
testo alternativo per immagine
Tutto sull’ok del professionista, tenuto a verificare la corrispondenza fra dichiarazione e scritture contabili anche quando il dare-avere si riferisce a imposte sui redditi e Irap
Occhio ai paragrafi sui contratti di cash pooling, in particolare a quelli che espongono le regole di contabilizzazione della gestione accentrata della tesoreria di gruppo
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione