Dal mondo
Aliquote Iva: in rete l'aggiornamento
2012 della Commissione
La Taxud ha pubblicato i nuovi valori, al 1° gennaio 2012, delle aliquote Iva applicate dagli Stati membri Ue
logo commissione europea
Otto capitoli che descrivono nel dettaglio tutte le tipologie di aliquote Iva applicate all'interno degli Stati membri dell'Unione europea e dell'eurozona. In particolare le aliquote standard, ridotte, zero-rate con relative suddivisioni di tipo geografico e affinità tra singoli Stati che applicano analoghe aliquote ordinarie e ridotte. Anche per il 2012 il tradizionale aggiornamento dell'elenco che la Taxud della Commissione europea pubblica periodicamente si arricchisce di particolari. Il riferimento è alle ultime novità introdotte nella legislazione tributaria dei singoli Stati che applicano l'imposta nei rapporti commerciali. Anche per la nuova edizione 2012 il documento reca, a fronte delle singole tabelle, una analisi dell'evoluzione che le aliquote Iva hanno registrato negli ultimi anni.

La classifica delle aliquote ordinarie
Tra le novità la nuova aliquota ordinaria in vigore in Ungheria che dal 1° gennaio 2012 cresce di due punti percentuali passando dal 25, già deciso nel 2009, al 27%. Un intervento, predisposto dal governo per far fronte al piano di risanamento di finanza pubblica e che colloca l'Ungheria in cima alla classifica degli Stati europei per percentuale più elevata. Rispettivamente al secondo e al terzo posto nell'Europa a 27, sono la Svezia e la Danimarca (25%) e la Romania (24%). A seguire un gruppo di Stati che applicano l'aliquota Iva standard al 23% e che sono Grecia, Irlanda, Polonia, Portogallo e Finlandia. In posizione solitaria figura la Lettonia al 22% seguita da tre Stati, tra cui l'Italia, che applica, insieme alla Lituania e Belgio, lo "standard rate" al 21%. Completano il profilo, entro il limite del 20%, Bulgaria, Repubblica ceca, Estonia, Austria, Slovenia, Slovacchia e Regno Unito. Sotto il 20% troviamo poi Germania e Paesi Bassi al 19%, Francia con il 19,6 e in procinto di cambiare, Spagna e Malta con il 18%. Chiudono la classifica, con il livello più basso, Cipro e Lussemburgo al 15%.

I dettagli per ogni categoria
L'aggiornamento tiene conto di tutte le modifiche che, nel rispetto della normativa comunitaria, gli Stati appartenenti all'Unione europea e a quella economico-monetaria hanno apportato nei rispettivi ordinamenti con riferimenti dettagliati per ogni singola categoria di bene e servizio. Intanto in Europa, come oltreoceano, si discute sull'opportunità di trasferire la tassazione dal reddito ai consumi nell'ambito di una generale riforma fiscale.


Gianluca Di Muro
pubblicato Venerdì 17 Febbraio 2012

I più letti

unico
L’appuntamento riguarda tutti i contribuenti “interessati” dagli studi di settore che hanno usufruito del posticipo della scadenza ordinaria di pagamento fissata per lo scorso 16 giugno
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
dichiarazione dei redditi
Gli intermediari che hanno già inviato almeno l’80% dei modelli possono usufruire della proroga dal 7 al 23 luglio, per la presentazione delle ultime dichiarazioni loro affidate
contratto di leasing
È la conclusione a cui è giunta la Corte di giustizia nell’ambito di una controversia incentrata sulla interpretazione degli articoli 2, 4 e 24, paragrafi 1, della direttiva Iva
testo alternativo per immagine
La generica istanza di valutazione della non debenza delle penalità non ha valore nel processo tributario, in cui l’oggetto in causa è circoscritto alle ragioni della pretesa fiscale
unico
L’appuntamento riguarda tutti i contribuenti “interessati” dagli studi di settore che hanno usufruito del posticipo della scadenza ordinaria di pagamento fissata per lo scorso 16 giugno
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
dichiarazione dei redditi
Gli intermediari che hanno già inviato almeno l’80% dei modelli possono usufruire della proroga dal 7 al 23 luglio, per la presentazione delle ultime dichiarazioni loro affidate
moneta spezzata
Solo per il primo periodo di applicazione, quello in corso al 31 dicembre 2015, opera una limitazione al 75%, con rinvio dell’eccedenza (il rimanente 25%) alle annualità successive
pagamento
È legittimo il sequestro dei beni del professionista che concorre con il contribuente nella commissione dell’illecito e non si attiva, nel tempo, a ripristinare la legalità
logo del modello di dichiarazione Unico SC 2015, anno d'imposta 2014
Previste due nuove colonne, una per l'incremento della società quotata, l'altra per sfruttare in diminuzione del tributo regionale la quota di agevolazione non utilizzata per il reddito del periodo
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Dogana con la Svizzera
La corretta collocazione nei modelli del regime che consente agli acquirenti stranieri di non pagare l’imposta sul valore aggiunto relativa a beni comprati in Italia
un sacco pieno di soldi
In caso di omessi versamenti, il dies a quo per regolarizzare decorre dal momento di commissione della violazione, anche in relazione ai tributi risultanti dalla dichiarazione