Dal mondo
Canada, dichiarazioni 2018 al via
all’insegna della semplificazione
Tra le novità, la possibilità per i cittadini a basso reddito di comunicare i propri dati fiscali al telefono
Canada, dichiarazioni 2018 al via|all’insegna della semplificazione
Pronti, si parte. Lunedì 26 febbraio si è aperta per i cittadini canadesi la campagna dichiarativa targata 2018. Un appuntamento a cui la Canada Revenue Agency, l’Agenzia delle entrate canadese, si presenta con diverse novità sul piano della semplificazione e dello sviluppo tecnologico, in linea con la tendenza seguita dalle amministrazioni fiscali più avanzate. In particolare, quest’anno è il debutto della dichiarazione al telefono: i soggetti che presentano redditi bassi o immutati negli anni potranno, infatti, compilare la loro dichiarazione chiamando un servizio telefonico automatizzato e rispondendo a un questionario sulla propria situazione fiscale, senza dover presentare alcun modello ulteriore, né cartaceo né online. Semplicità anche dal lato dei pagamenti: a inizio febbraio, infatti, è stato lanciato un sistema integrato di scambio dati tra Canada revenue agency ed Employment and Social Development Canada (il dipartimento del Governo del Canada responsabile dei programmi e servizi sociali) attraverso il quale i cittadini pensionati potranno comunicare una sola volta a uno dei due soggetti il proprio numero di conto corrente per vedersi accreditare direttamente tutti i benefici spettanti, compresi gli assegni sociali e i rimborsi fiscali.

“Caro contribuente, sentiamoci al telefono”
La novità di quest’anno si chiama “File my return” (“compila la mia dichiarazione”) e consiste nella possibilità,  per i contribuenti che dichiarano ogni anno situazioni reddituali semplici e ripetitive, di compilare la propria dichiarazione semplicemente facendo una telefonata, senza alcun altro adempimento. In particolare, a partire da metà febbraio l’amministrazione fiscale ha inviato una specifica lettera a circa 950mila cittadini che, dai dati trasmessi negli anni precedenti, risultano avere un reddito basso o ripetitivo di anno in anno, dando loro tutte le indicazioni per compilare la propria dichiarazione telefonicamente. In pratica, il destinatario della lettera può chiamare un numero apposito, aperto tutti i giorni, Pasqua compresa, a qualsiasi ora (tranne una breve pausa dalle 3 alle 6 del mattino) e, rispondendo alle domande di un questionario automatizzato, chiudere la partita con il Fisco senza dover presentare alcun modulo ulteriore. Il meccanismo predisposto, infatti, calcolerà tutte i benefici, deduzioni e crediti spettanti sulla base dei dati già a disposizione dell’amministrazione fiscale canadese e alle risposte registrate dal contribuente nel corso della telefonata automatica.

La dichiarazione si fa soprattutto online
Per tutti gli altri contribuenti sono aperti i canali tradizionali: l’invio cartaceo e, soprattutto, l’invio telematico, che nella scorsa edizione è stato scelto da oltre il 90% dei contribuenti canadesi. Sul fronte del cartaceo, i circa 2 milioni di cittadini che l’anno scorso hanno scelto questa strada hanno ricevuto a casa, per posta, il modulo del 2018. Per chi invece sceglie l’opzione telematica, è possibile, come in Italia, compilare la dichiarazione tramite software oppure avvalersi della dichiarazione precompilata disponibile nel proprio account personale all’interno del sito del Fisco. Durante la campagna, che per la maggior parte dei contribuenti si chiude il 30 aprile, la Canada revenue agency offre un servizio di consulenza telefonica, con orari extra nel periodo dichiarativo, mentre una rete di associazioni di volontariato, accreditate presso l’amministrazione finanziaria, è a disposizione per aiutare i cittadini meno abbienti a compilare e a trasmettere il modello dei redditi, che, tra misure per persone fisiche e per l’attività d’impresa, presenta un centinaio di voci relative a deduzioni, crediti e rimborsi fiscali.
Peraltro, presentare la dichiarazione dei redditi non interessa solo chi è titolare di redditi soggetti a tassazione diretta, ma anche i cittadini che non percepiscono alcun reddito oppure che ricevono solo redditi esenti, poiché la trasmissione del modello è necessaria per poter accedere a importanti benefici sociali, come il sussidio per i figli minori di 18 anni e il Guaranteed income supplement, il benefit extra che il sistema canadese riconosce, in presenza di determinati requisiti, alle persone anziane a basso reddito di pensione.
Anna D'Angelo
pubblicato Mercoledì 28 Febbraio 2018

I più letti

L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
immagine di un cronometro su un calendario
È possibile suddividere il pagamento con F24 fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo (senza applicazione di sanzioni e interessi) a decorrere dalla stessa data
Le applicazioni informatiche consentono di predisporre i file e verificare la presenza di possibili errori nei dati inseriti. Il sistema, inoltre, garantisce l’utilizzo della versione più aggiornata dei programmi
Circa 60mila, tra vecchi e nuovi iscritti, gli aspiranti destinatari di una quota dell’Irpef. Prossima tappa, per i neocandidati, la presentazione della dichiarazione sostitutiva
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino