Dal mondo
Canada: più del 90% ha scelto
il web per dichiarare i redditi
La stagione fiscale si è chiusa con un risultato importante per i sistemi informatici dell’Agenzia delle Entrate
CRA_canadian revenue agency
A un anno dal debutto di MyCra, l’app che consente di accedere in modo sicuro alla propria situazione reddituale e di visualizzare le proprie informazioni fiscali, l'Agenzia canadese delle Entrate continua a investire sui servizi telematici, implementandoli, e rendendoli sempre meglio fruibili.
Anche oltreoceano la dichiarazione dei redditi viaggia online, grazie al servizio digitale dell’Agenzia canadese delle Entrate, Canada Revenue Agency (Cra), le informazioni fiscali sono consegnate ai contribuenti con rapidità e sicurezza.
 

Una stagione che si è chiusa con successo
Il primo maggio è terminato il periodo utile per inviare la dichiarazione dei redditi personali al governo (anno fiscale 2016) e si è notato che uno spiccato numero di canadesi ha approfittato del canale telematico messo a punto dall'Agenzia delle Entrate e che più di un milione di canadesi per gestire la corrispondenza fiscale usa la posta elettronica, in modo veloce, semplice e sicuro.
Portavoce di questa espansione dei servizi web è stata l’onorevole Diane Lebouthillier, ministro competente, specificando che i connazionali hanno accolto con entusiasmo le opportunità offerte dalla rete, approfittando così della modalità elettronica per versare i contributi dovuti. In più, in questo modo, i contribuenti a credito possono ricevere il rimborso in appena otto giorni lavorativi.
Quest’anno quasi il 90% dei contribuenti che hanno inviato la dichiarazione, pari a 22 milioni circa, ha scelto il web.





Fonte: Agenzia delle Entrate  


Due diverse modalità telematiche
Le modalità telematiche sono due: Efile è un servizio che consente agli intermediari di inviare le dichiarazioni fiscali tramite Internet, mentre Netfile consente al contribuente di interagire direttamente con il sito dell’Agenzia delle Entrate canadese. È indicativo notare che solo un’esigua minoranza ha usato il cartaceo a fronte di una decisa preferenza per il web.
A conferma di ciò, nei portali di assistenza fiscale della Cra, si è notato un aumento del 21% di nuove iscrizioni, primo tra tutti My Account, un portale personalizzato sul profilo fiscale di ogni cittadino, disponibile sul sito del governo federale che consente ai contribuenti di accedere a tutte le opzioni e a tutti i servizi online.
 
La trasmissione dati e il deposito diretto
Inoltre grazie a ''Autofill my return'', un servizio di trasferimento automatico dei dati dei documenti fiscali (Tax Papers), il cittadino può trovare la scheda-modulo della dichiarazione dei redditi personali già compilata sulla base delle informazioni dell'anno fiscale precedente, poi il cittadino può aggiornarla se necessario.
Inoltre, una caratteristica molto utile è che dal portale è possibile creare un proprio deposito diretto - ''CRA My account direct deposit'' - per velocizzare le operazioni di versamento o accredito derivanti dalla dichiarazione. Infatti, con questa modalità è possibile ricevere il rimborso delle tasse direttamente nel proprio conto bancario, piuttosto che aspettare l’assegno postale.
Quest’anno oltre 9 milioni di canadesi hanno ricevuto il rimborso tramite deposito diretto, una percentuale pari al 70%, in crescita rispetto al 67% dello scorso anno nello stesso periodo.
 
Il resoconto delle tasse pagate dal cittadino
Il ministro Lebouthillier, orgogliosa dei risultati ottenuti, desidera inoltre ricordare ai canadesi che devono presentare ogni anno un rendiconto fiscale per assicurarsi che abbiano ricevuto le agevolazioni di cui possono beneficiare. Si tratta di un resoconto delle tasse pagate dal cittadino individuale durante l'anno, secondo il suo profilo fiscale personale (età, provincia di residenza, salario, etc...) e i dati dichiarati dal cittadino al governo. Si consegna al governo ogni anno prima del 30 aprile o 1 maggio (secondo il giorno lavorativo). Una volta consegnato, dopo qualche giorno, questo rendiconto fiscale (restituito al cittadino e pubblicato nel portale “My account”, o tramite la posta), contiene in dettaglio anche il calcolo del rimborso fiscale della persona, oppure, secondo i casi, l'importo da pagare (con la data di scadenza). I “tax returns” permettono al governo di archiviare annualmente l'attività fiscale di ogni cittadino.
 
La telematica: un canale veloce, semplice e sicuro
Il ministro ha dichiarato che il governo è impegnato a migliorare i servizi per i canadesi. Ha espresso soddisfazione per il fatto che i canadesi stanno utilizzando sempre più i servizi on-line sicuri dell'Agenzia delle Entrate per archiviare le tasse e gestire gli affari fiscali. Ribadisce che il canale telematico è veloce, semplice e sicuro per dialogare con il fisco e inviare o ricevere gli importi dovuti.
 
Rosa Colucci
pubblicato Lunedì 22 Maggio 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Panoramica della collocazione in dichiarazione degli sconti d’imposta legati al miglioramento strutturale ed energetico, alla valorizzazione e alla messa in sicurezza degli edifici
Per promuovere l’adempimento spontaneo dei contribuenti soggetti agli Studi, arrivano le comunicazioni dei riscontri tramite strumenti veloci e tecnologici: online, email, pec e sms
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
È sempre più fitto il calendario degli incontri informativi-formativi organizzati per esaminare, in un’ottica di collaborazione reciproca, gli adempimenti da attuare e le procedure da seguire
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino