Dal mondo
Canada: serve una mano col Fisco?
A darla ci pensano i volontari
Torna in campo la soluzione dell’Agenzia delle Entrate per offrire assistenza nella stagione dichiarativa
need a hand
Need a hand? Se la risposta è sì, anche quest’anno i canadesi potranno rivolgersi a una delle tax preparation clinics sparse in tutto il Paese per ricevere una mano a compilare e inviare la propria dichiarazione dei redditi. E’ la soluzione trovata dall’Arc, l’Agenzia delle Entrate del Canada, per offrire assistenza qualificata, durante la stagione dichiarativa, ai cittadini con redditi modesti. Da febbraio ad aprile di ogni anno, da quasi mezzo secolo, un esercito di volontari mette a disposizione le proprie competenze per aiutarli, gratuitamente, a spedire la propria tax return.


Anche per il 2017 l'iniziativa farà parlare di sè
Il Community volunteer income tax program (Cvitp) - questo il nome dell’iniziativa - è al via anche nel 2017. Solo lo scorso anno ha coinvolto circa 2.400 organizzazioni e più di 15mila volontari, che hanno compilato circa 750mila modelli per conto dei cittadini. Grazie a questi “angeli del fisco”, migliaia di canadesi non solo hanno presentato la dichiarazione correttamente e nei termini, ma hanno anche potuto beneficiare dei rimborsi e delle agevolazioni cui avevano diritto, che altrimenti sarebbero rimasti nelle casse dello Stato.
 
Assistenza fiscale gratuita, ecco chi può riceverla
Per poter accedere al programma occorre avere introiti modesti e una situazione fiscale abbastanza semplice. Nel dettaglio, il reddito totale non deve superare i 30mila dollari canadesi per le famiglie con un solo componente; i 35mila per le famiglie composte da due persone di cui una a carico (a questa cifra occorre aggiungere 2.500 dollari per ogni ulteriore soggetto a carico) e i 40mila per le coppie (anche in questo caso il tetto sale di 2.500 dollari per ogni componente a carico in più).
Quanto al secondo requisito per accedere al programma di assistenza gratuita, l’Arc precisa che la propria situazione fiscale può essere considerata “semplice” se non si hanno entrate o se i propri redditi provengono per esempio da lavoro dipendente, pensione, benefici sociali o borse di studio. Non possono invece usufruire dell’assistenza gratuita, per esempio, lavoratori autonomi, soggetti con dipendenti, contribuenti con redditi di capitale e coloro che devono inviare la dichiarazione per conto di una persona deceduta.
 
Family size Total family income
One person 30,000 $CAN
One persone with one dependant 30,000 $CAN (add $CAN 2,500 for each additional dependant
Couple 40,000 $CAN  ($CAN 2,500 for each dependant)

Fonte: Canada Revenue Agency
 

Come “prestare” la propria mano
Possono entrare a far parte del programma di assistenza fiscale su base volontaria sia i singoli cittadini sia le organizzazioni. Nel primo caso occorre registrarsi ogni anno, a partire da metà ottobre e fino al 30 aprile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate canadese e indicare presso quale organizzazione si andrà a svolgere l’attività. Gli aspiranti volontari, al momento della registrazione, si impegnano formalmente a non diffondere e a non usare per altri fini i dati forniti dai cittadini; a offrire il loro servizio gratuitamente e a non accettare eventuali pagamenti; a inviare la dichiarazione del contribuente entro 48 ore dalla compilazione e a cancellare tutte le copie in formato elettronico entro 48 ore dalla trasmissione e dall’accettazione dell’Agenzia delle Entrate. Se non si è già in contatto con una di queste realtà attive sul territorio, sarà la stessa Arc a “fare da ponte” con il volontario e a trovarne una per lui. Agli esperti fiscali per professione che si offrono anche come volontari, le Entrate canadesi chiedono di gestire separatamente i clienti privati dagli utenti del programma. Quanto alle organizzazioni, per potersi accreditare devono registrarsi, assicurare che il trattamento dei dati avverrà secondo precisi criteri di riservatezza e sicurezza e gestire il lavoro dei volontari. In cambio, da parte del Fisco riceveranno: assistenza, formazione per i volontari, software fiscali e materiale promozionale.
 
Volontari cercansi anche per il 2017
Un’iniziativa che piace sia ai diretti beneficiari sia ai volontari. Online sono numerose le testimonianze di volontari soddisfatti di poter rendere questo servizio alla collettività, aiutando i loro concittadini ad adempiere correttamente e, soprattutto, a non perdere eventuali crediti fiscali, come le detrazioni per i figli a carico. A inizio febbraio anche il sito della Cbc, il servizio pubblico radiotelevisivo nazionale in Canada, ha rilanciato l’appello per la provincia del New Brunswick: “Love numbers? Love doing your taxes?”, è l’esordio. Volontari cercansi, anche per il 2017.


 
Chiara Ciranda
pubblicato Martedì 14 Marzo 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Panoramica della collocazione in dichiarazione degli sconti d’imposta legati al miglioramento strutturale ed energetico, alla valorizzazione e alla messa in sicurezza degli edifici
Per promuovere l’adempimento spontaneo dei contribuenti soggetti agli Studi, arrivano le comunicazioni dei riscontri tramite strumenti veloci e tecnologici: online, email, pec e sms
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
È sempre più fitto il calendario degli incontri informativi-formativi organizzati per esaminare, in un’ottica di collaborazione reciproca, gli adempimenti da attuare e le procedure da seguire
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino