Dal mondo
Ebook, via libera all’Iva ridotta.
L’ok nell’ultimo Ecofin Ue
Libri digitali e libri cartacei saranno equiparabili dal punto di vista fiscale. Soddisfatti lettori ed editori.
Ebook, via libera all’Iva ridotta. |L’ok nell’ultimo Ecofin Ue
Dopo oltre un anno di stallo, arriva il via libera dell’Ecofin alla proposta che permetterà agli Stati membri dell’Unione Europea di applicare l’Iva ridotta anche agli ebook, in modo da essere allineata a quella applicata ai libri cartacei. Fino ad oggi, infatti, alle pubblicazioni digitali sono state applicate aliquote Iva che non potevano essere inferiori al 15%, a differenza dei cartacei che, invece, potevano beneficiare di un tasso agevolato.
 
Come cambia la normativa
In base alle norme Iva in vigore (direttiva 2006/112/CE), le pubblicazioni digitali scontano un’aliquota standard che non può essere inferiore al 15%. In molti Paesi, però, libri, riviste e giornali beneficiano di un’aliquota ridotta, che può scendere fino al 5% e, previa autorizzazione, anche sotto il 5% (se non addirittura azzerata). Adesso gli Stati potranno applicare agli ebook gli stessi tassi destinati alle pubblicazioni cartacee, anche in riferimento alle aliquote super ridotte per quei Paesi che già le applicano alle pubblicazioni “fisiche”.
Questa novità - ha dichiarato il ministro delle finanze austriaco, Hartwig Löger, presidente di turno dell’Ecofin - “è parte del nostro sforzo per modernizzare l’Iva per l’economia digitale, e ci consente di tenere il passo con il progresso tecnologico”.
Le nuove norme verranno applicate su base temporanea in attesa di un nuovo sistema Iva definitivo. La Commissione ha presentato, infatti, delle proposte per un nuovo sistema che dovrebbe consentire ai Paesi membri di fissare le aliquote Iva con una maggiore flessibilità.
 
Oltre un anno di stallo per l’approvazione
Il via libera arriva dopo un anno di confronti tra i vari Paesi sul tema. Il provvedimento era stato, infatti, avviato nel dicembre 2016, con un primo ok di principio incassato nel marzo 2017, ma non era stata raggiunta l’unanimità tra i vari Paesi, necessaria per le decisioni prese in materia fiscale.
 
Le reazioni degli editori
Soddisfatti gli editori europei. Per il presidente dell’Associazione Italiana degli Editori, Ricardo Franco Levi, si tratta di “una grande vittoria per l’Italia e per tutti i lettori europei”. Il presidente dell’Associazione europea degli editori di giornali (Enpa), Carlo Perrone, ha sottolineato, invece, che “l’abbassamento dell’Iva sulla stampa digitale promuove l’accesso dei cittadini ai contenuti informativi su tutte le piattaforme che giocano un ruolo cruciale per la democrazia europea”.
 
Una battaglia italiana
La misura è stata sostenuta in maniera particolare da Francia e Germania, ma anche l’Italia nel corso degli ultimi anni si è spesa a favore dell’equiparazione di trattamento fiscale tra libro cartaceo e libro digitale. Nel 2015, per esempio, il governo aveva abbassato l’aliquota applicata agli ebook, portandola dal 22% al 4% (la stessa aliquota applicata ai libri cartacei), anche se la Corte di Giustizia Europea aveva bocciato questa operazione, paventando anche una procedura d’infrazione, procedura poi sospesa in attesa di una revisione complessiva.
La battaglia è stata portata avanti non solo dalla politica, ma soprattutto dai lettori e dagli editori, i quali hanno lanciato la campagna social #unlibroèunlibro, che in breve tempo ha raccolto circa 47mila tweet.
 
Il mercato degli ebook in Italia
Secondo l’ultimo Rapporto sullo stato dell’editoria in Italia 2017, dell’Associazione Italiana Editori, nel 2016 è cresciuta ancora la produzione di titoli di ebook. L’aumento è stato del 29,6%: nel 2015, infatti, sono stati pubblicati 62.544 titoli, mentre nel 2016 sono stati 81.035 con un fatturato di 63 milioni di euro.
In Italia, lo scorso anno quasi 4,2 milioni di persone hanno dichiarato di aver letto anche un solo ebook negli ultimi 3 mesi, in leggero calo rispetto ai 4,7 milioni del 2015. Così come i libri cartacei, infatti, dopo i primi anni di forte crescita, anche la lettura di ebook ha mostrato alcuni segnali di rallentamento. Il 37% dei lettori, invece, legge sia libri di carta che digitali (erano il 28% nel 2015), mentre solo l’1% dichiara di leggere esclusivamente libri in formato ebook.
 
Fabio Brocceri
pubblicato Mercoledì 10 Ottobre 2018

I più letti

Tra le novità, i controlli dell’Enea su documenti, dichiarazioni e certificazioni prodotti dal contribuente o dall’amministratore di condominio. Previsti anche sopralluoghi sul posto
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
La ratio della disposizione risiede nel voler premiare, attraverso la concessione dell’agevolazione fiscale, chi sfrutta di anno in anno maggiori risorse per la promozione
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Occorre definire un periodo congruo per confrontare e misurare l’effettivo miglioramento rispetto alla fase precedente, non basta verificare il raggiungimento degli obiettivi
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
Tra le novità, i controlli dell’Enea su documenti, dichiarazioni e certificazioni prodotti dal contribuente o dall’amministratore di condominio. Previsti anche sopralluoghi sul posto
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
L’eventuale differimento comporterebbe minori entrate per le casse dello Stato e introdurrebbe elementi di notevole complessità sia per gli operatori sia per l’Amministrazione
Alla scadenza sono interessati tutti coloro che, nel modello originario, hanno commesso errori a proprio sfavore, ad esempio dimenticando di indicare uno o più oneri detraibili
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino