Dal mondo
Gafi, un italiano alla presidenza
del Gruppo per il 2011-2012
Giancarlo Del Bufalo dal 1° luglio è il nuovo responsabile designato del Gruppo d'azione finanziaria internazionale
logo gafi

Ad annunciarlo una nota del ministero dell'Economia e delle Finanze diramata oggi. Dopo aver ricoperto importanti incarichi  presso il ministero dell'Economia e delle Finanze come direttore generale del dipartimento del Tesoro, responsabile della direzione Affari finanziari internazionali, del dipartimento Affari generali, personale e amministrazione, membro permanente dell'Ocse e Segretario generale del Comitato per l'introduzione della moneta unica europea in Italia, Giancarlo Del Bufalo approda alla nuova struttura a cui è demandata l'elaborazione di strategie di lotta al riciclaggio dei capitali di origine illecita. Dal 2001 è stato attribuito al Gafi anche un ruolo di prevenzione del finanziamento al terrorismo e dal 2008 di contrasto al finanziamento della proliferazione di armi di distruzione di massa. La nomina di Del Bufalo segue, in ordine cronologico, quella del messicano Luis Urrutia Corral a cui subentra per il periodo 2011-2012 nella guida del Gafi e sarà ufficializzata oggi durante la sessione plenaria del Gafi-Fatf in corso a Città del Messico.
 

Gli obiettivi della nuova presidenza italiana
Consolidare il ruolo e le attività intraprese dal Gruppo d'Azione finanziaria internazionale. È l'ambizioso obiettivo della presidenza italiana che, sul solco di quanto già fatto da quella messicana, continuerà nell'opera intrapresa negli ultimi anni. In particolare identificare i Paesi che denotano carenze strategiche nel contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, operare affinchè adeguino i sistemi agli standard internazionali, approfondire l'analisi di nuovi metodi e tecnologie di utilizzo del sistema finanziario per fini illegali. In questo contesto fondamentale sarà il dialogo con i gruppi regionali costituiti sul modello del Gafi (come Moneyval per i paesi aderenti al Consiglio d'Europa).
 

Il terrorismo: lotta al riciclaggio e al finanziamento
Gli obiettivi della presidenza italiana sono in linea anche con la responsabilità di guidare la struttura nel processo di revisione degli standard internazionali contro il riciclaggio e il finanziamento al terrorismo. In particolare nel contrasto al finanziamento della proliferazione di armi di distruzione di massa, nella lotta alla corruzione, nella maggiore trasparenza nel settore finanziario. Il tutto in vista dell'avvio del quarto "Round of Mutual Evaluations" dei Paesi membri e non membri del Gafi.
 

Gli strumenti operativi del Gruppo
Sono 49 le raccomandazioni elaborate dal Gruppo che definiscono, nel dettaglio, le misure da adottare per consentire agli Stati interessati di combattere con efficacia il riciclaggio di capitali e il finanziamento del terrorismo. Pur non essendo obbligatorie dal punto di vista giuridico (soft law), le raccomandazioni hanno avuto rilievo sul piano internazionale. Dal 2008 al Gafi, già competente in materia di lotta al riciclaggio dei capitali di origine illecita e di prevenzione del finanziamento al terrorismo, è stato attribuito un nuovo incarico che riguarda il contrasto al finanziamento della proliferazione di armi di distruzione di massa.

Un po' di storia
Il Gruppo d'Azione Finanziaria Internazionale (Gafi) o Financial Action Task Force (Fatf), costituito nel 1989 in occasione del G7 di Parigi, è un organismo intergovernativo di cui fanno parte 35 membri in rappresentanza di Stati e organizzazioni regionali che corrispondono ai principali centri finanziari internazionali, organismi finanziari internazionali e del settore come Fmi, Banca Mondiale, Banca centrale europea, Nazioni Unite, Europol, Egmont.

 

Gianluca Di Muro
pubblicato Venerdì 24 Giugno 2011

I più letti

Corretta, inoltre, la procedura anche in presenza di un’eventuale difformità tra l’indirizzo indicato nell’atto e quello in cui il destinatario è stato effettivamente raggiunto
immagine di trasmissione di dati
Contenuti nel modello Cu 2016, i dati riferiti ai redditi percepiti nel 2015 confluiranno nel 730 precompilato, che dipendenti e pensionati troveranno on line dal prossimo 15 aprile
Le modifiche al sistema di accertamento, visti gli effetti incisivi apportati alla sfera giuridica del contribuente, non sono da considerare mere norme di carattere procedimentale
immagine di carta di credito
In tema di attività di verifica, lo Statuto del contribuente, nello stabilire obblighi informativi quando viene iniziata l'attività, non li contempla espressamente a pena di nullità
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Corretta, inoltre, la procedura anche in presenza di un’eventuale difformità tra l’indirizzo indicato nell’atto e quello in cui il destinatario è stato effettivamente raggiunto
Quando non vi sono dubbi, in particolare nei casi di omessi o tardivi versamenti delle imposte dichiarate dallo stesso contribuente, scatta la cartella con sanzione piena
immagine di trasmissione di dati
Contenuti nel modello Cu 2016, i dati riferiti ai redditi percepiti nel 2015 confluiranno nel 730 precompilato, che dipendenti e pensionati troveranno on line dal prossimo 15 aprile
L’atto con cui l’amministratore dichiara di non voler fruire del compenso fa presupporre la maturazione e il conseguimento giuridico di un credito, da assoggettare a ritenuta fiscale
Il provvedimento con le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato è formato da un solo articolo, con 999 commi. Tante le novità in ambito tributario
Il provvedimento con le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato è formato da un solo articolo, con 999 commi. Tante le novità in ambito tributario
immagine di casa disegnata intorno alle parole: casa, tasi, imu
Esenzione Imu per tutti i terreni agricoli, a prescindere dall’ubicazione, posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori professionali iscritti nella previdenza agricola
immagine di casa disegnata intorno alle parole: casa, tasi, imu
Eliminata la Tasi, per possessore e detentore, sull’abitazione principale non “di lusso”. Base imponibile Imu dimezzata per la casa data in comodato a genitori o figli
Per detrarre le spese funebri, non è più richiesto vincolo parentale: il beneficio spetta a chi effettivamente sostiene l’onere, a prescindere dal legame con la persona deceduta
immagine di una tenda a pacchetto
Detrazione del 65% per l’acquisto di dispositivi per il controllo a distanza di impianti di riscaldamento, di produzione dell’acqua calda e di climatizzazione delle abitazioni