Dal mondo
Mediazione fiscale all’estero.
Un’analisi su quattro Paesi (1)
Focus sugli Stati Uniti d’America, dove è nata la metodologia di risoluzione alternativa delle controversie
Congresso Stati Uniti
La ricerca di metodi di risoluzione alternativa delle controversie, che fossero più efficaci di quello giudiziale, ha indotto vari Paesi a introdurre la mediazione fiscale. Questo istituto deflativo, dunque, ha trovato modo di essere sperimentato nella maggior parte dei sistemi giuridici del mondo, già diversi anni prima che la mediazione fosse introdotta in Italia. Sotto la lente Stati Uniti d’America, Australia, Canada e Olanda, per comprendere meglio come questo istituto funziona all’estero ed evidenziare i punti in comune e le differenze con la mediazione made in Italy.
 
Mediazione in USA
Gli Stati Uniti d’America sono considerati il Paese fondatore delle mediazione fiscale come valida alternativa alla risoluzione giudiziale delle controversie. In particolare, oltreoceano sono previsti metodi di risoluzione alternativa delle controversie (Alternative Dispute Resolution, ADR) in fase pre-contenziosa, attraverso il  Fast Track Settlement (FTS) e la Fast Track Mediation (FTM), in fase di opposizione agli atti innanzi alla Divisione Appello, con la Post-Appeal Mediation (PAM), e, in fase contenziosa, innanzi alla Tax Court.
 
Mediazione in fase pre-contenziosa: il FTS
Il Fast track Settlement è, di fatto, un accertamento definito rapidamente. In particolare, i tempi di risoluzione dei conflitti vanno da 60 giorni, per piccole imprese o lavoratori autonomi ad un massimo di 120 giorni per i grandi contribuenti.  Il mediatore è interno all’Amministrazione ed ha potere di decidere le questioni controverse, nel caso in cui le parti non riescano a raggiungere un accordo valendosi delle tecniche di mediazione. Il vantaggio di questa procedura risiede nell’ampia discrezionalità del mediatore, che è autorizzato a negoziare sulla base dei rischi che il contenzioso presenta.
 
FTM: una procedura dedicata a piccole imprese e lavoratori autonomi
La procedura FTM è riservata a tutte le liti fiscali che coinvolgono piccole imprese e lavoratori autonomi. L’iter è curato dalla Divisione d’Appello dell’Amministrazione fiscale statunitense (Internal Revenue Service, IRS). La Fast Track Mediation è stata ideata al fine di rendere una decisione neutrale. A differenza del FTS, infatti, il mediatore non dispone del potere di negoziare, e svolge, invece, un ruolo funzionale a facilitare una migliore comprensione della natura del conflitto, o un ruolo di tipo valutativo, potendo suggerire alle parti una possibile risoluzione della lite. Attraverso questa procedura è possibile risolvere il conflitto entro un massimo di 30/40 giorni e, in casi urgentissimi, l’iter si può concludere in due giorni.
 
Mediazione in fase di opposizione agli atti
La PAM è uno strumento deflativo disponibile per i casi già oggetto di ricorsi, in ipotesi di infruttuosi incontri volti alla conclusione di un accordo tra l’Ufficio Appelli e il contribuente. Questa procedura può avere a oggetto sia questioni di fatto che di diritto e non vi è alcun limite al valore delle controversie mediabili. Mentre la mediazione è gestita obbligatoriamente da un mediatore interno (dipendente della Divisione Appello) durante le fasi di FTS e/o FTM, nella PAM vi è la possibilità di nominare anche dei mediatori esterni: in tal caso il gruppo di mediatori che gestisce la procedura è costituito da soggetti terzi e dal mediatore interno, scelto congiuntamente dal contribuente e dall’IRS. Quanto alle spese della procedura, esse sono a carico esclusivo dell’Amministrazione se il contribuente si avvale di un mediatore interno, viceversa, se opta per un co-mediatore esterno, le spese sono a suo carico.
 
Ancora spazio per un accordo innanzi alla Tax Court
Sulla base della T.C. Rule 124, la Corte offre alle parti la possibilità di avvalersi della mediazione volontaria in fase contenziosa e di richiedere la nomina di un giudice speciale (Trial Judge), che svolga il ruolo di mediatore. A seguito dell’accordo concluso in fase processuale, la Corte adotta una sorta di verdetto, che si limita a indicare quasi esclusivamente i diritti di giustizia da corrispondere e che contiene, se necessario, un elenco dei punti concordati.

Differenze con la mediazione tributaria Italiana
La disciplina della mediazione fiscale negli Usa presenta notevoli differenze rispetto a quella di diritto interno. In particolare: la mediazione è facoltativa e i poteri del mediatore differiscono a seconda della procedura utilizzata. Inoltre, si tratta di un rimedio ammesso anche in fase contenziosa, non vi è alcun limite di valore alla mediabilità delle controversie e sussiste la possibilità di avvalersi di mediatori esterni nella PAM.
 
1 - continua
 
Maria Lembo
pubblicato Venerdì 29 Dicembre 2017

I più letti

immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Per quanto concerne l’investimento immobiliare, l’accensione di un prestito bancario, opportunamente certificato, è prova idonea della provenienza non reddituale della provvista
Questi strumenti tecnologici sono in grado di memorizzare in modo permanente e immutabile, elaborare e inviare le informazioni, garantendone l’inalterabilità e la sicurezza
Grazie al nuovo servizio messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate, i “clienti” persone fisiche potranno visionare i documenti inviati dai fornitori sin dal 1° gennaio di quest’anno
Per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico e digitale, di ammontare fino a 2,5 milioni di euro, la maggiorazione è stata elevata al 170%
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Per quanto concerne l’investimento immobiliare, l’accensione di un prestito bancario, opportunamente certificato, è prova idonea della provenienza non reddituale della provvista
Per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico e digitale, di ammontare fino a 2,5 milioni di euro, la maggiorazione è stata elevata al 170%
È esclusa l’emissione del documento in modalità analogica. In questi casi, le specifiche tecniche approvate con provvedimento 30 aprile 2018 prevedono un blocco informativo ad hoc
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino