Dal mondo
Repubblica ceca: con l'austerity
deciso l’aumento delle imposte
Il governo alla prova del pacchetto rigore che prevede incrementi fiscali e contenimento della spesa pubblica
la sede del governo della repubblica ceca
Approvato dal Gabinetto del governo della Repubblica Ceca un pacchetto di misure di austerità per mantenere il deficit di bilancio sotto il 3% del Pil per il 2013 e 2014 che include un aumento delle tasse e l’abolizione di tre ministeri.
 
Dall’aumento dell’Iva all’imposta di solidarietà
Il pacchetto di austerity prevede l'aumento di un punto percentuale delle due aliquote Iva, portate rispettivamente al 21% e al 15% a partire dal prossimo anno, e l’introduzione di un’imposta di solidarietà, pari al 7%, sui redditi superiori a 100mila corone lorde al mese.
Altre misure fiscali incluse nel pacchetto sono: l’introduzione di una tassa del 35% sui pagamenti dei residenti in giurisdizioni con cui la Repubblica Ceca non ha concluso un accordo per lo scambio di informazioni e l’aumento dell’aliquota Iva applicabile agli alimenti e alle medicine dell’1%, dal 14% al 15%, a partire dal 1° gennaio 2013.
Inoltre è stata aumentata l’aliquota dell’imposta sul reddito delle persone fisiche dal 15% al 20% a partire dal 1° gennaio 2014 ma nella base imponibile non saranno inclusi i contributi di sicurezza sociale. Anche l’aliquota dell’imposta sul trasferimento di proprietà sarà aumentata dal 3% al 4% a partire dal 1° gennaio 2013.
L’obiettivo generale del pacchetto è adottare misure volte a stabilizzare  le finanze pubbliche e a favorire un ritorno al pareggio di bilancio nel 2016.
 
Entrate tributarie in aumento
Dai recenti dati dell’Amministrazione finanziaria ceca, nel 2010 le entrate fiscali raccolte dall’imposta sul reddito di entità societarie hanno registrato un lieve  incremento. Infatti si sono attestate sui 114.746 miliardi di corone ceche, risultato superiore di 4.203 miliardi rispetto al 2009. Sempre nello stesso anno anche il recupero delle tasse derivanti dal reddito di lavoro delle persone fisiche è leggermente aumentato: ha infatti raggiunto i 111.842 miliardi di corone ceche, che significa un aumento di 0,8 miliardi rispetto al 2009. Registrato poi un aumento delle tasse connesse alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche, dai 5.565 miliardi del 2009 ai 7.987 miliardi di corone ceche del 2010.
Per quanto riguarda l’Iva, le entrate totali registrate nel 2010 sono state di 269.582 miliardi di corone ceche.
Claudia Scardino
pubblicato Lunedì 30 Aprile 2012

I più letti

testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
pacco dono con banconote
Legittima nel primo caso se sussistono i presupposti, cioè se il contribuente fornisce la prova dell’inerenza all’attività svolta; va invece esclusa nel secondo caso
testo alternativo per immagine
Il rapporto evidenzia meno abitazioni ultrapopolari e rurali, più villini e abitazioni civili e signorili; più uffici e studi privati, meno officine e laboratori per arti e mestieri
testo alternativo per immagine
Approvato in via definitiva il disegno di legge con le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea
segnale di divieto su fermaglio
È l’affidabilità e la portata degli elementi emersi dai controlli che danno solidità all’accertamento induttivo-analitico, confermando i dubbi sul comportamento del contribuente
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
vignetta
La spesa, detraibile al 19%, può essere documentata con fattura o ricevuta fiscale, ma sono validi anche il bollettino bancario o postale o la quietanza di pagamento
mela
Sul sito dell’Agenzia disponibile, inoltre, il pacchetto informatico che consente di verificare che i file predisposti siano conformi ai criteri necessari per terminare la procedura
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
traguardo
Lunedì 27 è l’ultimo giorno a disposizione dei contribuenti per correggere errori od omissioni a proprio danno riscontrati nella dichiarazione presentata nei termini ordinari
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
Online, in bozza, il modello che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare, dal 2015, per comunicare i dati riguardanti le somme corrisposte nel periodo d’imposta precedente
testo alternativo per immagine
Tutto sull’ok del professionista, tenuto a verificare la corrispondenza fra dichiarazione e scritture contabili anche quando il dare-avere si riferisce a imposte sui redditi e Irap
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
Occhio ai paragrafi sui contratti di cash pooling, in particolare a quelli che espongono le regole di contabilizzazione della gestione accentrata della tesoreria di gruppo