Notizie flash
Ocse: su scambio informazioni
nuovi Stati dicono sì agli standard
Anche Bahrain, Libano, Nauru, Panama e Vanuatu pronti al salto di qualità
ocse
L'Ocse e il Global Forum on Transparency and Exchange of information for Tax Purposes hanno annunciato l’ingresso di Bahrain, Libano, Nauru, Panama e Vanuatu nel novero dei Paesi che  hanno scelto di aderire agli standard internazionali sullo scambio automatico delle informazioni ai fini fiscali.

Con l’ingresso di queste cinque nuove realtà sale a quota 101 il numero di giurisdizioni che,  in tutto il mondo, sono impegnate a contrastare l’evasione e l’elusione a livello internazionale, grazie alla condivisione delle informazioni all’interno della cornice prevista dal Common Reporting sviluppato dall’Ocse e dai Paesi appartenenti al G20 e approvato dal Global Forum nel 2014. Bahrain, Libano, Nauru, Panama e Vanuatu daranno il via operativo allo scambio automatico di informazioni a partire da settembre 2018.

Il Libano è anche appena entrato a far parte del Global Forum on Transparency and Exchange of information for Tax Purposes, portando il numero di giurisdizioni aderenti a quota 133.
"Stiamo assistendo a un movimento inarrestabile verso la condivisione delle informazioni, sulla base di un unico standard comune messo a punto dall'Ocse e approvato dalla comunità internazionale", ha dichiarato il segretario generale dell'Ocse, Angel Gurría, in occasione dell’adesione delle cinque giurisdizioni.

"Questi impegni politici ad unirsi alla lotta contro l'evasione fiscale - prosegue Gurría - devono essere trasformati in realtà pratica, attraverso l'applicazione delle norme e l'effettivo scambio di informazioni. Le azioni devono ora risuonare più forti delle parole”.

"Esorto i Paesi che non lo hanno ancora fatto - conclude il segretario generale dell’Ocse -  a firmare la Multilateral Convention on Mutual Administrative Assistance in Tax Matters  e il Multilateral Competent Authority Agreement. Si tratta di accordi che sono stati sviluppati per consentire al maggior numero possibile di Paesi di ottenere benefici all’interno di questo nuovo e più trasparente contesto internazionale.
Valeria Ibello
pubblicato Giovedì 19 Maggio 2016

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
Riguarda i sostituti d’imposta, chiamati a pagare l’anticipo delle imposte dovute dai lavoratori sui rendimenti delle quote di trattamento di fine rapporto accantonate
La violazione degli obblighi formali contabili e dichiarativi, pur non impedendo l’insorgenza del diritto al recupero dell’imposta, incide sul suo esercizio
Il prelievo fiscale sui redditi prodotti oltralpe che non concorrono alla formazione del reddito complessivo nazionale, quindi della base imponibile, non dà diritto a detrazione
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino