Notizie flash
Svizzera: esenzione "piena"
per le e-cigarette elvetiche
A stabilirlo una ordinanza del Consiglio federale con effetto dal 1° aprile
svizzera
Marcia indietro del Consiglio federale elvetico sulla tassazione delle sigarette elettroniche. Oggi l'esecutivo elvetico ha adeguato l'ordinanza sull'imposizione del tabacco (OlmT) disponendo una serie di provvedimenti di natura fiscale in tema di e-cigarette i cui effetti decorreranno dal primo aprile 2012. L'Esecutivo, per prima cosa, ha stabilito che le "bionde virtuali" non saranno più sottoposte a tassazione.  In particolare, il Governo ha accolto la mozione n. 11.3178 del 21 dicembre 2011 presentata dal parlamentare Roberto Zanetti e intitolata "Esenzione delle sigarette elettroniche dall'imposizione sul tabacco".
 
Più nel dettaglio, l'istante aveva incaricato il Consiglio federale a "modificare la legge federale del 21 marzo 1969 sull'imposizione del tabacco (RS 641.31) e l'ordinanza del 14 ottobre 2009 sull'imposizione del tabacco (RS 641.311) affinché le cosiddette sigarette elettroniche, nonché altri aiuti per la disassuefazione dal fumo non siano considerati come prodotti di sostituzione ai sensi della legge sull'imposizione del tabacco e quindi non soggiacciano all'imposizione sul tabacco".
Aspirare la e-cigarette può senza dubbio rappresentare un trattamento di sostituzione prezioso per i fumatori e, pertanto, un utile strumento per chi intende smettere di fumare.
Il fatto che questo metodo per liberarsi dalla dipendenza dal fumo - continua l'istante - soggiace all'imposizione sul tabacco è in contraddizione con un agire coerente da parte dello Stato. Anche se il successo di un corrispondente tentativo di disassuefazione dovesse rimanere esiguo, deve valere il principio secondo cui ogni sigaretta elettronica fumata virtualmente sostituisce una sigaretta fumata realmente, quindi una vera sigaretta. Dal punto di vista della prevenzione della salute, questo metodo deve essere accolto favorevolmente e non penalizzato con misure fiscali di difficile comprensione.
 
Con la modifica dell'Ordinanza sull'imposizione del tabacco le bionde virtuali non saranno più considerate misure sostitutive a quelle "normali" e, pertanto, saranno esentate dall'imposta. Fino a oggi, infatti, le sigarette elettroniche in Svizzera erano esentate dall'imposta soltanto a metà in quanto non assoggettate al versamento del contributo destinato alla prevenzione del tabagismo.
La nuova esenzione fiscale, come da "impegno" stabilito nella mozione, coinvolgerà anche tutti gli altri prodotti finalizzati a garantire il superamento della dipendenza da fumo che, comunque, devono essere regolarmente registrati dall'Istituto elevetico per gli agenti terapeutici (Swissmedic).
Prima della modifica, infatti, si differenziava tra prodotti sostitutivi (tassati) secondo la LImT e prodotti per la disintossicazione dal fumo (esentati) registrati presso Swissmedic.
 
Infine il Governo federale ha apportato una ulteriore modifica all'OlmT riducendo il termine di dichiarazione mensile per i tabacchi manufatti a due giorni prima rispetto alla precedente disposizione legislativa.


Fonti:
Assemblea federale - Parlamento elvetico
www.fiscooggi.it
 
Boris Bivona
pubblicato Mercoledì 21 Marzo 2012

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
tax foundation
Cipro, Irlanda e Liechtenstein applicano le aliquote più basse; gli Emirati arabi tassano maggiormente le imprese.
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino