Notizie flash
Svizzera: riforme fiscali e tenuta
dei redditi. In rete nuovo Rapporto
Pubblicato nei giorni scorsi uno studio del Consiglio federale sulla progressione reale
sede consiglio federale
Quali sono state le classi di reddito più e meno esposte agli aumenti della tassazione dell’imposta federale diretta negli ultimi venti anni? A questo interrogativo ha risposto il Rapporto pubblicato nei giorni scorsi dal Consiglio federale della Confederazione elvetica che ha esaminato gli effetti esercitati sui redditi dalla progressione reale dell’imposta federale diretta.
 
In particolare sono tre le conclusioni a cui è pervenuto il Rapporto: la progressione reale dell’imposta federale diretta negli ultimi 20 anni è stata compensata, per la maggior parte dei cittadini elvetici, grazie alle riforme fiscali; un aumento della tassazione è stato registrato per la maggior parte delle persone non coniugate e delle coppie sposate monoreddito senza figli con particolare riferimento ai redditi annui compresi tra 100mila e 300mila franchi; una diminuzione dell’onere fiscale, invece, ha interessato le coppie sposate con figli e le coppie sposate con doppio reddito, anche nelle fasce di reddito più elevate che hanno potuto compensare la progressione reale grazie ad altri strumenti come la deduzione prevista per i coniugi e l’accesso ai limiti superiori in caso di doppio reddito.
 
Il Rapporto, pubblicato sul sito web della Confederazione elvetica, è stato messo a punto sulla base di due studi elaborati nel periodo di tempo compreso tra il 1996 e il 2015. Il primo ha esaminato le basi teoriche della progressione reale e le possibili misure correttive; il secondo, invece, ha evidenziato quali siano state, nel periodo preso in considerazione, le classi di reddito più esposte e quali quelle sgravate dalla progressione reale.
 
Nel 2014 il gruppo liberale aveva presentato una mozione parlamentare con cui si invitava il Consiglio federale a presentare in Parlamento un Rapporto sull'impatto della progressione reale a freddo e ad illustrare in che modo ovviare o attenuare il fenomeno in base al quale, in caso di crescita economica, la maggior parte dei contribuenti finisce per ritrovarsi in una categoria di reddito più esposta alla tassazione.
 
Gianluca Di Muro
pubblicato Lunedì 25 Settembre 2017

I più letti

immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Nei confronti di chi versa l’imposta, con riferimento all’anno in cui avviene la cessione del prodotto non si applica la ritenuta del 23% ordinariamente prevista sul 78% dei corrispettivi
Il trasferimento è efficace ai fini fiscali solo in presenza della successiva indicazione in dichiarazione, della conseguente richiesta di rimborso e della notifica dell’atto
Hanno valenza fiscale e previdenziale e possono essere applicate esclusivamente ai settori produttivi indicati nelle tabelle allegate al decreto ministeriale che le ha determinate
È esclusa l’emissione del documento in modalità analogica. In questi casi, le specifiche tecniche approvate con provvedimento 30 aprile 2018 prevedono un blocco informativo ad hoc
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
È esclusa l’emissione del documento in modalità analogica. In questi casi, le specifiche tecniche approvate con provvedimento 30 aprile 2018 prevedono un blocco informativo ad hoc
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
fatture elettroniche
Per quelle emesse in ciascun trimestre solare, l’imposta deve essere versata entro il giorno 20 del primo mese successivo; l’importo dovuto è reso noto dall’Agenzia delle entrate
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
immagine dell'Aula della Camera
In arrivo la cedolare secca sugli immobili commerciali, l’imposta sostitutiva su lezioni private e ripetizioni, la definizione agevolata per i contribuenti in difficoltà economica
Il nuovo limite è valido per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i precedenti valori, che erano differenziati sulla base del codice Ateco identificativo dell’attività esercitata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino