Schede Paese
Canada
Differenti sono i livelli di tassazione riconosciuti in base alla potestà impositiva delle autonomie territoriali
bandiera Canada

Il Canada è uno Stato federale che comprende dieci Province e tre Territori nella parte nord dell'America settentrionale, è una democrazia parlamentare e una monarchia costituzionale. È una nazione multiculturale e bilingue: l'inglese e il francese sono le lingue ufficiali, con una parità di status. Il bilinguismo impone al governo federale l'obbligo di fornire servizi in entrambe le lingue ufficiali del Paese. Si caratterizza quale democrazia parlamentare con un sistema federale di forti tradizioni democratiche.

Brevi cenni di diritto costituzionale comparato
La Costituzione è la legge suprema del Paese, e consta di un testo scritto e di convenzioni non scritte. La Costitution Act del 1867 (in linea di principio creata su modello di quella del Regno Unito), sanciva una divisione di poteri tra il governo federale (centrale) e il governo provinciale. Come in tutti i sistemi parlamentari, il potere esecutivo, pur essendo costituzionalmente attribuito al monarca, in pratica è esercitato dal Consiglio dei ministri (Cabinet) presieduto dal Primo Ministro. Formalmente, il Consiglio è retto dal rappresentante della Regina, il Governatore Generale, che assume le prerogative regali quando la Regina non si trova sul suolo del Canada; è nominato dalla Regina su consiglio del Primo Ministro. Rideau Hall è la residenza principale ad Ottawa, e la Citadelle de Québec è la sua residenza nella città di Quebec.


La tassazione delle persone fisiche
L'imposta sul reddito per le persone fisiche  in Canada è calcolata sommando  l'imposta sul reddito provinciale-territoriale a quella sul reddito federale. Nel 2016 l'aliquota dell'imposta federale varia progressivamente tra il 15% e il 33%:



Aliquote fiscali federali 2016
 
Reddito imponibile  Aliquota
fino a CAD 45,282 15%
da CAD 45,282 a 90,563 20,5%
da CAD 90,563 a 140,388 26%
da CAD 140,388 a 200,000 29%
oltre CAD 200,000 33%

CAD = dollaro canadese

 

Sommando a quest'ultima l'aliquota dell'imposta provinciale, l'aliquota relativa all'imposta per le persone fisiche può arrivare sino al 54% (Nova Scotia) per il reddito imponibile superiore a 150mila dollari canadesi. Per l'imposta provinciale il range relativo è ricompreso tra l'aliquota del 10-15% (Alberta) - e il 16-25,75% (Quebec). Le persone fisiche residenti in Canada ai fini fiscali sono soggetti all'imposta sui redditi prodotti anche fuori dal territorio canadese.
I non residenti sono soggetti a imposta limitatamente al reddito da lavoro dipendente canadese e al reddito d'impresa prodotto, a cui bisogna eventualmente aggiungere il 50% delle plusvalenze realizzate per la cessione di determinati beni specificati dalla legislazione canadese ed il 100% dei guadagni a titolo di provvigione da contratti assicurativi.
In linea generale per i residenti tutti i redditi prodotti sono soggetti a imposizione, comprese le remunerazioni percepite a seguito di qualsiasi forma di investimento. I dividendi percepiti dalla persona fisica residente sono tassati al lordo dell'erogazione o assoggettati al meccanismo del credito di imposta. I titolari di reddito da lavoro dipendente sono soggetti a ritenuta alla fonte a opera del sostituto d'imposta responsabile anche in materia di contribuzione previdenziale obbligatoria (il Canada Pension Plan) e  assicurativa. A titolo di detrazione è invece possibile ricomprendere i contributi versati per i piani pensionistici individuali ed gli interessi passivi su finanziamento.


La tassazione delle persone giuridiche
L' aliquota fiscale relativa al calcolo dell'imposta sul reddito delle persone giuridiche canadesi è pari al 15%  a cui bisogna sommare l'imposta provinciale-territoriale variabile dal 10 al 16% e le eventuali imposte aggiuntive, determinando un' aliquota fiscale effettiva che può arrivare fino al 31% (come nel caso di Nova Scotia e Prince Edward Island). Sono soggetti a imposizione tutti i redditi prodotti dalle persone giuridiche residenti; i soggetti privi del requisito della residenza sottopongono ad imposizione unicamente i redditi prodotti sul territorio nazionale oltre al 50% delle plusvalenze realizzate per la cessione di determinati beni specificati dalla legislazione canadese ed una ritenuta del 25% in caso di distribuzione di utili erogati da Società residenti. Uniche limitazioni alla disciplina fiscale relativa alla tassazione dei soggetti non residenti è rappresentata dai trattati internazionali che disciplinano la materia e possono prevedere per specifiche fattispecie eventuali riduzioni delle aliquote indicate.
Premesso che in Canada la disciplina giuridica delle società di diritto commerciale (Corporation, pubbliche e private) è gestita dal Canada Business Corporations Act (Cbca), l'imposta provinciale e federale da applicare può variare a seconda del territorio ove si svolge l'attività economica e dalla natura commerciale.
Ad esempio, le aziende operanti nel settore manifatturiero sono tassate con tassi combinati (federale e provinciale) che vanno dal 21% al 34%; per le restanti attività si generalmente  fa riferimento ad un tasso combinato oscillante tra il 28% ed il 34%. Inoltre, a seconda della Provincia in un cui un determinato reddito viene sottoposto ad imposizione, una società di capitali canadese ha diritto ad agevolazioni fiscali che variano tra il 12% ed il 19% sino ai $ 500mila di fatturato.


L'imposta sulla vendita di beni e servizi
Il governo federale ha previsto l'imposta federale relativa alla vendita e al consumo di beni e servizi (goods and services tax ,GST) pari al 5% a partire dal primo gennaio 2008 con deroghe previste per i generi alimentari primari, l'assistenza sanitaria ed in materia di istruzione. Inoltre tutte le imprese con un fatturato superiore ai 30mila dollari (a eccezione di quelle residenti nei tre territori dello Yukon, dei Territori del Nord-Ovest, del Nunavut e della provincia dell'Alberta) sono soggette agli obblighi di fatturazione, registrazione, liquidazione e versamento previsti dal regime fiscale dell' imposta provinciale sulle vendite ed al consumo di beni e servizi da calcolare con il sistema della detrazione imposta da imposta, con aliquote variabili tra il 5% ed il 10%. Il governo federale e le Province di Newfoundland, New Brunswick and Nova Scotia sono parti di un accordo di armonizzazione della disciplina fiscale dell'imposta relativa alla vendita e al consumo di beni e servizi (denominato HST per l'Ontario valido dal primo luglio 2010) che prevede in queste province una aliquota unica del 13% con competenza federale e non più provinciale. Pertanto a seconda della provincia e del territorio dove i beni e servizi vengono venduti, si passa da una aliquota minima del 5% ad una massima del 15%.

Altre tasse e imposte
Le autorità provinciali, territoriali e comunali hanno inoltre previsto: la tassa di registro sul trasferimento della proprietà e gli altri diritti reali, per il trasferimento  delle licenze commerciali oltre a una serie di tasse specifiche di settore (gas, risorse minerarie e petrolifero). La L.T.T. (Land Transfer Tax) nell'ordinamento tributario canadese svolge lo stesso ruolo che l'imposta di registro ha in Italia e si applica su tutto il territorio canadese, con due significative eccezioni: le province di Alberta e di Saskatchewan. A seconda della giurisdizione provinciale le aliquote variano da un minimo di 0,05 per cento a un massimo del 2%. Il governo federale aveva previsto altre imposte specifiche di settore, oltre alle dogane e delle accise quale l'imposta federale sulle imprese di grandi dimensioni (Large Corporations Tax) basata sulle disponibilità finanziarie dalle aziende, abrogata dal 2006.Inoltre, in British Columbia operava un' imposta sul patrimonio delle società operanti nel settore finanziario e creditizio sino al 1° aprile 2010.

Dichiarazioni, obblighi strumentali e versamenti
Le dichiarazioni dei redditi per un determinato anno di imposta devono generalmente essere presentate entro il 30 aprile dell'anno successivo a quello oggetto di dichiarazione. Tutte le imprese con un fatturato superiore ai 30mila dollari (a eccezione di quelle residenti nei tre territori dello Yukon, dei Territori del Nord-Ovest, del Nunavut e della provincia dell'Alberta) sono soggette agli obblighi di fatturazione, registrazione, liquidazione e versamento previsti dal regime fiscale dell' imposta provinciale sulle vendite ed al consumo di beni e servizi. 



Capitale: Ottawa
Lingua ufficiale: inglese e francese
Moneta: dollaro canadese (CAD); 1 CAD = 0,69 euro
Forma istituzionale: monarchia parlamentare
Accordi con l'Italia: una prima convenzione contro la doppia imposizione è stata firmata nel 1977 e recepita nel nostro ordinamento con la legge n. 912 del 1978, mentre non sono state stipulate convenzioni per la promozione e la protezione degli investimenti.
L'11 novembre 2010, in sede referente, la terza Commissione permanente (Affari esteri e comunitari) della Camera dei Deputati ha iniziato l'esame preliminare del disegno di legge di iniziativa governativa relativo alla ratifica di una nuova convenzione in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali, siglata a Ottawa con protocollo d'intesa il 2 giugno 2002 e ratificata dal Canada lo stesso anno.
L'accordo tra i due Stati non si discosta di molto da quello firmato nel 1977 e in vigore dal 24 dicembre 1980.
La nuova convenzione tra i due Paesi, che sostituisce la precedente, è stata firmata a Ottawa il 3 giugno 2002,  ratificata dall'Italia con legge n. 42 del 24 marzo 2011. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 14 aprile 2011 è stata pubblicata la legge di ratifica ed esecuzione del nuovo accordo.
La nuova convenzione riflette a pieno titolo le novità intervenute nelle legislazioni dei due Stati ed è stata approvata per consentire a entrambi di disporre di uno strumento adeguato ai tempi. Tra le novità di rilievo l’abbassamento delle aliquote delle ritenute effettuate alla fonte su dividendi, interessi e royalties. Per i dividendi infra-societari l’aliquota massima di ritenuta fiscale scende dal 15% al 5%, per gli interessi dal 15% al 10%, mentre per le royalties su software, brevetti e know-how, dal 10% al 5%.

 




Fonti informative:
sito ufficiale del ministero delle Finanze
sito ufficiale dell'Amministrazione finanziaria (Canada Revenue Agency)  




La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.



aggiornamento: giugno 2016

Stefano Durante
pubblicato Martedì 15 Marzo 2011

I più letti

L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
immagine di un cronometro su un calendario
È possibile suddividere il pagamento con F24 fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo (senza applicazione di sanzioni e interessi) a decorrere dalla stessa data
Le applicazioni informatiche consentono di predisporre i file e verificare la presenza di possibili errori nei dati inseriti. Il sistema, inoltre, garantisce l’utilizzo della versione più aggiornata dei programmi
Circa 60mila, tra vecchi e nuovi iscritti, gli aspiranti destinatari di una quota dell’Irpef. Prossima tappa, per i neocandidati, la presentazione della dichiarazione sostitutiva
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino