Schede Paese
Canada
Differenti sono i livelli di tassazione riconosciuti in base alla potestà impositiva delle autonomie territoriali
bandiera Canada

Il Canada è uno Stato federale che comprende dieci Province e tre Territori nella parte nord dell'America settentrionale, è una democrazia parlamentare e una monarchia costituzionale. È una nazione multiculturale e bilingue: l'inglese e il francese sono le lingue ufficiali, con una parità di status. Il bilinguismo impone al governo federale l'obbligo di fornire servizi in entrambe le lingue ufficiali del Paese. Si caratterizza quale democrazia parlamentare con un sistema federale di forti tradizioni democratiche.

La tassazione delle persone fisiche
Per calcolare l'imposta sul reddito per le persone fisiche in Canada bisogna prendere in considerazione l'imposta sul reddito provinciale-territoriale e quella federale. Le aliquote dell'imposta federale in vigore per il periodo di imposta 2018 variano progressivamente tra il 15% e il 33% per gli scaglioni di reddito descritti nella tabella seguente.
Le aliquote delle singole imposte provinciali sono stabilite dalle province e dai territori per i propri residenti. Le aliquote più basse sono quelle in vigore nel Nunavut (progressivamente comprese tra quella del 4% e quella dell’11,5%), il territorio settentrionale storicamente abitato dagli Inuit.
Per fare un esempio, in Nova Scotia l’impatto complessivo delle due aliquote provinciale e federale sui redditi appartenenti allo scaglione più alto (quelli superiori a 150mila dollari canadesi) fa sì che l'imposta sul reddito delle persone fisiche raggiunga quota 54% (33% federale + 21% provinciale)

 
Aliquote fiscali federali previste per il periodo di imposta 2018
Scaglioni espressi in CAD*

Reddito imponibile Aliquota
Da 0 fino a 46.605 15%
da 46.605 a 93.208 20,5%
da 93.208 a 144.489 26%
da 144.489 a 205.842 29%
oltre 205.842 33%
*CAD = dollaro canadese

Le persone fisiche residenti in Canada ai fini fiscali sono soggette all'imposta sui redditi prodotti anche fuori dal territorio canadese. In linea generale per i residenti tutti i redditi prodotti sono soggetti a imposizione, comprese le remunerazioni percepite a seguito di qualsiasi forma di investimento. I dividendi percepiti dalla persona fisica residente sono tassati al lordo dell'erogazione o assoggettati al meccanismo del credito di imposta. I titolari di reddito da lavoro dipendente sono soggetti a ritenuta alla fonte a opera del sostituto d'imposta responsabile anche in materia di contribuzione previdenziale obbligatoria (il Canada Pension Plan) e  assicurativa. A titolo di detrazione è invece possibile ricomprendere i contributi versati per i piani pensionistici individuali ed gli interessi passivi su finanziamento.
 
La tassazione delle persone giuridiche
Per via delle regole che prevedono l’abbattimento federale (federal tax abatement) e la riduzione generale (general tax reduction), l'aliquota fiscale effettiva dell'imposta sul reddito delle persone giuridiche canadesi è pari al 15%, a fronte di un’aliquota teorica del 38%. Per calcolare il peso della tassazione sulle imprese in Canada, però, all’imposizione federale bisogna sommare le imposte provinciali-territoriali. L’aliquota minima più bassa è quella prevista dalla provincia di Newfoundland (3%), la più alta quella in vigore in Quebec (25,75%). L’aliquota fiscale effettiva per imprese e società può quindi arrivare fino al 40,75%.
Sono soggetti a imposizione tutti i redditi prodotti dalle persone giuridiche residenti; i soggetti privi del requisito della residenza sottopongono ad imposizione unicamente i redditi prodotti sul territorio nazionale oltre al 50% delle plusvalenze realizzate per la cessione di determinati beni specificati dalla legislazione canadese ed una ritenuta del 25% in caso di distribuzione di utili erogati da Società residenti. Uniche limitazioni alla disciplina fiscale relativa alla tassazione dei soggetti non residenti è rappresentata dai trattati internazionali che disciplinano la materia e possono prevedere per specifiche fattispecie eventuali riduzioni delle aliquote indicate.
 
  • Le agevolazioni per le Piccole imprese
Il sistema tributario canadese prevede un regime fiscale agevolato per le imprese con un volume d’affari annuo inferiore a 500mila dollari canadesi (small business deduction). Con l’approvazione della legge di Budget 2018-2019, durante il Governo Trudeau l’aliquota dell’imposta federale sul reddito per le piccole imprese, per il 2017 pari al 10,5%, è stata ridotta al 10% per il periodo di imposta in corso (2018) e al 9% per il periodo di imposta che decorre a partire dal 1° gennaio 2019.
 
  • I limiti previsti all’income splitting
La riduzione delle imposte per le piccole imprese è stata accompagnata da un giro di vite sulla possibilità per i titolari di aziende familiari di pagare dividendi ai membri della propria famiglia non impegnati nel business d’impresa. Scopo di queste norme, proposte dal governo canadese con il Budget 2018-2019, è garantire che i benefici derivanti dalla presenza di aliquote fiscali di favore per le piccole imprese non siano snaturati con finalità elusive. In ogni caso, i membri della famiglia che apportano un contributo significativo all'azienda non saranno interessati dalle misure. Il precedente sistema permetteva infatti ad alcuni imprenditori di abbattere il reddito d’impresa e di versare le imposte con aliquote più basse di quelle teoricamente corrette. L’esempio scolastico di income splitting è quello di una pianificazione per la suddivisione del reddito all’interno di una famiglia, laddove il soggetto con il reddito più elevato trasferisce una parte del suo reddito a un familiare a basso reddito fittiziamente coinvolto nell’attività familiare attraverso il pagamento di utili o dividendi. In questo modo finora è stato possibile ridurre le aliquote marginali di entrambi i soggetti coinvolti e produrre un’indebita riduzione delle imposte complessivamente dovute dai membri della famiglia. Significativamente, i membri delle famiglie coinvolti nell’impresa familiare sono esclusi dalle norme decise dal Governo Trudeau, che saranno valide a partire dal periodo d’imposta 2018 e puntano ad applicare le aliquote marginali più elevate a chi tenta di eludere il Fisco. Tra i soggetti esclusi dall’applicazione delle nuove regole, ad esempio, rientrano gli adulti di età pari o superiore a 18 anni che hanno apportato un sostanzioso contributo di lavoro (in genere una media di almeno 20 ore settimanali) alle attività dell’impresa familiare durante l'anno in corso o durante uno qualsiasi dei cinque anni precedenti.
 
  • Le agevolazioni per chi investe in ricerca e sviluppo

In Canada è in funzione un programma federale di incentivi fiscali progettato per incoraggiare le imprese di tutte le dimensioni, operanti in tutti i settori economici, a condurre attività di ricerca e sviluppo sul territorio canadese.
Il programma è gestito dalla Canada Revenue Agency (CRA). Gli effetti delle agevolazioni fiscali sono duplici. In primo luogo, grazie al programma è possibile dedurre le spese di R&S dal reddito d’impresa. In secondo luogo, il programma garantisce un credito d'imposta sugli investimenti R&S da utilizzare per abbattere l’imposta da versare all’erario.
Il credito d’imposta è pari al 35% delle spese che si qualificano come oneri di ricerca scientifica e sviluppo sperimentale e può inoltre dare luogo a un rimborso, a differenza di altri tax credit. L’importo massimo che può raggiungere la detrazione è di 3 milioni di dollari canadesi.
 
L'imposta sulla vendita di beni e servizi
A partire dal primo gennaio 2008 il governo federale canadese ha previsto un’imposta federale relativa alla vendita e al consumo di beni e servizi (goods and services tax, GST) pari al 5% . Sono esenti da imposta i generi alimentari primari, l'assistenza sanitaria ei servizi di istruzione. Tutte le imprese con un fatturato trimestrale superiore ai 30mila dollari (a eccezione di quelle residenti nei tre territori dello Yukon, dei Territori del Nord-Ovest, del Nunavut e della provincia dell'Alberta) sono soggette agli obblighi di fatturazione, registrazione, liquidazione e versamento previsti dal regime fiscale dell'imposta provinciale sulle vendite ed al consumo di beni e servizi da calcolare con il sistema della detrazione imposta da imposta, con aliquote variabili tra il 5% ed il 10%.
In alcune province è in vigore anche una imposta sulle vendite al dettaglio di alcuni beni (retailed sales tax, RST).
Il governo federale e le Province di Ontario, Prince Edward Island, Newfoundland, New Brunswick e Nova Scotia sono parti di un accordo di armonizzazione della disciplina fiscale della GST e della RST (che prende il nome di Harmonized sales tax, HST). L’accordo prevede la competenza federale dell’amministrazione e della riscossione dell’imposta (quindi demandate alla CRA, l’Agenzia delle Entrate federale canadese) e un’unica aliquota (attualmente del 13% in Ontario e del 15% nelle altre quattro province coinvolte).
 
Altre tasse e imposte
Le autorità provinciali, territoriali e comunali hanno inoltre previsto la tassa di registro sul trasferimento della proprietà e gli altri diritti reali, per il trasferimento delle licenze commerciali, oltre a una serie di tasse specifiche di settore (gas, risorse minerarie e petrolifero). La L.T.T. (Land Transfer Tax) nell'ordinamento tributario canadese svolge lo stesso ruolo che l'imposta di registro ha in Italia e si applica su tutto il territorio canadese, con due significative eccezioni: le province di Alberta e di Saskatchewan. A seconda della giurisdizione provinciale le aliquote variano da un minimo di 0,05 per cento a un massimo del 2%.

Dichiarazioni, obblighi strumentali e versamenti
Le dichiarazioni dei redditi per un determinato anno di imposta devono generalmente essere presentate entro il 30 aprile dell'anno successivo a quello oggetto di dichiarazione. Per i lavoratori autonomi, invece, il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi cade il 15 giugno. Tutte le imprese con un fatturato superiore ai 30mila dollari (a eccezione di quelle residenti nei tre territori dello Yukon, dei Territori del Nord-Ovest, del Nunavut e della provincia dell'Alberta) sono soggette agli obblighi di fatturazione, registrazione, liquidazione e versamento previsti dal regime fiscale dell' imposta provinciale sulle vendite ed al consumo di beni e servizi. 


Rapporti internazionali
Accordi con l'Italia: una prima convenzione contro la doppia imposizione è stata firmata nel 1977 e recepita nel nostro ordinamento con la legge n. 912 del 1978, mentre non sono state stipulate convenzioni per la promozione e la protezione degli investimenti.
L'11 novembre 2010, in sede referente, la terza Commissione permanente (Affari esteri e comunitari) della Camera dei Deputati ha iniziato l'esame preliminare del disegno di legge di iniziativa governativa relativo alla ratifica di una nuova convenzione in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali, siglata a Ottawa con protocollo d'intesa il 2 giugno 2002 e ratificata dal Canada lo stesso anno.
L'accordo tra i due Stati non si discosta di molto da quello firmato nel 1977 e in vigore dal 24 dicembre 1980.
La nuova convenzione tra i due Paesi, che sostituisce la precedente, è stata firmata a Ottawa il 3 giugno 2002,  ratificata dall'Italia con legge n. 42 del 24 marzo 2011. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 14 aprile 2011 è stata pubblicata la legge di ratifica ed esecuzione del nuovo accordo.
La nuova convenzione riflette a pieno titolo le novità intervenute nelle legislazioni dei due Stati ed è stata approvata per consentire a entrambi di disporre di uno strumento adeguato ai tempi. Tra le novità di rilievo l’abbassamento delle aliquote delle ritenute effettuate alla fonte su dividendi, interessi e royalties. Per i dividendi infra-societari l’aliquota massima di ritenuta fiscale scende dal 15% al 5%, per gli interessi dal 15% al 10%, mentre per le royalties su software, brevetti e know-how, dal 10% al 5%.
Un accordo amministrativo per lo scambio di informazioni tra Italia e Canada è in vigore dal 2014 e regola lo scambio automatico e la mutua assistenza tra le autorità competenti dei due Paesi.


Capitale: Ottawa
Lingua ufficiale: inglese e francese
Moneta: dollaro canadese (CAD)
Forma istituzionale: monarchia parlamentare


Fonti informative:
sito ufficiale del ministero delle Finanze
sito ufficiale dell'Amministrazione finanziaria (Canada Revenue Agency)
 Scheda Paese a cura di Stefano Durante per i contenuti rimasti invariati


La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.


aggiornamento: giugno 2018

 

Vito Rossi
pubblicato Lunedì 25 Giugno 2018

I più letti

immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
immagine di un calendario con 4 pro memoria
Nella GU di oggi è stato pubblicato il decreto che ridefinisce il calendario dei versamenti per il 2018, offrendo la possibilità di evitare il sovrapporsi di più scadenze in un unico giorno
immagine di una donna che controlla un bilancio
È colpevole di omesso o insufficiente esercizio del potere di controllo sullo svolgimento degli affari e consultazione della contabilità nonché del diritto a ottenere il rendiconto dell'attività
immagine con una lampadina spenta in mezzo ad altre accese
A questa, e non già all'oggetto sociale come definito dall'atto costitutivo, occorre avere riguardo per verificare se una determinata operazione va considerata nel conteggio
Gli intermediari intervenuti nella stipula devono comunicare nome, cognome e codice fiscale di chi affitta, durata, importo del corrispettivo lordo e indirizzo dell’immobile
immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
immagine di un calendario con 4 pro memoria
Nella GU di oggi è stato pubblicato il decreto che ridefinisce il calendario dei versamenti per il 2018, offrendo la possibilità di evitare il sovrapporsi di più scadenze in un unico giorno
Confermate le novità in materia di iper ammortamento, redditometro, split payment, credito d’imposta ricerca e sviluppo, prelievo erariale unico e società sportive dilettantistiche
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
immagine di persone che hanno uno scopo comune
L'oggetto di una società lucrativa e di una assistenzialistica può in linea di massima essere lo stesso, è l'obiettivo finale che funge da discrimine tra le due compagini
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino